lunedì, ottobre 30, 2006
Una di noi
Mi sono resa conto di essere più fortunata di Anna Falchi.
Si, non c'è poi tanta differenza tra noi.
Ho sentito, proprio oggi, una sua intervista e mi sono trovata di fronte una nuova Suor Germana in giarrettiera!
Ho scoperto che Anna ama cucinare per suo marito, ed io che credevo al vip con la colf..che sciocca! Insomma, cucina, pulisce da sola la sua casa, mentre io ancora a malignare sul fatto che avesse sempre qualcuno a raccoglierle le briciole, e invece, tapina, divide i compiti di casa col suo povero marito!
Ed io, sempre più acida, che li pensavo una coppia stramilionaria con un mega appartamento e assolutamente estranei ai lavori domestici..
Ma la cosa che mi ha più rassicurata è stato il fatto che anche la nostra ex Lady Finanza vada a fare la spesa al supermercato! Anzi, come da lei stessa affermato, preferisce il mercato perchè la verdura è più buona.
Anna Falchi fa le stesse cose che faccio io (a parte andare a letto con suo marito..). Allora sono fortunata!!
E' bello vedere un personaggio di spicco come la signora Falchi, nei panni di una di noi. Già me la immagino a sfaccendare in cucina, attenta a non sprecare gli avanzi, pensando a quale offerta sarà più conveniente nel discount di turno. Portare i sacchetti della spesa all'interno del mega appartamento o la mega villa, magari aiutata dal suo Stefano, riporre le cibarie nel frigorifero comprato a Mediaworld, e pensare al prossimo invito di amici: "amore, pasta e ceci, oppure due salsicce con fagioli?"
E' tutto così straordinariamente normale..
L'unica cosa sulla quale Anna non ha avuto dubbi è, che sotto il grembiule, assolutamente niente!
Anche se emerge questo suo lato casalingo, non va mai dimenticato che Anna Falchi è una vera donna, ma soprattutto, femmina.
Ora finalmente tutte le donne del mondo sanno che sei una di loro,che il lusso che ti circonda è solo apparenza, il tuo vero essere è solo e soltanto da vera casalinga di Voghera.
Ma quale calendario sexy, quale Lady Finanza, adesso vogliamo vederti dalla Clerici a litigare con Bigazzi per sapere se nella pasta aglio, olio e peperoncino ci va il parmigiano o il pecorino!
 
posted by Sara Sidle at lunedì, ottobre 30, 2006 | Permalink | 22 comments
martedì, ottobre 24, 2006
Sesso, droga e rock'n' roll
Che l'amore renda ciechi è vero, ma in questo caso si esagera!
La coppia sopra raffigurata, credo sia una delle peggio assortite mai viste in vita mia. Appena oggi ho sentito di una rissa, proprio al concerto del gruppo di Pete Doherty , pare causata da un certo nervosismo da parte del cantante. Si dice che dopo una furiosa litigata con lui, Kate Moss abbia lasciato l'Italia. Il motivo?
Quel sant'uomo vorrebbe che la modella non facesse nascere il figlio che aspetta da lui.
Cosa avrà questo ragazzo dalla dentatura imperfetta (e questo sembra quasi un complimento..), dal carattere irascibile, dal fisico non prestante?
Eppure lei, dopo lo scivolone del video che la ritraeva a sniffare cocaina, un periodo di allontanamento e quindi disintossicazione (un mese ..), è tornata da lui più innamorata di prima.
Kate Moss l'icona sexy che tutti vorrebero nel proprio letto, non riesce a distaccarsi da quest'uomo.Sarà il destino, sarà la droga, sarà la disperazione, ma le loro strade non si dividono nemmeno di fronte alle avversità più ardue.
Da parte mia il pensiero va alla figlia della modella e alla creatura che stanno aspettando.
Quale famiglia li aspetta?
Non lo dico per bigottismo, ma se ci pensiamo bene qui in Italia ti tolgono i figli per molto meno, già il fatto di essere poveri potrebbe essere un motivo.
In Inghilterra, invece, pare che nemmeno di fronte ad immagini eclatanti un figlio venga tutelato. Bastano pochi giorni di disintossicazione per essere completamente riabilitati.
Ma il vivere vicini ad un uomo come Pete Doherty non vuol dir nulla?
La foto che ho postato di lui che inietta una dose ad una fan parla da sola.
Tutta questa storia fa solo tanta tristezza.
Due persone allo sbando e alla ricerca di un qualcosa che non troveranno mai. Due vite benedette da Dio, con successo e fama, ma accompagnate da Satana fino all'inferno.




