domenica, novembre 26, 2006
E loro pagano
Come alcuni già sanno, vivo a Montecatini. Da qualche anno a questa parte, viene chiamata "la città del vizio". Siamo invasi da ragazze straniere, impiegate, alcune, sul marciapiede, altre nei night club ed altre ancora in locali di lap dance.
La cosa che mi fa riflettere, però, è l'attrazione che suscitano negli uomini.
In questi giorni, parlando con alcune amiche ci siamo trovate a farci confidenze su quanti uomini si siano lasciati ammaliare da donne dalla dubbia moralità. Tutto nella norma, i tradimenti sono sempre esistiti, le scappatelle ci sono da una vita.. Ma quello che non riesco a comprendere è che la maggior parte degli uomini, almeno qui dalle mie parti, arrivano a sperperare vere e proprie fortune per vivere storie d'amore con ragazze straniere.
Cosa cambia tra innamorarsi di una tua connazionale invece che di una russa? Come mai, con una moglie, si lamentano per il fatto di dover lasciare loro i soldi per la spesa, mentre invece con una domenicana, ad esempio, si va sempre a mangiare al ristorante? Perchè nessun uomo riflette su dove ha incontrato la bellissima ragazza che si porta accanto e non si pone minimamente il problema se, dopo di lui, il suo ruolo viene immediatamente rivestito da qualcun'altro?
Questi sono dilemmi che mi porto dietro da anni. Cosa possiedono certe donne (per la maggior parte straniere) che inducono gli uomini a perdere la testa, nel vero senso della parola?
La cosa triste è che sempre più ragazzi giovani si lasciano irretire da bellissime e costosissime donne. Ma nessuno si lamenta mai. Se a me capita che qualcuno mi offra una cena, state certi che la volta dopo tocca pagare a me!!
Vorrei riuscire a rispondere a questi quesiti. Mi piacerebbe sapere perchè, ragazzi di 25 anni ed anche meno, passano le loro serate nei night club a sputtanarsi stipendi invece di uscire con coetanee, perlomeno più oneste e modeste. Ed ancora, perchè nessun uomo si ferma un attimo a riflettere, quando inizia una relazione con una donna che chiede spesso e volentieri regali sempre più costosi?
La parte maschile, non si sente svilita sapendo che una donna lo frequenta solo per soldi?
Aiutatemi a capire questo nuovo fenomeno che non riesco ad accettare.
Sono convinta che alla fine per trovare un fidanzato, mi toccherà inventarmi un nome che sappia di Cremlino.
Nikita, Svetlana o Matrioska???


 
posted by Sara Sidle at domenica, novembre 26, 2006 | Permalink | 27 comments
mercoledì, novembre 22, 2006
AGGIORNAMENTO FINALE
Cari Adepti, visto questo mio momento di influenza, mi sono interessata a farvi sapere dove sono finiti i vostri cuori e risparmi. Ebbene, questa che vedete in foto non è altro che la nostra sede. Umile, lo so, ma d'altra parte, la Setta della Colomba non nasce a scopo di lucro. Le nostre anime hanno bisogno di una stamberga dove dar vita alle nostre fantasie, ed io, con i miei, i nostri risparmi, ho comprato questa abitazioncina. Dovrete accontentarvi..


Continuerei, poi, con il nostro giardino. Non ho trovato di meglio, ma ce lo faremo bastare. Immancabile, per tutti noi, il nostro amato nettare. Botti colme di buon vino per rallegrare le giornate nel regno del Ben Gody. Da buona Guru, non mancherò di assaggiare ogni botte...poi dite che non mi sacrifico per voi! Cari adepti miei,uniamo le nostre anime, io, da parte mia, mi sono data da fare per accogliere nella nostra bellissima Setta tanti amici, graditi più o meno da tutti voi. La foto che ho postato sotto, ritrae solo alcuni dei nostri ospiti, che mi hanno chiesto esplicitamente di poter far parte della nostra Setta della Colomba. Ripeto, sono solo alcuni, badate, chi manca, immaginatelo, ci sarà!

