venerdì, gennaio 26, 2007
Mare Nero
Era da molto tempo che volevo farmi un giro in rete, volevo provare a nuotare in acque non del tutto pulite.
Gli annunci personali.
Devo ammettere che da quel poco che ho visto la situazione non è tra le migliori. La maggior parte dei siti riguardanti incontri, amicizie, amori, nascondono un sottobosco di pornografia e spesso belle foto ammiccanti.
Guardando i vari annunci, ho scorso le varie età delle persone che cercavano una compagnia. Abbracciavano più o meno tutte le fasce di età. Si passava dai poco più che ventenni ai sessantenni.
Ora, mi chiedo: come si può mettere un annuncio, magari anche con la foto, per cercare un uomo/donna?
Non riesco a pensarla una buona idea. Capisco che molti hanno problemi a conoscere persone nuove o ad iniziare una storia, ma è davvero più facile mettersi alla berlina di chiunque per trovarsi un "fidanzato/a"?.
Ma non mi sono fermata qui.
Le acque stanno veramente facendosi scure, ma anche interessanti.
Ho trovato un escort!
Ebbene si, male che mi vada la vecchiaia, e abitando a Montecatini ho imparato la lezione, mi vedrete al braccio di uno strafigo molto più giovane di me.
Naturalmente sto scherzando, ma non per l'accompagnatore. Nel senso che, nel sito che ho trovato, Patrick offre diversi servizi, e in più, è elegante e bello.
Ma davvero le donne, di qualsiasi età, riescono ad andare con una persona così?
Sul fatto che sia belloccio, nulla da dire, però che imbarazzo quando arriva il momento di tirar fuori i soldi..
Mah, mondi sconosciuti ma interessanti. Proseguiamo la nuotata nel mare nero, che più nero non si può.
Gli annunci sadomaso.
Senza offesa per chi lo pratica, a me personalmente fa un po' schifo. E gli annunci, anche. La cosa tristissima è che ci trovi pure ragazzi di 21 anni!
Ecco, questo è stato veramente nuotare nella melma ed è per questo che vi linko il sito. Se avete stomaco fateci un giro. Non ci sono foto, ma vedere persone ridicolizzarsi così, a me fa tristezza.
Finalmente ho rivisto la riva e vi sono approdata incolume. La mia nuotata ha avuto il merito di farmi apprezzare ancora di più la cara normalità. I ragazzi conosciuti di persona, i rifiuti da parte degli uomini che nella vita, a volte capitano, il sano e tradizionale sesso. Insomma, sarò noiosa, ma sapeste come ne sono felice..


 
posted by Sara Sidle at venerdì, gennaio 26, 2007 | Permalink | 26 comments
domenica, gennaio 21, 2007
Volti Nuovi


Oggi, al posto di "Buona Domenica", ho preferito dedicarmi ad una visione più interessante e costruttiva. Al posto della Perego, qualcuno che finalmente ha qualcosa di interessante da dire...



 
posted by Sara Sidle at domenica, gennaio 21, 2007 | Permalink | 20 comments
mercoledì, gennaio 17, 2007
Si stenda sul lettino
Non sono sempre stata una donna bellissima, equilibrata, decisa e perfetta come sono ora.
Paura ehhhh!
A parte gli scherzi, nella mia adolescenza ho avuto a che fare con qualche psicologo. Non sono stata, ne sono, matta, ma allora avevo il convincimento che per migliorare se stessi, parlare con una persona competente, non avrebbe potuto farmi che bene. Avevo qualche insicurezza, e decisi di affidarmi ad uno psicologo che mi era stato consigliato da un' amica.
Fu una esperienza un po' strana, lui era un signore del Gambia, mi riceveva nel salotto di casa della suocera, intorno a noi comparivano la moglie, la figlia piccola, insomma, una seduta a livello familiare.
In questo caso, malgrado la stranezza delle sedute, a me giovò tantissimo. Mi fece parlare delle mie debolezze e uscii da quella esperienza rafforzata. Credo che una parte di come sono ora, lo devo ad Henry, così si chiama. Negli anni, infatti, rimanemmo io e Miss, amiche di lui e della sua famiglia.
Col passare degli anni,ho avuto anche dei problemi d'amore, non riuscivo a decidermi se lasciare o meno il fidanzato di allora. Cosa ho fatto? Ero confusa, e così andai a parlare con uno psicologo. Questa volta mi affidai a quello del CIM della mia città. Ancora rido delle nostre sedute. Era un idiota allo stato puro, ed io dietro che ero andata da un dottore per uno stupido problema di cuore. La soluzione me la palesò a ridosso delle ferie. Mi disse: "Se non sei sicura di amare il tuo fidanzato, fai una cosa, vai in vacanza con lui, se ci stai bene, rimanici insieme, altrimenti lo lasci".
Era o no un genio della psichiatria?
Tutto questo prologo per urlare il mio disprezzo per l'uomo che credo il più somaro, nella sua professione, di tutta la storia: il cosidetto "professor" Raffaele Morelli.
Dopo mesi e mesi che non vedevo (e stavo bene) Costanzo, mi sono trovata di fronte la sua trasmissione del pomeriggio. Affrontavano la problematica delle donne che lasciano il marito, e chi c'era a dire la sua? Lui, ciuffo d'oro.
Vi cito qualche sua perla: "Ricordate, che da una amicizia, non potrà mai nascere nessun amore. Se succede, è destinato a finire perchè l'amore è solo passione.
Ed ancora: "se amate una donna, non dovete mai dirle che avete stima di lei, non lo apprezzerebbe. Finirebbe per credere che la vedete come una compagna e non come donna, nel senso più sensuale del termine".
Per concludere: "quando un uomo è geloso e inizia a controllare una donna, non è gelosia, ma il suo lato femminile che esce allo scoperto.
Ma vi rendete conto?
Ed io ricordo solo una parte di tutte le sue bellissime parole, ma sapeste quante ne sono venute fuori!
Mi chiedo, ma come può un "professionista" dire in maniera cosi' generalizzata tutte queste cazzate? Come si può affermare, nemmeno tanto tra le righe, che l'amore è solo basato su erotismo e sesso?
Cosa facciamo credere a chi deve ancora chiarirsi le idee sull'amore?
Che non devi avere stima del tuo compagno/a?
Che con l'altro sesso, è sempre consigliato pensare solo a fare l'amore e non a costruire un rapporto interpersonale un minimo più profondo?
Togliamoli l'abilitazione a curare le persone, se l'ha mai avuta..
Mandiamolo a sbucciare fagioli in Messico, a spaccare il marmo a Carrara, ma non facciamolo parlare alle masse, potrebbe far danni peggio di Hitler.
 
