mercoledì, settembre 27, 2006
Tu sei la mia...simpatia
Stasera, guardando "L'isola dei famosi", mi sono ancor più convinta di detestare SIMONA VENTURA.
Non so dirvi da quando è nato il mio odio per lei, so solo che cresce trasmissione dopo trasmissione. Vedendola sui giornali, poi, mi chiedo: ma questa donna non si rilassa mai??
Il problema dell'Isola, secondo me, è solo lei. Sopportare una puntata con la sua voce sgraziata nelle orecchie, è proprio da temerari. Stasera, poi, ha dato il meglio di se, trattando in malo modo Domiziana Giordano e le povere Kris & Kris, colpevoli solo di volersi ritirare. Il tutto ha inizio con la prova leader, una delle due bionde, rinuncia alla vittoria per non avere responsabilità nel gruppo, lasciando vincere Luca Calvani. Ebbene, questo gesto "ignobile" le ha portato solo svantaggi, ma la perfida presentatrice, dopo averle trattate da cani ed aver accettato con disprezzo il loro ritiro le deride e allontana in tutta fretta.
Ora, mi chiedo, ma perchè nessuno si volta verso di lei mollandole un bel ceffone?
Anche se si firma un contratto, è lecito farsi tacciare da pezzenti, o idiote, o addirittura farsi prendere in giro da quella bambolina di cera?
La trovo di una cattiveria tremenda, astiosa nei confronti delle belle donne e compiacente con i suoi amici o amiche (vedi la Ribas). Perchè non ha fatto tutto questo caos quando è uscito, l'anno scorso, quel tappo di Albano? Tanti sono i pettegolezzi sentiti sulla Ventura, molti evidenti, vedi le foto con la presunta bambina in affido di questa estate, altri sussurrati come il riavvicinamento al marito per una riabilitazione della sua immagine, per non parlare poi delle voci fuori campo come una grande passione per le piste (di cosa ditelo voi).
La ricordo agli esordi, quando con Teo, provava ad emergere sotto la sua ala, ed ancora ricordo a "Scherzi A Parte" lo scherzo fatto a Lopez, dove il comico, in preda all'ira perche boicottato a favore della showgirl, la tacciava di "Puttana".
Tutti sono caduti, alcuni anche in maniera peggiore, arriverà finalmente anche la sua fine?
Un giorno ce la ritroveremo come concorrente ad un reality?
O meglio ancora, ce la leveremo mai dai cog...?
Ditemi di si, ditemi che siamo in tanti a non sopportarla, a non sopportare più la sua "lavagnètta", il suo "ciurlare nel manico", il suo "insomma"ed "ecco", che non la perdoniamo se è andata col marito della sua amica Giorgio Gori, che ci fa schifo come si veste, e che non sa parlare inglese.
Ditemi che farà la stessa fine di Giorgio Mastrota, pentole e materassi hanno bisogno di un volto nuovo.
Vai Simona.., VAIII!!!!!!
 
