mercoledì, giugno 13, 2007
Una panchina da dimenticare
Questa signorina, è una prostituta.
Sono le 17,15 di oggi e la suddetta lavoratrice sta aspettando la sua amica/collega, occupata da circa 5 minuti con un cliente.
Li ho sentiti io, l'altra e l'uomo contrattare, di fronte a casa mia, sul prezzo.
Lui, vestito da lavoro con un furgone giallo voleva darle 30 euro, lei, inflessibile ne pretendeva 50. Sono andati via insieme, perciò, come direbbe la Zanicchi il prezzo è stato giusto!
Queste due tipe stazionano tutti i pomeriggi nei giardini di fronte a casa mia, si siedono sulla panchina (nella seconda foto, la ragazza bionda è solo una ignara passante. Ignara di poter essere scambiata per una prostituta, data la panchina ormai sede lavorativa delle due rumene) e cercano di adescare i malcapitati. E' successo perfino a mio padre, una domenica pomeriggio una delle due gli si è avvicinata proponendo di fare sesso per qualche euro..
Parliamoci chiaro, senza moralismi o bigottismo, è un vero schifo.
Voglio essere sincera, qualche anno fa, quando ancora ero più giovinetta e credevo che il mondo fosse fatto di martiri, vedevo nelle prostitute ragazze da salvare, erano poche, e non erano fiere del mestiere che facevano. Lavoravano in zone non centrali e far vedere al mondo il lavoro che praticavano era una cosa da evitare.
Adesso, invece assisti a cose abominevoli. "Darla via" è uno stile di vita, si adesca chiunque ed a qualsiasi ora, padri, gitanti, ragazzini, tutti sono polli da spennare.
E che dire dell'atteggiamento tenuto dalle signorine del piacere?
Arroganza allo stato puro. Alterigia, faccia tosta e maleducazione.
E' logico che non voglio fare di tutta l'erba un fascio, i casi sono molti e tutti diversi, ma credetemi se vi dico che qui a Montecatini la prostituzione non è un modo per sopravvivere, ma solo un espediente per girare con auto di lusso, vestite nei migliori negozi della città e fare la bella vita.
L'incontro al quale ho assistito oggi sarà durato 10 minuti col viaggio in macchina. Quei 50 euro saranno valsi i 5 minuti di gloria? Nell'atto sessuale, quando la ragazza, magari, pensava al prossimo cliente, oppure a che bella giornata era, per il maschietto, non era meglio infilarlo tra due braciole?? Magari comprate all'Ipercoop così costavano anche meno??
La mia strada, da qualche anno a questa parte, è sempre stata meta di prostute. Addirittura una sera ci suonarono alla porta, mio padre aprì e dall'altra parte un uomo gli disse: "è'qui che ci si diverte??"
Non vi descrivo la reazione di mio padre..
Insomma, dove cavolo è finito l'orgoglio di noi donne? Il rispetto di noi stesse?
Perchè oggi "darla" a cani e porci per pochi euro è una cosa normale? Parliamo di prostituzione come se fosse una cosa naturale, ma non è così, non deve esserlo. Vendere il proprio corpo non deve essere l'unico modo per vivere negli agi e nel lusso.
Ed anche voi, uomini, possibile che preferite andare con donne delle quali non sapete nulla, donne che fanno sesso per pochi minuti, magari avendo schifo di voi, non sapendo se sono portatrici di malattie..insomma, piuttosto mettelo nel buco dell'acquaio!!E' più sicuro ed il rapporto emozionale è lo stesso!
Mi piacerebbe che un giorno noi donne capissimo che siamo importanti, più di una borsa di Gucci o un vestito di Cavalli.
Che il lusso passa, ma allo specchio dobbiamo guardarci tutti i giorni.














 
posted by Sara Sidle at mercoledì, giugno 13, 2007 | Permalink |


32 Comments:


At 14 giugno, 2007, Anonymous pensierorosa

è un vero schifo....

la cosa che più mi rattrista è pensare che i clienti spesso sono padri di famiglia che, andando con le prostitute, non mettono a repentaglio solo la loro salute ma anche quella della moglie....