Detto tutto ciò, chiudo con questo viaggio karmico. Spero che tutti insieme vivremo nel Regno del Ben Gody, felici e spensierati come nella vita reale, a volte non succede.Unisco il mio cuore al vostro e vi saluto con uno starnuto. Ma essendo uno starnuto della vostra Guru, potete prenderlo come fosse acqua Benedetta! Esagero? Nooooo, siamo o non siamo quelli della Setta della Colomba?????

 
posted by Sara Sidle at mercoledì, novembre 22, 2006 | Permalink | 22 comments
mercoledì, novembre 15, 2006
Che tutti i blogger vengano a Me...
Dopo l'ultimo post, ho sentito nascere in me una strana voglia di incontrarmi con l'infinito.
E' così che ho voluto formare la mia setta. Sono diventata la Santona Sara Baba, del regno del Ben Gody.
Ho cercato un nome appropriato per questa mia comunità, ma non sono ancora convinta del risultato.
Noi, saremo la Setta della Colomba (chi non sa il detto, meglio, una volgarità in meno!).
Perciò cari blogger, chiedo a voi di diventare miei nuovi affiliati, e chiedo ancora a voi di formare con me la nostra comunità.
Il nostro percorso, dovrà sempre essere costellato dal buon vino e dal cibo succulento. Per noi adepte, uomini bellissimi dovranno sollazzarci, mentre per gli adepti , ragazze da sogno allieteranno le loro giornate.
Spero nel vostro aiuto per ampliare i confini della Setta della Colomba, illuminatemi con le vostre richieste e le vostre idee per una setta migliore.
Il regno del Ben Gody, deve crescere e per farlo ho bisogno delle vostre "secchiate d'amore" (come disse la mia inesauribile fonte d'ispirazione, Luca Calvani) !
Coraggio, lasciatevi trasportare in un mondo parallelo!
Tendete le mani verso le mie!
Sono Sara Baba, faccio miracoli, quasi come Berlusconi, quel che tocco diventa prezioso, quasi come Briatore, adoro la mortadella, come Prodi.
Perciò, angeli della Comunità della Colomba, aderite alla mia setta, dovete solo portare tutti i vostri risparmi, ma solo perchè ve li conservo io, mica per altro..
Se poi non volete aderire economicamente, voglio da voi la promessa che non farete mai entrare nella nostra setta, la satanica dieta, e che non vi tirerete mai indietro di fronte ad un incontro galante con qualche bellone/a mozzafiato.
Vi attendo numerosi, e ricordate:
Nella Setta della Colomba, si fanno solo tre cose:
Si mangia
Si beve
Si .......!
 