posted by Sara Sidle at mercoledì, gennaio 17, 2007 | Permalink | 33 comments
domenica, gennaio 14, 2007
Rocky, Rambo, e....
Riconosco senza esitazioni, che, Rocky è uno tra i miei films preferiti.
Non lo ritengo di certo un film di spessore, nè tantomeno una pellicola di particolare levatura artistica, ma che ci posso fare, mi è sempre piaciuto da morire.
Sono una patita dell'eroe sfortunato che per tutto il film cerca la sua rivalsa personale sulla vita, sull'amore, senza tante sdolcinature o miele in eccesso.
Inutile raccontarvi la mia emozione nel vedere la scena della preparazione all'incontro, terminata poi con quella corsa liberatoria fino in cima alla scalinata. Le braccia al cielo in segno di una già, prima, vittoria su se stesso.Di sottofondo una musica giusta che fa il resto.
Ho seguito con amore la carriera di Rocky Balboa, fino al quarto film. Già quello con Ivan Drago, l'avrei evitato, per non parlare di quello successivo. Ormai la credibilità del pugile datato, ma che lotta per rivalersi, stava già iniziando a decadere. Mi sarei fermata al terzo capitolo, in tutta franchezza. Come ho risposto ad un commento di Avanguard, che aveva scritto un post proprio su l'ultimo film di Stallone, avrei fatto andare in pensione il nostro pugile, già da diversi anni.
E' triste vedere un eroe della propria adolescenza, imbolsito, invecchiato, e per di più liscio come un panno stirato con la pressa!
No, il mio Stallone Italiano, doveva rimanere col suo giubbotto di pelle, la sua pallina, la sua felpa grigia lisa e sporca, ed il suo cappellino. Ma in particolare con la sua Adrianaaaaaa!
A parte gli scherzi, chi di noi non ha nell'armadio un film del quali tutti dicono: "Noooo, ma dai, fa pena!!
Ebbene, a me l'hanno detto di tutti i films di Rocky, per non parlare di Rambo, altra opera d'arte che apprezzo notevolmente.
Forse io esagero, lo so, ma pensate che amo anche Dirty Dancing..ho recuperato qualche punto?
Non fatemi sentire sola, statemi vicino e ditemi qualche titolo del quale non vi sentite particolarmente "fieri" (anche se io voglio urlare che Rocky è STATO un grande personaggio). Forza, abbiate il coraggio di esporvi, tanto non vi sente nessuno..
Però parlate piano, i critici cinematografici hanno le orecchie lunghe!


 
posted by Sara Sidle at domenica, gennaio 14, 2007 | Permalink | 21 comments
venerdì, gennaio 05, 2007
Le 5 cose che non sapete di me
Cari amici blogger, eccomi pronta per affrontare le cinque cose che non sapete di me.
Non che ve ne debba fregare per forza, ma partecipo ad un giochino che la cara Francesca mi ha gentilmente e carinamente passato.
Iniziamo i segreti di Sara Peyton Place Sidle:

1) Partirei con l'immagine che ho postato. Ebbene, quando vado a letto, amo usare i pigiamoni di pile, ma non contenta di sembrare una "tamburina", mi piace infilarmi la maglia del pigiama dentro i pantaloni che tiro su quasi ad una vita ascellare. Da qui l'immagine che mi rappresenta molto..