posted by Sara Sidle at mercoledì, settembre 27, 2006 | Permalink | 22 comments
martedì, settembre 26, 2006
L'impresa..ardua!
Non sono un'amante dei cambiamenti, ormai l'ho ripetuto tante volte. Sono convinta che i vari mutamenti della vita, nel corso degli anni, tendano sempre ad essere peggiori dei precedenti. Ed è così che è successo per i miei vicini.
Vivo in una strada di 50 metri circa, quando ero più piccola ci conoscevamo tutti, famiglie per bene e "normali". Poi col tempo, i vari avvenimenti della vita hanno stravolto la mia strada. Le facce sono cambiate e così anche la sensazione di stare in una via baciata da Dio.
Per quel che riguarda casa mia nel particolare, credo di avere i vicini peggiori del mondo. Partiamo dalla mia destra: famiglia domenicana, maleducata, arrogante e assolutamente non propensa ad integrarsi col resto delle persone. Di questa allegra combriccola familiare dovrei scrivere un post a parte visti gli incubi che hanno provocato a noi ed un'altra famiglia vicina.
Alla mia sinistra ci sono loro "L'IMPRESA FILIPPONIO"(nome di fantasia).
E' una dannazione che mi porto dietro da , circa, 4 anni. Tutto parte da una pensione, attaccata alla mia casupola, venduta per farci appartamenti e negozi. Il fatto sembrava normale, ma è la ditta di costruzioni a non esserlo. Dopo 4 anni non hanno ancora finito, i negozi sono ancora completamente da finire, il palazzo fa schifo, e per fare quella ciofecata hanno distrutto casa mia, la strada che la costeggia di fianco e quella principale!
Hanno fatto lavorare, per il giorno di ferragosto 4 poveri albanesi , mai più visti dopo, per finire di piastrellare il piazzale di dietro. Rientrati dalle ferie, visto che ho passato 4 anni della mia vita avendo davanti la porta di cucina camion di tutte le dimensioni, dal più piccolo al più enorme, pensavamo che avrebbero usufruito del loro piazzale tanto bramato, per parcheggiarci i loro mezzi..figurarsi! Le macchine si mettono davanti, sul marciapiede, almeno le persone non possono camminarci! E' l'intelligenza di questa impresa che ha fatto loro passare questi 1460 giorni a trapanare e ricostruire di continuo.
Abbiamo vissuto mesi col trapano pneumatico nelle orecchie, per poi sentirci dire, abbiamo finito. Finalmente, dico io, adesso costruiranno, non faranno mica rumore..Povera scema, dopo qualche mese si rispaccava di nuovo!! Giuro, in casa mia, ci sono stati periodi di nervi scoperti e crisi isteriche, placati solo dalla paura di finire in carcere dopo gesti inconsulti.
Ora, pare di essere arrivati alla fine dell'opera, ma intanto, gli inquilini che dovevano entrarci a luglio sono stati spostati ad ottobre, ed a mio modesto parere slitteranno ancora. La cosa buffa è che loro rimirano la loro "opera d'arte" a giornate, portano gente a vederla (familiari in particolare), e per fare gli imprenditori seri hanno detto a tutti di aver comprato per gli uffici, che metteranno in tutto un piano del palazzo (povera me!), una scrivania che quando è aperta si trasforma in biliardo..!!..Cosa dire di più..
Questo pezzo moderno usava negli anni 70..
Ma mi sono sempre chiesta: ma sarà davvero una ditta di costruzioni?
Ma come mai un palazzo orribile come questo lo guardano come se non avessero mai visto nulla? Ma fino ad ora, cos'hanno costruito??
Sono tristissima riguardando la mia strada e vedendo com'è cambiata. Ricordo con piacere quando tutti ci trovavamo fuori e dandoci il buongiorno affrontavamo da vicini la giornata.
Ora, è sceso il silenzio delle parole, ma si è alzato irrimediabilmente il rumore dell'inciviltà.
 