posted by Sara Sidle at mercoledì, novembre 15, 2006 | Permalink | 48 comments
lunedì, novembre 13, 2006
Sopravvivi !
E' stato ascoltando delle nozze di Tom Cruise che mi sono decisa a sapere qualcosa di Scientology.
Facendomi un giro sono approdata a questo sito, nel quale, la religione in questione, è spiegata alla perfezione.
Non voglio esprimere il mio giudizio più intimo perchè non voglio offendere chi crede in questa dottrina, ma permettetemi di dire, che a mio modestissimo parere, sembra una grande bufala.
Leggendo le regole di vita di Scientology, mi sono chiesta, quale sentimento, o meglio quale mancanza fa avvicinare i nostri divi americani alle teorie del signor L. Ron Hubbard.
Mi aspetto, da persone arrivate nella vita, con un cervello pensante, una agiatezza economica, e una cultura (si spera), un minimo di concretezza anche nella ricerca della propria religione. Non che la religione sia concretezza, ma se buttate un occhio alle teorie di Scientology, capirete la mia avversione. Ne parlerò in termini, forse troppo semplicistici, e qui chiedo scusa per eventuali imprecisioni.
Per ora cito:
"Si può affermare che lo scopo della vita sia il raggiungimento di una sopravvivenza infinita. Sebbene si sappia da molto tempo che l’uomo cerca di sopravvivere, del tutto nuova è la considerazione che questa sia la sua motivazione primaria. È possibile infatti dimostrare che gli uomini, in quanto forme di vita, in tutte le loro azioni e nella totalità degli obiettivi che si prefiggono, rispondono a un solo comando: “SOPRAVVIVI!”.
Già da qui si inizia a capire il fulcro della religione, ma la cosa ha un lungo seguito, e vi lascio, anzi vi consiglio di leggere attentamente quello che ho letto io.
La cosa che mi ha spinto a scrivere questo post, è il mio non arrivare a capire, come mai, le persone amino infognarsi in queste storie. Dalle mie parti, un tempo esisteva "Mamma Ebe" definita una santona. Usava la religione per accaparrarsi soldi e favori sessuali, insomma il solito schifo. Ma Scientology, supportata da tantissimi vip, è diventata una potenza, sembra quasi che nello star system americano, se non sei un suo affiliato, conti ben poco.
E' così che allora girando per la rete, ho trovato questo altro sito, a me più simpatico, dove viene un po' sputtanata tutta la dottrina in questione
http://xenu.com-it.net/libri/scandalo/index.htm
Scientology ha sempre attirato la mia attenzione e mi faceva piacere parlarne con voi.
Come disse qualcuno: "Stretta la foglia, larga la via, dite la vostra che io dico la mia".
Potrei anch'io fare la Santona???

 
posted by Sara Sidle at lunedì, novembre 13, 2006 | Permalink | 18 comments
mercoledì, novembre 08, 2006
A. A. A. adorabile cercasi
ATTENZIONE: QUESTO POST SE E' POSSIBILE DEVE ESSERE LETTO CON IL SOTTOFONDO MUSICALE CHE HO ESPRESSAMENTE SCELTO PER VOI. PERCIO' ALZATE IL VOLUME.

Ebbene si, da buona zitella in cerca di marito, i miei occhioni si sono posati su un ragazzo degno di nota: il bel Luca Calvani.
In questo post voglio fare la sgarzullina ed urlare quanto mi piace questo ragazzo. Chiamatemi sciocca (spero non le ragazze), ma non appena apparso all'isola, mi sono presa una cotta!
Naturalmente queste mie parole sono in tono ironico, non vorrei vedermi arrivare commenti sulla mia demenza senile..., in ogni caso, come si fa, vedendo tutto questo ben di Dio, a non vacillare??
Un bel pratese, io sono pistoiese, siamo anche porta e uscio, come si dice da noi, che voglio di più?
Parliamoci chiaro, ho 35 anni, sono in età di marito, e quando si vede un uomo così, uno che ti dice che la sera sta a casa, uno che snobba la pischella Sara Tommasi, uno sensibile, bello, ma come si fa a non perdere la testa??
Non vedo l'ora che l'Isola Dei Famosi finisca, che esca dalle grinfie della strega Ventura, che troppe volte lo maltratta. Ma poi, a lei cosa frega se non vuole la Tommasi? E se magari apprezzasse una donnina come me? Sai che scoop su Novella 2000!
Immagino il titolo: "Giovane esordiente della famosa isola, sorpreso con una donna sconosciuta, pare si tratti di una certa Alessandra, e si dice sia vicino all'attore.."
Mica male eh?
Hi! Hi! Hi!
Chissà perchè quando piace un personaggio pubblico, immaginarsi al suo fianco sembra così strano, come se non fossero persone come noi, anche loro mangiano con le mani, fanno la cacca e le puzzette e le figure di m...
E allora? Non avrò il fisico di una velina, non avrò Lele Mora che mi piazza, non sarò vestita alla moda, non frequenterò locali vip..embè? Ho un migliaio di altre cose..
Insomma, voglio urlare quanto è bono Luca Calvani, così, poi, lui lo legge, mi risponde, usciamo e scoppia l'amore. Facile no?
Vabbè, mi sveglio, state calmi, ho ripreso possesso delle mie facoltà mentali. Ora sono in me.
Stasera avevo voglia di dire due bischerate, anche se il Calvani a casa mia lo porterei moooolto volentieri..
Non voglio nemmeno pensare ad un suo eventuale gusto sessuale diverso dal mio, questa idea, la allontano. Anche perchè, invidierei tanto l'uomo fortunato che riuscirà ad attrare il bel giovane in questione..
Ah..Luca mio..Prato è così vicino, un caffè a casa mia te lo offrirei tanto volentieri..e poi chissà..magari al posto del cioccolatino col caffè preferirai me.
Dopotutto, ragazzi, voi non sognate mai?