 
posted by Sara Sidle at martedì, ottobre 24, 2006 | Permalink | 20 comments
domenica, ottobre 22, 2006
Piacere, sono la bestemmia
Lo so, sono una cosa brutta.
Non mi si deve pronunciare. Per tante persone, avere a che fare con la sottoscritta significa non andar più in paradiso...
In questi giorni si è tanto parlato di me, sono state dette molte cose, giustamente tutte a mio sfavore, ma non è che mi demonizzate troppo?

Lo ammetto, in bocca alle persone faccio fare pessime figure, e forse chi mi pronuncia deve sempre chiedere scusa a qualcuno lassù, ma alla fine, quale grande danno posso fare? Non uccido nessuno, non molesto i bambini, non rubo, non mi prostituisco, non corrompo..Sono solo orribile da sentire. Ma allora, come mai per quel che mi riguarda mi esiliate e additate, mentre alla tv vedo fare cose nefande?
Non credo di essere peggio di una Gregoraci, che con la sua arte della prostituzione è riuscita ad accaparrarsi contratti e milioni. Anche lei è un brutto esempio, ma perchè la mandano in onda in una pubblicità sulla Rai?
Se vogliamo possiamo parlare di Milton, accusato di aver sposato una fanciulla solo per avere la cittadinanza italiana, e nemmeno per sogno intenzionato a separarsi per non darle gli alimenti. Un uomo violento (se ricordate La Fattoria con Floriana) e di sicuro non un bell'esempio.
E per finire, quanti preti vengono accusati di molestie a donne e bambini ed ugualmente continuano a fare il proprio lavoro? Se ci pensate, non sono la cosa peggiore che vi può succedere. Sono una debolezza, non giustificata sicuramente, ma sono solo una parola. Perciò il mio consiglio è di iniziare a dare il vero valore alle cose che succedono. Non farsi trarre in inganno dalla Chiesa che mi demonizza tanto per poi accettare pedofilia all'interno della sua casa. Per non parlare dei divorziati che vengono tacciati, dalla stessa, alla stregua dei peggiori malfattori.
Non dovrei esistere, lo so, ma prima di salutarvi, voglio sfatare questo mito che i toscani bestemmiano più degli altri. Sono in bocca a molti, ricchi, poveri, del nord e del sud, e tutti dopo avermi nominata DEVONO chiedere scusa, ma non si meritano certo la pubblica gogna!..
 
posted by Sara Sidle at domenica, ottobre 22, 2006 | Permalink | 20 comments
giovedì, ottobre 19, 2006
Belle... per forza !
Comercial Dove


Finalmente ho capito.
Sono bellissima.
Ebbene si, vedendo questo video, mi sono resa conto che la bruttezza non esiste.
E meno male!
E' tutto un bluff, siamo tartassati dal fatto di dover essere belle come le pubblicità, o le dive alla tv, ma in ogni caso lo standard di bellezza è molto alto. Ora ho capito anche perchè.
Stiamo tranquille donne di tutto il mondo, basta Photoshop e diventiamo come Sharon Stone, oppure come la Bellucci. Anche noi potremmo aspirare a fare un calendario,e senza vedere quei brutti inestetismi!
Hai il collo corto? Si allunga. Gli occhi color cacca? Diventano verde smeraldo. La tua bocca è una fessurina? Nessun problema, te la facciamo meglio della Parietti!
E' per questo amici miei che vi dico: avete visto mai che tutti i giorni passate davanti un cartellone pubblicitario e quella fotografata sono proprio io??
 