posted by Sara Sidle at martedì, settembre 26, 2006 | Permalink | 11 comments
venerdì, settembre 22, 2006
Cirilliiiinaaa!
Sono arrabbiata.
Voi direte: e a noi??
Avete ragione, ma se c'è una cosa che detesto è l'ignoranza delle persone. Porto tutti i giorni il mio cane in un parco recintato appositamente per lasciare gli animali in libertà.
E' sempre stato per me Miss D. e la Zoe (la biondina a destra nel fotomontaggio), un momento di rilassamento, finchè non è arrivato LUI: l'idolo nero.
Io adoro gli animali, ed anche i rottwailer non mi hanno mai fatto tanta paura. Credo che siano cani imprevedibili, ma come del resto tutti gli animali, ma forse con qualche gene modificato in maniera un po' troppo aggressiva.
Ebbene, un pomeriggio siamo andati al parco e lì c'era questo bestione. A tenerlo al guinzaglio, una ragazza di circa 30 kg (il cane ne peserà 70!), sempre, e dico sempre, col cellulare all'orecchio, perciò distratta.
Appena vede la mia "cirillina" (vezzeggiativo che ho dato alla Zoe) si mette di punta ed inizia a strattonare l'esile padrona. Miss D. è nel panico, a lei questi tipi di cani fanno, giustamente, paura, io cerco di sdrammatizzare e provo a chiamare la mia bestiola che ne frattempo, da dentro il parco (fortunatamente recintato, ma saltabile benissimo..) continua ad abbaiare per la gioia (ha solo poco più di un anno).
La padrona del colosso, riesce a malapena a trattenerlo, noi decidiamo di andarcene e per farlo dobbiamo fare un giro più lungo per non far incontrare i due avversari.
La rabbia sale. Ma perchè devo uscire dal parco giochi della mia canina per colpa di una idiota che non sa tenere quel certo tipo di cane?
Decido allora di andare dalla telefonista folle, è straniera, le dico che sarebbe meglio non fare incontrare più i cani, se ci siamo noi, che si sposti lei, e viceversa.
Questa, cadendo dalle nuvole dice:Ehhh, maaaa, lui quando vede un'altro cane tira ehh
Ed io: Allora teniamoli lontani. Ma poi non dovrebbe avere la museruola?
Lei: EHH?Mah, cosa..non lo so mica io...
Ho abbandonato l'impresa, che mi sembrava ardua, cioe, scambiare civilmente due parole con una persona.
Mi chiedo: ma se esiste una legge per la quale i rottwailer devono, insieme ad altre razze denominate feroci, tenere una museruola, perchè CAZZO nessuno lo fa?? Poi ci stupiamo di persone ed altri cani sbranati, ma chi c'è a far rispettare le regole in vigore oggi?
Perchè devo modificare la mia vita e quella del mio animale perchè le persone sono idiote?
Perchè vengono comprati queste razze se poi non si è in grado di gestirle?
Perchè non ci sono più controlli invece di pensarci a dramma avvenuto e magari sopprimere un povero cane?
Perchè non sopprimere i padroni?
Sono una fervente sostenitrice del guinzaglio, non della museruola, ma per il bene della comunità, perchè non pensarci? Sapete qual'è la scusante che adducono tanti padroni di cani feroci?
"Vabbè, tanto il cane è assicurato.."
Vi rendete conto! E se mi ferisce o uccide la mia "cirillina"? Sarei capace di aprire un molosso di 80 Kg a mani nude!!Per non parlare di cosa sarei capace di fare al proprietario..
Insomma tutto ciò per dire che ODIO i dementi, e se un giorno non mi leggerete più, potrete venirmi a trovare in prigione..forse qualche demente l'avrò fatto sparire!
 
posted by Sara Sidle at venerdì, settembre 22, 2006 | Permalink | 27 comments
martedì, settembre 19, 2006
Un caffettino caldo
Oggi, con la gioia nel cuore, voglio rendere omaggio alla persona che ha ispirato il nome del mio blog, il signor FABIO CONCATO.
Proprio ieri sera ho assistito ad un suo concerto, e sono sempre più convinta che sia un cantante come pochi se ne trovano, bravo e cosa importante, con un'ironia che non tutti hanno.
Ebbene, su di un palco, spartano e semplice, quest'omino, come ha volte definisce i personaggi delle sue canzoni, ha creato una sintonia, uno stato di benessere per tutto il suo pubblico.
Inutile ribadire il mio "amore" per lui. Le sue canzoni, insieme a quelle di Baglioni, hanno accompagnato buona parte della mia vita, ma il fatto di aver scoperto una persona simpaticissima e capace di prendersi in giro, me lo ha reso un mito!
Abbiamo cantato e sballettato per tutta la sera, più di due ore sono volate nell'euforia di una serata speciale.
Non mi voglio, poi, soffermare sulle canzoni. Chi ama Concato credo mi capirà al volo, e chi non lo ha mai sentito, credo farebbe meglio ad ascoltarlo. Lo ritengo uno dei pochi cantautori capaci di trasmettere in un suo testo quell'emozione genuina di parole semplici ma che toccano le corde del cuore. "Ti ricordo ancora", "M'innamoro davvero", "Rosalina" ed ancora un centinaio di perle, che purtroppo non tutte è riuscito a fare (come "Il caffettino caldo"), ma che hanno lasciato in me il ricordo bellissimo di una serata spensierata e piena di emozioni.
Se vi capita di vederlo in concerto dalle vostre parti, fidatevi, merita di andarlo a sentire, e, perchè no, vedere. La sua comicità e la sua verve sicuramente vi conquisteranno.
Sono rimasta contentissima, e penso lo avrete capito, ma che dire di più di un artista come lui?
E' stata una bella nottata, con bella musica e buona compagnia.
Fabio Concato, per la sua bravura merita appieno la mia stima e anche il mio affetto, sono ancora, e sempre, più convinta che un'artista a 360 gradi come lui meriti un posto di tutto rispetto nella storia musicale, e sicuramente nel mio cuore.
Non posso far altro che concludere con un grazie Fabio, grazie di avermi fatto passare una bellissima serata e di avermi dato un'altro ricordo da conservare gelosamente.