 

At 14 giugno, 2007, Blogger gds75

si siamo d'accordo che è uno schifo, però a voler fare l'avvocato del diavolo, porto un paragone un po ardito.
Sono alemno 2 anni che si sente dire "il grande fratello ormai è squallido" eppure ogni giovedì 6 milioni di persone in media lo guardano.
Quindi ok, la prostituzione selvaggia fa schifo, ma se c'è qualcuno che contratta il prezzo alle 10 del mattino vuol dire che il mercato è tuttaltro che in crisi.
Viviamo in un paese in cui del sacro valore della famiglia se ne fanno carico tutti i politici pluridivorziati, con questa ipocrisia regnante non credo proprio che la situazione possa mai migliorare, anzi....

p.s. piccola nota personale, io anche nei periodi di "magra" non sono mai andato a donnine, ne faccio una questione di dignità, mia e loro.... se la dignità è finita così a buon mercato non è di certo colpa di chi ancora ne possiede almeno un po!

 

At 14 giugno, 2007, Blogger Captain's Charisma

Dici proprio bene tu, anche io notavo che è vero che ci son donne obbligate dalla malavita a prostituirsi, ma ci sono pure quelle che lo fanno per la vacanza o la borsetta...e quelle sì che mi fan schifo...poi certo, se non ci fosse chi ci va, non ci sarebbero, però la dignità se la mettono proprio nel didietro dai...

 

At 14 giugno, 2007, Anonymous Anonimo

Nel paese dove vivo io per fortuna c'è poca prostituzione, ma mi basta uscire qualche km e trovi diverse ragazze sulla statale. Una cosa davvero vergognosa. Perchè io mi domando savvero se questi uomini hanno moglie e figli a casa come fanno ad andare con delle sconosciute, magari malate...io non riuscirei mai a farlo con un uomo "prostituto". Ma del resto non credo sia molto diverso dal mondo dello spettacolo, dove le ragazze vanno a letto con i potenti per una particina. Bacione Betta

 

At 14 giugno, 2007, Anonymous signor ponza

Sono d'accordo con te che non si possa fare di tutta l'erba un fascio, però secondo me non si può negare il fatto che la maggior parte delle prostitute lo faccia non perché piaccia loro ma perché costretta da altri, per sopravvivere, fare soldi che poi non spettano nemmeno completamente a loro. A me rattristano anche le persone che ci vanno, se non ci fossero loro non ci sarebbero nemmeno le prostitute, ma questa è piuttosto un'utopia.

 

At 14 giugno, 2007, Anonymous Tomas

Sara, ti consiglio di togliere la seconda foto.....
si vedono troppe facce.....
Per il resto, alla tua domanda "...è una cosa normale ?" non so se sia così facile rispondere....
Perchè è vero che vediamo il gran flusso delle straniere che riempiono le strade e prima non c' erano...
è vero che lo stile di vita, il materialismo è probabilmente aumentato a dismisura....
ma la mente umana non credo abbia subito così enormi cambiamenti.
non sto arrivando a dire che è "il mestiere più vecchio che ci sia" !
Dico che i meccanismi sono più o meno gli stessi, ma la società odierna li evidenzia più del passato per vari motivi.

 

At 14 giugno, 2007, Anonymous Robin

Guarda, posso capire il fastidio, purtroppo non credo che la maggior parte delle prostitute da strada siano felici di fare quel mestiere. Credo che ci sia qualcuno che le obblighi, perchè non penso che il gioco valga la candela. Tu hai citato i rischi di malattie per i clienti, ma pensa a quello che rischiano loro. Secondo me, poi posso sbagliarmi eh, se una lo fa sulla strada è perchè o è proprio disperata e non ha altro modo per arrotondare, oppure perchè qualche verme la costringe a suon di botte e minacce. Poi penso che la maleducazione, l'arroganza ecc... vengano dal dover vivere in un mondo così spietato.
Comunque ripeto, capisco quanto sia sgradevole la cosa e quindi il tuo fastidio. Non so come parlerei, dopotutto, se quelle signorine si trovassero sotto casa mia.
See ya!


PS: Ehm, secondo me è meglio se levi le fotografie. Cioè, è molto improbabile, ma credo che potrebbero crearti casini dal punto di vista legale.