posted by Sara Sidle at giovedì, ottobre 19, 2006 | Permalink | 28 comments
domenica, ottobre 15, 2006
Brazilian Love Affair
Oggi sono in vena di ricordi.
Come si vede dalla foto, sto ripensando al mio vecchio e mai vissuto completamente, amore.
Si chiama Flavio ed è di Porto Alegre.
Inutile dire, che il grande sentimento l'ho vissuto solo io, ma in ogni caso è un meraviglioso ricordo che porterò sempre con me.
L'ho visto, per la prima volta, mentre stavo insieme al mio fidanzato di allora. Era voluto andare a bere qualcosa in questo locale brasiliano, aperto da poco ed io lo avevo seguito di malavoglia.
Il destino ha voluto che a servire al nostro tavolo fosse proprio Flavio. Non so cosa sia successo, ma appena l'ho visto dentro di me qualcosa è esploso. Per i giorni a seguire, col mio fidanzato, ho finto spudoratamente che il locale non mi fosse piaciuto e che il cameriere mi stesse pure antipatico.
Ed invece, lo pensavo sempre..
Dopo pochi giorni, ero rientrata ufficialmente sulla piazza!
Inutile dire che appena possibile sono tornata al locale e da lì è iniziata la mia meravigliosa Odissea.
L'ho baccagliato spudoratamente, ed essendo lui da poco arrivato in Italia, è stato ben felice di chiedermi il numero per vederci. La nostra uscita, per me, è stata da cardiopalma. Uno dei giorni più belli della mia vita. Una grande emozione, come il nostro primo bacio. Ancora adesso se ci penso mi agito..Sembra quasi una bella storia, non fosse che non è stata tutta rose e fiori, anzi..
Flavio, non era bellissimo, ma aveva qualcosa in se che piaceva molto alle ragazze. Eravamo in parecchie ad adorarlo, e, ad attendere con ansia a chi di noi avrebbe rivolto le sue attenzioni. Dirvi che non ho sofferto sarebbe bugia, ma sapeste quanto amore ho provato! Tutto di lui era speciale, ricordo ancora quando arrivava, con la sua inimitabile camminata, e quel suo odore.. quanto mi piaceva..
Ebbene, questa dichiarazione d'amore postuma solo per pormi le solite domande.
Chi di voi ha un suo Flavio nel cuore? Parlo, logicamente sia di uomini che di donne.
Quanti nascondono un'amore oppure una passione travolgente, che gli ha scombussolato la vita, ma che purtroppo è finita?
Io, malgrado, anche il dolore che ho provato, ricordo quel ragazzo tutt'ora con tanto amore e affetto, e ricordo, ancor di più tutta la passione che è riuscito a tirarmi fuori.Se sono ancora innamorata? Forse si, del ricordo di quei tempi, sicuramente.
E voi, c'è qualcuno che amate nonostante sia una storia finita o magari, mai veramente iniziata?
Mi dispiace per chi non può ascoltare la musica che ho scelto, è una canzone che allora, ed onestamente anche ora me lo ricorderà per sempre. E per dirvi quanto ero persa, vi basti pensare che avevo scelto per noi, Giorgia con "Come Saprei", più sdolcinata di così si muore!
Perfino Sara Sidle ha un cuore, anche se da un po' di anni è tornato a marciare alla stessa monotona velocità!!
 
posted by Sara Sidle at domenica, ottobre 15, 2006 | Permalink | 14 comments
giovedì, ottobre 12, 2006
..Ma io lo amo !
Se c'è una cosa che odio, è il tradimento.
Direte voi, chi lo sopporta. E' vero, ma io sopporto parecchie cose, sono tollerante, paziente, ma la cosa che detesto al pari del tradimento del mio uomo, è il tradimento da parte di una amica.
Devo ammettere che l'idea di scrivere su questo peccatuccio mi è arrivata quando una mia amica mi ha raccontato la storia di un ragazzo che sta frequentando.
Ebbene,questo giovane, 27enne, è sposato.Vive in un paese di montagna a fianco della famiglia e della famiglia del fratello. Come succede nelle migliori soap opera, il fratello intreccia una relazione con la moglie del nostro povero giovane.
Penso, una delle più grandi tragedie che possono avvenire.
Ne consegue la separazione da parte delle due famiglie e la formazione della nuova coppia fedifraga.
Ora, mi domando: ma è possibile frenare la passione per la moglie di tuo fratello? E' possibile dirsi, NO, quella donna è senza dubbio da evitare? Si può rispettare una persona invece che dar libero sfogo alla propria attrazione fatale?
SI, SI, e ancora SI. Sono assolutamente contraria alle varie frasi: ma io lo amo.., oppure, è un amore così grande che non ho potuto farne a meno.
Tutte cazzate.
Ho sempre avvertito le mie amiche del fatto di essere una bonacciona, e di essere disposta, anche, a farmi togliere le mutande (modo per dire che possono farmi di tutto), ma capace anche di arrivare alle mani se una mia amica si prendesse delle libertà col mio uomo o presunto tale.
Tra tutti i maschi al mondo, perchè dovrebbe cercare proprio il mio? A volte è accaduto anche a me di vedere il fidanzato di qualcuna e pensare: magari l'avessi io un "ragazzino" così. Ma subito dopo allontano questi pensieri, come se il ragazzo in questione non esistesse o fosse addirittura un prete..
Eppure, quante situazioni di questo genere esisteranno in giro. Quante pseudo amiche o amici si troveranno ad uscire insieme, ignari che forse sotto i tavoli ci sono strani intrecci di gambe.
Come si fa a comportarsi così da bastardi?
Questo ragazzo del quale vi ho parlato, vive ancora, dopo anni, col terrore di trovarsi di fronte una donna come la sua ex moglie. Chi gli toglierà più questa atroce insicurezza?
Credo che per nessun grande amore, o denominato tale, si possa ingannare così un amico, o ancor peggio un fratello. Chi di voi è d'accordo sul fatto che una passione valga più di una amicizia?
Lo so, la colpa del tradimento è sempre sia della donna che dell'uomo, ma da povera disillusa, da un uomo il tradimento me lo aspetto, da una amica, NO.