 
posted by Sara Sidle at martedì, settembre 19, 2006 | Permalink | 33 comments
giovedì, settembre 14, 2006
L'angelo della zia...
Vi riporto l'articolo del settimanale "CHI" riguardante la foto postata sopra:

"Benedetti ladri. Mara Venier e Nicola Carraro hanno ricevuto la visita sgradita dei ladri, che hanno messo a soqquadro la loro casa a Porto Rotondo. Ma non tutti mali vengono per nuocere.
Il fuoriprogramma ha costretto la coppia ad interrompere le vacanze in Costa Smeralda (detto tra noi, Mara non vedeva l'ora di tornarsene a roma). In questi giorni la Venier è al settimo cielo (e si vede, dico io!n.d.r.):è tutta per Icarus, il bellissimo ragazzo cubano che ha conosciuto durante il suo viaggio di nozze a Turks&Caicos. Lei e Nicola lo ospiteranno a casa loro fino a metà settembre. Amiche e moltissimi amici della coppia sono già in coda per fargli la corte.. "

Ora mi domando: sembra soltanto a me una cosa strana, e per giunta un po' equivoca, oppure è una sensazione comune? Già la facciona beata della Zia nazionale lascia presagire un'eccitazione sopra le righe,se poi arriva anche il beneplacito del marito..beh, allora festa! In più,gli amici che passano per vedere il giocattolo nuovo, mi fa sembrare il tutto come un film scollacciato di quarta categoria..
Ma sarà, poi, giusto abbinare ai personaggi dello spettacolo solo pensieri torbidi e malignità?
Tante se ne dicono e tante se ne sono dette, droga, sesso, orge e serate particolari, tutto sempre, all'insegna della trasgressione. Esistono addirittura voci,e ripeto, solo voci non si sa se fondate o meno, di festini a casa di Ugo Tognazzi terminanti con spaghettate condite con liquido seminale. Non vi pare un po' troppo come pettegolezzo?
Spero in ogni caso che la nostra Mara, veda nel cubano il terzo figlio..beh..lei forse.. può darsi...ma gli amici, cosa vogliono dal povero Icarus????
 
posted by Sara Sidle at giovedì, settembre 14, 2006 | Permalink | 26 comments
martedì, settembre 12, 2006
Dove vai se il cervello non ce l'hai?
Voglio spendere due parole su quei poveri ragazzi (badate bene, ho detto ragazzi..) de "La pupa e il secchione".
Premetto, per onestà, di non avere visto la puntata iniziale, ma di essermi imbattuta in questo format, nella striscia serale delle 19,35.
La prima cosa che mi è saltata agli occhi, è l'arroganza di quelle quattro sgallettate rispetto a dei giovani con una intelligenza superiore alla loro e con l'unico handicap di non avere una grande vita amorosa.
E' irritante da vedere, almeno per me.
Mi sono trovata di fronte delle galline che, con aria altezzosa, dovrebbero insegnare a dei cervelloni..voi direte, ma cosa possono insegnare?
Ma a ballare e fare ginnastica! E per questo volano parti di m.. a quei poveri "geni," tutti emozionati, nell'apprendere cose di sicuro non a loro congeniali, e, di vedersi girare intorno corpi zompettanti e mezzi nudi.
Ma è davvero la cosa giusta far passare persone con un quoziente intellettivo al di sopra della media, che hanno basato la loro vita su priorità diverse dalle nostre, per degli imbecilli?
Perchè se vediamo una bella donna , ma ignorante da far paura, ci ridiamo su, però la mandiamo a fare, magari, la velina a Canale 5?
Quando invece guardiamo questi ragazzi pensiamo a degli sfigati che non hanno mai avuto una donna, ma non pensiamo mai al fatto che potrebbero dare pappa e cena a tutti per la loro intelligenza.
La pupa e il secchione, per me, da una bruttissima visione della vita.
Se uscirà qualcuno dal gioco, chi pensate riuscirà a trovare un posticino al sole in tv?? Non di certo quei giovanotti, che farebbero impallidire Gerry Scotti o quell'occhio lungo di Amadeus..
Ma questa è la tv. Prendere in giro chi vale per dar spazio all'inutilità.