2) Se ho una dote, è quella di essere un soldatino. Mi spiego: se la mattina c'è da alzarsi presto, sono la prima a saltare dal letto. Mi dico, tanto lo devo fare, perchè crogiolarmi (io pensavo si dicesse grogiolare..mah..) nel letto per soffrire di più dopo? Insomma, in generale sono una che i suoi obblighi li segue alla lettera.

3) Come Francesca, amo guidare, mi da modo di pensare ai fatti miei e mettere un po' a posto le idee. Logicamente sempre accompagnata da buona musica.

4) Di questi tempi non so se è più un merito o demerito, ma sono una buona ascoltatrice. Tutti passano a raccontarmi i suoi guai, amori, tristezze. E, al contrario di tanti che staccano l'audio dopo le prime frasi io ascolto, chiedo, commento. Non sempre sono felice di questa mia attitudine, spesso la gente prevarica e dopo che ha raccontato le sue cose mi arriva un calcio in culo e via per la prossima volta.

5) Per finire, sono una maniaca di cose per la casa. Chiamiamoli casalinghi o ammennicoli, ma adoro tutto quello che si può mettere in cucina, utile e inutile. Ho una predilezione per tazze, tazzine e roba varia. Tra un vestito di Dolce e Gabbana e un set da colazione, beh, preferisco di gran lunga il secondo oggetto!

Spero di aver svelato qualcosa in più di Sara, anche se non vorrei essere paragonata a Fantozzi, sono meglio, ve lo giuro!
Passo la palla a:
Betta
Avanguard
Sere
Viola
Sandro
Come Francesca, non me la prenderei se lasciaste cadere la palla..

 
posted by Sara Sidle at venerdì, gennaio 05, 2007 | Permalink | 22 comments
giovedì, gennaio 04, 2007
Il mio amore col ciuco
Per iniziare, buon 2007 a tutti!
Devo ammettere che in questi tempi non sono molto assidua sui blog e sulla rete in generale, ma la colpa non è del tutto mia.
La mia vita è cambiata da quando ho conosciuto lui.
Mi riempie le giornate, mi accontenta qualsiasi cosa chiedo, non mi fa mai pagare, è perfetto.
Io chiedo, e lui mi serve.
Che dirvi di più..il nome?
Lo conoscete, penso, tutti benissimo, è il caro mulo, per me ciuchino. Ne sono diventata dipendente, non posso stare senza chiedergli una infinità di "piaceri", passo le mie serate a guardare films e sentire musica, e tutto grazie a lui.
Arrivo addirittura a soffrire quando finisco le richieste perchè sono stata accontentata in tutto..è una vera e propria malattia!
Anzi, se qualcuno ha qualche titolo di film da suggerire, lo accetto volentieri.
Mi sento come Capitan Uncino, una piratessa de noantri, una succube del male..esagero?
Può darsi, ma quando non si paga le cose ti sembrano sempre meglio!
Non faccio sicuramente del bene, ma nemmeno sono così pessima.
E' solo, che in questo periodo non felicissimo, mi piace perdermi in commedie e racconti d'amore, e soltanto grazie a ciuchino posso farlo a mio piacimento.
Non ditemi che rovino una certa categoria, mi sembra che le cose vadano meglio a "loro" che a me, in ogni caso. Il libero scambio, quando non c'è speculazione non fa male a nessuno.
Detto ciò, anche voi amate il mio "ragazzo"?
Lo frequentate?
Non sono gelosa, anche perchè lui è molto altruista e generoso, accontenta tutti, se può.
Per l'appunto, gli ho chiesto il film "Mimì metallurgico ferito nell'onore", col meraviglioso Giancarlo Giannini, ma purtroppo, forse, non potrà accontentarmi appieno. Vabbè, qualche pecca gliela vogliamo concedere, o no?
Forse quando lo toglieranno dovrò andare a disintossicarmi, fare come nei films americani. Trovarmi alle riunioni ciuchini anonimi, alzarmi in piedi e dire: "Salve, sono Sara e mi piace il ciuco".
Rivelazione, che, se ascoltata sotto un'altra ottica può far pensare, e pure male!
Questo post l'ho scritto soprattutto per gridargli il mio amore, per tutto quello che fa per me e per Miss D., altra malata.
Mi definirei una tossicaINdipendente dalle droghe ma creta nelle mani del superciuchino.
Aspetto qualche dritta su pellicole interessanti, anche per sapere i vostri gusti, conoscere gli amici un po' di più non fa mai male no???


 
posted by Sara Sidle at giovedì, gennaio 04, 2007 | Permalink | 20 comments