Consiglio di ascoltare "La donna del mio amico" dei Pooh. Canzone indubbiamente disturbante ma non per questo meno bella.


 
posted by Sara Sidle at giovedì, ottobre 12, 2006 | Permalink | 24 comments
domenica, ottobre 08, 2006
Cyrano o Christian ?
Stasera, guardando la "Pupa e il secchione" (e qui scattano le scuse pubbliche, nel senso che guardo questo reality e mi piace tanto, malgrado il mio post di protesta!), mi sono soffermata sulla storia di Silvia (sosia di Paris Hilton) e il siciliano Spinò. Ebbene, questo ragazzone un po' in carne e, a detta del titolo, secchione, è un vero e proprio corteggiatore vecchio stampo.
Sarà che sono sempre stata del parere che i siciliani siano uomini d'altri tempi, come molti meridionali, e quindi, esperti corteggiatori.
Da qui le mie solite domande: ma il corteggiamento, esiste ancora?
Ricordo i racconti di mia mamma,quando, gongolandosi,raccontava che, ai suoi tempi, i ragazzi venivano ad aspettarla fuori dal lavoro per poterla riaccompagnare a casa.E adesso? I miei,cosiddetti corteggiatori, non aspettano nemmeno che entri in casa, dopo aver passato insieme una serata..
Il corteggiamento è ancora un'arma di conquista, oppure noi donne, ormai emancipate, vediamo queste attenzioni solo come falsi approcci per arrivare ad una mira?
Dal canto mio, quando a volte vedo films un po' datati, mi ritrovo a pensare a come sarebbe, se ai giorni nostri, gli uomini avessero le attenzioni e la pazienza che contraddistingueva quell'epoca. Mi immagino una persona che si toglie il cappotto per coprirci le spalle quando fa freddo, che ci apre le porte, che ci porta fuori solo se può permettersi di offrire, uno che ti serve sempre da bere per prima, e che ogni volta che ti vede ti fa sentire la regina del suo cuore.
Non so voi, ma per quel che mi riguarda, poche volte mi sono imbattuta in veri gentiluomini, mi ricordo ancora quando l'amore della mia vita, al primo incontro, vista la mia dimenticanza del cappotto, causa panico e gioia, si tolse il suo giubbotto per farmene dono..Inutile dire che l'amore che provavo ebbe un'esplosione!
Non sono per le cose tanto romantiche, ma adoro i gesti gentili e premurosi.
E gli uomini cosa pensano di questo?
Penso che corteggiare sia un'arte, e credo altresì che un corteggiamneto fatto male possa scadere nella molestia.
In tutti i miei vaneggiamenti non ho fatto il conto con noi donne moderne. Noi, che all'urlo di, tremate tremate le streghe son tornate, ci sentiamo donne tutte d'un pezzo. Noi che facciamo meglio degli uomini, noi che siamo emancipate e battagliere, ma che davanti al film Ghost ci sciogliamo in lacrime.
Sapremo apprezzare un uomo galante e vecchio stampo?
O forse amiamo il bastardo, quello che ci tratta male, che si fa attendere,che si fa venire a prendere ed a volte anche offrire da bere? Io, ho provato tutto ciò, e forse è per questo che vorrei poter tornare alle origini!!!
Allora, Cyrano de Bergerac, oppure il dottor Christian Troy??
 