E' davvero paragonabile la storia, la matematica, la geografia, al ballo, alla ginnastica, al portamento?
Non so voi ,ma la cosa mi fa rabbrividire.
Anche se fa quasi ridere dirlo, basta con le donne belle e sceme (pensate a quello che sto dicendo e pensate che siamo nel 2006!!), cerchiamo di dare un senso anche all'avvenenza, e che non sia solo fine a se stessa!
 
posted by Sara Sidle at martedì, settembre 12, 2006 | Permalink | 23 comments
domenica, settembre 10, 2006
Tra demonio e santita'
Oggi voglio parlare di sesso.
Intendiamoci, non del mio! Voglio solo capire se il parlare di sesso in continuazione, dalla tv, ai giornali, addirittura nei blog, è un sintomo dei tempi che cambiano, o della disperazione generale.
Non sono bigotta, e chi mi conosce, lo sa bene, ma inizio a credere che tutto questo disquisire sull'atto amoroso sia una specie di posa per dare l'impressione di essere trasgressivi.
Per dirla alla toscana "più se ne parla, meno se ne fa!".
Come mai una donna nuda, nella pubblicità o sui giornali tira?
Come mai programmi sul sesso non hanno problemi di ascolti?
A me personalmente, iniziano a stufare. Persone che raccontano i propri sogni erotici, le proprie esperienze di gruppo ed in solitaria..mi sembrano situazioni alquanto squallidine..
La cosa che però mi ha stupita di più è stato il fatto di leggere alcuni blog dove persone scrivono solo di situazioni sessuali, voglie, sogni sempre solo a base di sesso!
Logicamente, ognuno è liberissimo, nel suo spazio, di dire ciò che più piace, ma è quasi comico, almeno per me, leggere affermazioni da "panterone vogliose", dove il solo pensiero della giornata è: stasera ho voglia di un uomo.
Capisco i desideri, sono una single anch'io, ed anch'io amerei avere una persona con me, ma non mi metterei a scrivere di sogni erotici e voglie inconsulte!
Ma alla fine è davvero trasgressione andare a raccontare i fatti propri in pubblico? Siamo davvero "ragazze cattive" nell'urlare la voglia di un uomo?
E, per finire, un uomo ci trova interessanti, così esplicite e aperte?
Magari dovremmo imparare a tenere per noi la nostra parte più intima, o almeno provare a dividerla solo con pochi, forse anche per dargli più valore..non saprei..
La cosa della quale sono certa, però, è la mia totale e personale antipatia per quei blog "trasgressivi", se vogliamo chiamarli così. Quelli dove, tra una notizia e l'altra, scopriamo in che modo piace far sesso al blogger, oppure se ieri sera l'ha fatto con uno oppure un'altro! Sarò della vecchia guardia, ma credo che anche certi discorsi si possano fare con un minimo di eleganza e simpatia.
Perciò, da buona suor Sara chiedo consiglio a voi. Aiutatemi a capire se sono più invitanti le cocenti fiamme dell'inferno, oppure il teporino del purgatorio (il paradiso non lo metto nemmeno, non voglio mirare così in alto!).
 
posted by Sara Sidle at domenica, settembre 10, 2006 | Permalink | 18 comments
sabato, settembre 09, 2006
RIDAGLI, COL GIOCHINO!!!
Ecco di nuovo uno dei soliti giochini del week end.
Questa volta, Pfd'ac mi ha tirato in ballo per elencarvi i miei 5 libri e films preferiti.
Vado ad elencare:

- L'abbeccedario (...)
- I love shopping con mia sorella di S. Kinsella
- Una bambina di T. L. Hayden
- Il cammino di Santiago di P. Coelho
- L'alchimista di P. Coelho

Per quel che riguarda i films:

- Dirty Dancing
- Rocky
- The Snapper
- Il Padre Della Sposa (con Steve Martin)
- Lantana

Logicamente ne ho lasciati molti, comunque passo oltre e lancio la palla a:

Betta
zdora
Albicocco
Gds75
Polveridiluna
 
posted by Sara Sidle at sabato, settembre 09, 2006 | Permalink | 7 comments
venerdì, settembre 08, 2006
IL TRUCCO C'E'
Ho voluto mettere queste foto per ricordare a noi ragazze che chiunque può diventare bellissima. Queste divine ne sono la conferma. Per voi maschietti, svegliatevi!!Anche la vostra Naomi, o la cara Cameron la mattina sono cesse come tutte noi! Perciò tenetevi care le vostre donne, perche alla fine le vere star le avete accanto!!
 