 
posted by Sara Sidle at mercoledì, novembre 08, 2006 | Permalink | 30 comments
lunedì, novembre 06, 2006
EDUARDO PALOMO

IN RICORDO DI EDUARDO PALOMO
06 NOVEMBRE 2003
06 NOVEMBRE 2006
 
posted by Sara Sidle at lunedì, novembre 06, 2006 | Permalink | 153 comments
sabato, novembre 04, 2006
Al lupo, al lupo !
Devo ammetterlo, non mi è simpatica.
E' di questi giorni la notizia che Annamaria Franzoni farà uscire un libro sulla sua verità, riguardo la morte del figlioletto Samuele.
Ora, la cosa che mi turba di più è, perchè questa uscita proprio vicino alla sentenza in appello?
Non voglio per forza essere sospettosa, ma non vedo questa mossa molto azzeccata.
Ritengo difficile parlare di questa storia proprio per la delicatezza del fatto. La morte di un bambino non dovrebbe mai essere affrontata in maniera leggera, ed io per prima non voglio stare a raccontare tutta la storia della sua povera fine.
Voglio invece provare a capire una mamma. Ho vissuto, forse in maniera diversa, un'analogo lutto con mia zia, ed ancor di più non riesco ad avvicinarmi a questa strana donna.
Ritengo che dopo una perdita di quelle proporzioni, non sia la televisione ad alleviare una situazione tanto drammatica. La sua presenza costante, invece pareva più accreditarla come prezzemolina che come una madre che lotta per arrivare alla verità sulla morte del proprio figlio.
E che dire della sua voglia inconsulta di avere un'altro figlio? Lecitissima, se non fosse che il bambino è stato messo in cantiere pochi mesi dopo la morte di Samuele. Nella mia mente malata trovo incomprensibile aver voglia di far l'amore con mio marito pochissimo tempo dopo aver visto il mio bimbo, di pochi anni, con la testa fracassata.
Non so se davvero sia stata lei o no, se fosse innocente, sarebbe una martire per tutte le cose che ha dovuto sopportare, se fosse colpevole..beh, difficile poter dare una definizione adeguata.
La cosa più brutta di tutta questa storia, è stato questo tumulto mediatico nel quale la signora Franzoni ha sguazzato. Le cose potevano essere fatte nel più totale silenzio, proprio per smorzare il polverone alzato. Se lei, suo marito, o addirittura il loro genio di avvocato sanno chi è il colpevole, lo dicano. Sarebbe l'unica cosa che dovrebbero urlare. Altrettanto, se apparire in tv, magari col nuovo figlioletto in braccio, scrivere libri sulla morte dell'altro tuo figlio, dimostrare che i tuoi vicini di casa ti affidano i loro bambini, far vedere che sei parte di una famiglia unita, pronti a farti scudo qualsiasi cosa accada, se questa è la sua linea difensiva, allora, e glielo dico sottovoce, una gran mamma non sei.
A volte vorrei essere davvero Sara Sidle, dare il mio contributo per arrivare, finalmente, a mettere a questa storia la parola fine. Ma non lo sono, rimarra in me sempre il dubbio se una madre può essere davvero così cinica da mentire in maniera così egregia, oppure per l'ennesima volta si è urlato al mostro sulla persona sbagliata.
 
posted by Sara Sidle at sabato, novembre 04, 2006 | Permalink | 25 comments