posted by Sara Sidle at domenica, ottobre 08, 2006 | Permalink | 26 comments
venerdì, ottobre 06, 2006
C'e' posto per tutti !
Alice, in un commento a un post di Miss Dickinson ha scritto:
"..Perchè spegnerla (la televisione n.d.r)? Perchè è sempre stata e diventa ogni giorno di più, per beoti. Perchè la media dei cervelli che la guardano si abbassa, e perchè addomestica. Tutti anestetizzati all'idiozia.."
Queste frasi mi hanno fatto pensare.
Mi piace guardare la tv, mi piace vedere un po' di tutto, il bello, il brutto, ma più che altro mi piace parlarne. E' da beoti? Da cervelli anestetizzati?
Non lo so, ma di sicuro, in cuor mio, non trovo giusto liquidare le conversazioni, nelle quali partecipano tante persone, con un "non guardate la tv, è da scemi..".
Fortunatamente nel mondo siamo in molti, alcuni si sentono, magari giustamente, più acculturati e profondi di altri, ma non per questo si devono elevare, nel caso specifico, a paladini della "buona" tv.
Se devo collocarmi da qualche parte, preferisco mettermi tra i cosiddetti "normali", chiamiamoci così, anzi, forse propendo più per gli ignoranti. Non leggo molto, non ho fatto l'università, e guardo la televisione! Ma tutta ehhh!!!
Lo so, la media del il mio cervello si abbasserà sicuramente, ma non mi considero proprio così addomesticata, come non considero tale Avanguard, Francesca, Francy, Signo, Pfd'ac , Zdora e tutti quelli che mi fanno la cortesia di venirmi a trovare.
Trovo giusto, da parte di Alice, aver espresso in maniera così aperta e sincera il suo parere, e sicuramente non sarà il suo concetto a farmela considerare in altro modo.
Non apprezzo lo snobismo, lo trovo arrogante ed anche un po' superficiale, soprattutto se a farne una bandiera sono persone giovani, intelligenti e colte.
Andatevi a leggere "Il pianista tedesco" sul blog di Signo, converrete con me che spesso la cultura non è sinonimo di intelligenza!
Meditiamo gente, meditiamo.


 
posted by Sara Sidle at venerdì, ottobre 06, 2006 | Permalink | 17 comments
giovedì, ottobre 05, 2006
Stasera a Telesorcio
Come ogni mercoledì sera, L'Isola Dei Famosi, mi procura rabbia e rassegnazione.
Stasera con chi ce l'ha? direte voi.
Ebbene, stasera è il turno del mio conterraneo, Massimo Ceccherini.
Devo ammettere che appena arrivato sull'isola, ha subito conquistato la mia simpatia, vuoi per la regione d' origine, la Toscana, vuoi per rimembranza dei suoi films.
Ma la pacchia è durata poco.
Cosa nasconde, in verità, il Ceccherini?
Che abbia un carattere irascibile, si era notato, ma dopo la confessione della Domiziana Giordano, la sua immagine si è trasformata in Dr Jeckyll e Mr Hyde.
Inutile soffermarsi sulla conduzione a dir poco faziosa della signora Ventura, entusiasta per le battute volgari e caserecce del Cecca. La lite sotto l'uragano dello stesso e Dan Harrow ha creato, finalmente, il caso che tanto si cercava all'Isola Dei Famosi.
Bestemmie, piatti in faccia, urla e maleparole, così raccontano gli esclusi dalla spiaggia.
Di contrasto, tutti gli opinionisti della trasmissione, innamorati dell'attore, pronti a difenderlo a spada tratta andando contro alle Kris & Kris e Fernanda Lessa, anch'esse d'accordo con la Domiziana.
Ma mi chiedo, perchè il Ceccherini ha solo intemperanze, come dice la Ventura, e le due americane sono state tacciate di esseri immondi solo perchè hanno preferito abbandonare il gioco?
Ho appena assistito alla mega lite tra la Ventura e la famiglia (madre e figlia) Giordano, una cosa deplorevole, per chiunque l'avesse vista. Chi ha ragione?
Devo dire che al peggio non c'è mai fine..
Si sta raggiungendo dei punti di cattiva televisione che nemmeno a Telesorcio si trova..
Ceccherini, santo subito, oppure un bestiale satanasso?
Nessuno lo saprà mai, veramente. Quello che passa dalla striscia quotidiana è solo amore, amore e simpatia, come vedere un film del Pieraccioni.
Quello che si dice fuori dai denti è la descrizione di un maleducato, volgare, manesco. Uno che se la prende con le donne, mancando loro di rispetto.
E se butto nel calderone anche il nome del serial killer Dan Harrow cosa mi dite? Altro pezzo da novanta nella saga dei mangiatori di bambini.
Di tutti questi discorsi l'unica e sola che ne trae giovamento è sempre Lei, la signora Lavagnètta.
Quella che quando ama, ama spudoratamente, ma quando odia, è subdola e odiosa..
Così, come stasera è stata odiosa L'Isola Dei Famosi, ma d'altra parte, niente di nuovo, quando nei dintorni bazzica Simona Ventura..
 