posted by Sara Sidle at venerdì, settembre 08, 2006 | Permalink | 17 comments
giovedì, settembre 07, 2006
La colazione dei cretini
Oggi mi sento così.
Mi sento arrabbiata con un essere che per l'ennesima volta mi ha deluso. Parlo sempre del 44enne che avevo già citato in un post non tanto carino nei suoi confronti.
Lo conosco, ormai da qualche anno, facciamo colazione insieme tutte le mattine, siamo usciti, siamo stati "amanti", io pensavo anche amici. Ho sopportato di dividerlo con altre,ho raccolto i suoi sfoghi ed, io, ho raccontato le mie cose più intime.Ebbene, nella mia testa malata, il non uscire più non avrebbe intaccato il nostro rapporto di "amicizia". Forse per motivi riguardanti il mio rapporto in famiglia, tendo sempre a cercare di manetenere vive le relazioni amorose, anche dopo la loro fine. Ho un sentimento particolare per i miei ex, non più amore, ma mi ci unisce un legame di chi ha condiviso qualcosa di intimo e personale. Purtroppo per gli altri non è così.
Ieri infatti mi sono trovata di fronte il mio rallysta, inutile dire che non ho mai provato per lui un sentimento, perchè mentirei,è per questo che ieri, quando l'ho visto un pò ho sobbalzato. Non parlo di amore, ma di emozione. Le cose tra noi sono sempre state incerte, mai chiare e forse, in fondo in fondo, pensavo non ancora finite. Era da prima delle vacanze che non ci parlavamo, l'avevo rivisto al bar con degli amici e sembrava la persona più felice del mondo. E' sempre così quando è con i suoi amici maschi!Il viso gli si rilassa e i denti spuntano fuori in bellissimi sorrisi. Con le donne? MAI!!
Insomma, ci siamo visti, io per educazione e voglia di fare due chiacchiere gli ho chiesto com'era andato il rally. Gelo. Il suo viso statico non ha pronunciato parola, si è limitato a fare un gesto con la mano per dirmi che era andato fuori strada. Ho insistito:ma allora ti sei fatto male? Silenzio, ed ancora la sua mano ad indicare il suo corpo come a dire: Se sono qui! Poi, stando sempre di fronte a me mi ha ignorato guardando oltre.Finchè non ha visto un suo conoscente. Senza nemmeno avermi detto ciao, si è diretto verso la sua oasi di salvezza.
Mi sono sentita così umiliata! Ma come si può, di punto in bianco, scordare una persona ed il rapporto sia fisico che intimo che si è instaurato con essa?
O forse sono solo io che vedo rapporti anche dove non ci sono..Non lo so, credo però, che le persone, sia amate che odiate meritino rispetto, come sempre ne ho dimostrato io nei suoi confronti.
Che cavolo!Sono davvero arrabbiata. Miss mi dice sempre che lui è così, chiamiamolo "orso", anche se poi intende Stronzo..ed ha pure ragione! Ma spero sempre che le persone tirino fuori il meglio di se, alla fine, e cerco sempre di dare il beneficio del dubbio. Forse ho sbagliato in pieno.
Di certo me ne farò una ragione e annovererò il rallysta nella categoria protetta dei dementi, però mi dispiace, mi dispiace per il tempo perso, l'amica con la quale ho litigato per colpa sua, e per tutti i films che mi sono fatta su di lui.
Quanta pellicola ho consumato!!!
 