posted by Sara Sidle at giovedì, ottobre 05, 2006 | Permalink | 16 comments
domenica, ottobre 01, 2006
La patata lessa di Rocco
Di solito nell'adolescenza si hanno dei "miti" (forse questo è un parolone), chi ha avuto cantanti, attori, io ho avuto Rocco Siffredi.
Io, insieme ad un gruppo di amiche, ci divertivamo, a volte, nel guardare qualche film porno, assolutamente avente come interprete il mitico Rocco.
Non pensate male, non eravamo depravate, ma mettete 5 o 6 ragazze, magari alcune anche dalla battuta facile, in una stanza con un film hard..quello che ne esce va al di sopra dell'immaginario.
Delle sane e caserecce risate non ce le levava nessuno.
Ebbene, una volta ci venne in mente di rintracciarlo. Nessuno problema, dall'elenco risalii ai suoi genitori e da lì iniziò la prima telefonata di contatto.
Mi spacciai per una amica che aveva perso il suo numero di telefono e pregai i suoi di ridarmelo.
Nulla di più semplice, i suoi genitori furono gentilissimi e mi procurarono il fatidico numero.
Dopo un attimo di panico decisi di chiamarlo al cellulare. Non vi dico l'emozione, quel bel ragazzone che avevo visto, già, in tutta la sua intimità avrebbe parlato al telefono con me!
Mi decisi e chiamai. Fu gentile, gli spiegai che eravamo un gruppo di amiche e che lo ammiravamo come attore(...), che ci stava simpatico ed altri complimenti.
Parlammo per qualche minuto, e quando gli dissi se potevo richiamarlo non si oppose.
Nella mia beata ingenuità mi sembrava di aver parlato con chissacchi, però se devo essere sincera, ancora adesso provo molta simpatia per il signor Siffredi.
Dopo vari consulti decisi di richiamare qualche tempo dopo. Parlammo ancora, finchè dopo qualche minuto la sua frase mi gelò il sangue: ma per caso vorresti fare un film?
Mi immaginai sul set con tutti quegli energumeni ed arrossii..mio Dio, mi aveva mica preso per una porcona!!
E sì che avevo sempre cercato di parlare fine ed educato, facendo capire che era un gioco tra amiche!
Dopo il primo attimo di panico buttai là una frase sul fatto che non sarei stata adatta, ma lui insistette: se hai chiamato forse lo vorresti fare, perchè non provi..
Capii che il suo affondo era stata una provocazione per non smentire il suo ruolo di sexy porno attore, abbozzai e ringraziandolo dell'opportunità lo salutai.
Ricordo sempre con tanta simpatia quelle telefonate e quel periodo goliardico, aver parlato con Rocco Siffredi, fu per me, una sferzata di trasgressione, e credetemi, a quei giorni e con le mie amiche, già vedere un porno e riderci era trasgressione pura!!
Ora che sono un po' cresciuta penso, e se quel film, l'avessi fatto??
Mio Dio, potevo essere una porno attrice ora!!!
E invece niente, sono rimasta con la mia candida purezza e sono quasi più simile ad una suora che ad una porcona.
Quando si dice il destino...

 
posted by Sara Sidle at domenica, ottobre 01, 2006 | Permalink | 29 comments