posted by Sara Sidle at giovedì, settembre 07, 2006 | Permalink | 12 comments
domenica, settembre 03, 2006
Diffidate dalle imitazioni
Qualche giorno fa, leggendo TV Sorrisi e Canzoni, sono stata attratta da una notizia che mi ha lasciato allibita. I miei più acerrimi nemici, quelli di Miami, mi stanno facendo le scarpe!
Ebbene si, risulta che il telefilm CSI Miami sia quello più visto nel mondo!
Noi di Las Vegas, che inconfutabilmente, siamo partiti per primi, ed abbiamo aperto la strada alla scentifica, siamo solo sesti. Non l'accetto. Quando lo saprà Grissom..
Comunque, onestamente, e non per parte, non amo molto CSI Miami. Bellissime le ambientazioni, i colori, ma vogliamo parlare delle storie, dei personaggi, delle voci!
Per iniziare, vorrei far notare la simpatia che contraddistingua la nostra squadra di Las Vegas, per non parlare della MIA simpatia..eh..abbiamo anche una ex spogliarellista, ed un ex giocatore accanito. Non ci facciamo mancare nulla.Il nostro medico legale, è un uomo di mezza età, con un handicap ad una gamba, una persona umana e normalissima. A Miami invece? Ma l'avete vista? Una pantera nera che fa concorrenza, per la dentatura, al cavallino Michele. Non appena vede un cadavere gli chiede chi l'ha ridotto così, ma dove vive quella!
C'è poi Horatio, un brav'uomo, devo ammetterlo, con un sorriso che te lo fa star simpatico per forza. Anche lui, però, come il vecchio Clint Eastwood, ha solo due espressioni, con gli occhiali e senza!
Continuo col pezzo forte, la bionda Calleigh, una bambolina di porcellana, avrà settantacinque anni ma ne vuole dimostrare trenta. Come elemento a suo favore, devo addurle la voce che gli è stata data. Assolutamente inadatta, come a mio parere quei capelli stile parrucca.
Ma è solo il parere di Sara Sidle.
Anche in campo di indagini, noi di Las Vegas siamo più particolareggiati. Non troviamo, da una sgommata, la storia di una gang! Con noi si lavora di intelletto e deduzione, lasciandoci guidare dal nostro adorato, almeno da me, Grissom. E' lui che ci guida e insegna, ed anche se non risponde al mio corteggiamento, lo stimo e seguirò finchè me lo permetterà.
Devo dire che anche i miei compagni, mi tengono buona compagnia. Nick Stokes, il bello dalla mascella volitiva, Warrick Brown,il sexy dagli occhi penetranti, Catherine Willows, la bonona del gruppo ed anche il nostro nuovo supervisore. C'è poi l'ultimo arrivato, ma non meno simpatico Greg Sanders, e poi ci sono io, con i miei problemini col bere ed il mio amore non corrisposto per Gil. Io e lui abbiamo molte cose in comune, abbiamo fatto del nostro lavoro la nostra vita.
A Miami invece? Non sono compatti, piacevoli come noi,troppo rigidi, freddi.
E' per questo che vi urlo a pieni polmoni, guardate CSI LAS VEGAS, siamo il meglio che potete trovare sul mercato. E mi raccomando, diffidate delle imitazioni!!
 
posted by Sara Sidle at domenica, settembre 03, 2006 | Permalink | 20 comments
sabato, settembre 02, 2006
Passaparola della Francy
Questo è un giochino che mi ha passato Francy, ed io, da buon soldatino, lo passo a voi.

REGOLAMENTO

Il primo giocatore, inizia il suo post con il titolo " CINQUE MIE STRANE ABITUDINI", e le persone che vengono invitate a scrivere un post sul loro blog a proposito delle loro strane abitudini devono anche indicare chiaramente questo regolamento. Alla fine dovrete scegliere altre 5 nuove persone da indicare. Non dimenticate di lasciare un commento sul loro blog o journal che dice " sei stato scelto"(si accettano commenti) e ditegli di leggere il vostro. In sostanza fate come ho fatto io..Quindi, prima riportate il regolamento poi indicate le vostre 5 stranezze, ed infine nominate le vostre 5 persone.

LE MIE 5 STRANE ABITUDINI:
  • Soffiarmi sempre il naso 2 volte di seguito. Non chiedetemi perchè
  • Far sempre la pipì prima di uscire. Anche se esco venti volte il giorno per venti diverse commissioni, anche a distanza di un'ora l'una dall'altra.. Ho la vescichina debole, e se poi non trovo un bagno??
  • Come faccio uno starnuto, un colpo di tosse, la frase ricorrente è: "Ecco, ora mi viene l'influenza!"
  • E' da anni che quando vado in pizzeria prendo sempre e solo la pizza coi wurstel.
  • Non posso uscire se in borsa non metto: scotch, forbici, metro, calze, mesulid,assorbenti,e l'insostituibile, quanto mai silenzioso (visto che non squilla mai!) cellulare.

Passo il testimone a:

  1. Betta
  2. Avanguard
  3. Elessa
  4. Albicoccoalcuraro
  5. Zdora




 
posted by Sara Sidle at sabato, settembre 02, 2006 | Permalink | 13 comments