 

At 14 giugno, 2007, Anonymous antonio vergara

non penso sia legale postare le foto!

 

At 14 giugno, 2007, Anonymous Roberta

siamo tutti nell'era del tutto e subito. solo che alcune prostitute non lo fanno per scelta, e non riescono a fuggire. Alcune lo fanno per i soldi, alcune per la carriera, anche se non si chiamano propriamente "prostitute". fatto sta, non mi ricordo chi l'ha detto, e' che la domanda c'e', altrimenti non ci sarebbe tutta questa offerta. A me fanno molta pena tutte quante, perche' se sei costretta non ti senti una donna e ti fai schifo da te, se lo fai per le borsette e per la carriera, devi scendere proprio in basso. Io non so se riuscirei mai a vivere con me stessa, vestita di tutte queste firme, e protagonista di un film...e mi fanno rabbia le persone che ci vanno, e che sfruttano queste situazioni, e che poi ne fanno motivo di vanto. Chi se lo ricorda Valerio Merola con il merolone? Una schifezza proprio!!

 

At 14 giugno, 2007, Anonymous carmen

Alcune sono delle vittime altre no...Ma vittime lo sono di sicuro tutte le persone che devono vivere nel degrado portato da quese situazioni: a Roma oramai ci sono delle strade dove non si può uscire proprio, sono piene di donnine in tanga e perizomi a tutte le ore del giorno e della notte. Comunque io me la prendo sia con costoro che con le frotte di uomini che non hanno di meglio da fare che andarci, e non gliene frega niente che si tratti di una prostituta bambina, adolescente, costretta oppure svestita per la strada: basta che stiano lì+ a far le bambole di carne a pagamento. A questi qua li rispedirei a scuola, a scuola di VITA e sentimenti!

 

At 14 giugno, 2007, Blogger Sara Sidle

Pensierorosa, d'accordo con te.Un'altro motivo per non essere d'accordo con la prostituzione.

Gds, è vero, se c'è richiesta c'è offerta, su questo non ci piove. Ma non è detto che se ci sono tanti maiali a giro, la prostituzione debba essere una conseguenza..Credo che ai giorni nostri la parola valore sia solo una parola..

Capitano, credimi quando ti dico che qui a Montecatini, la maggior parte di queste donne, si prostituiscono per vivere agiatamente, non per costrizione..

Betta, credo che purtroppo, oggi, giri tutto intorno al sesso, e la cosa non è tra le più rassicuranti..

Signor Ponza, certo, molte sono obbligate, ma non dimentichiamoci che tante lo fanno solo per arricchirsi in breve tempo. Una donna che viene dalla mia stessa parrucchiera, fa la vita, gira col bmw Z4, compra cappotti da 1000 euro..Faceva l'operaia e mi ha detto: anche il mio capo ci provava, a quel punto ho pensato che se devo darla, me la faccio pagare!Guadagno meglio e fatico meno!
Continuando, riguardo i miei problemi economici, mi dice: "Guarda, te in mezzo alle gambe hai una cambiale non pagata, usala!!"Ditemi voi se questa è una costretta!!Altro es., la mia vicina domenicana. Un marito, due figli e tutte le sere verso le 24 esce e va a battere..La prostituzione non gira solo intorno a quelle costrette..

Tomas, come vedi ho tolto le foto, grazie del consiglio! Comunque la prostituzione è sempre esistita, è vero, ma non possiamo fare di queste donne delle nuove eroine romantiche..viste solo come povere donne sfruttate ed indifese..Va bene il materialismo, ma non giustificare una donna che vende il proprio corpo per 50 euro!

Robin, sarebbe bello pensare che sono tutte delle disgraziate, ma non è così. Oggi la prostituzione è il metodo più veloce e di meno fatica per fare la bella vita. Quando ero piccola, avevo una vicina che aveva il marito spesso in carcere. In quei periodi andava sulla strada a battere.A quei tempi, le prostitute non erano ragazze bellissime, ma donne che lo facevano per campare. Si vendevano in zone prestabilite e fuori mano, e se ti incontravano mentre stavano lavorando non ti salutavano per vergogna, mentre magari il giorno dopo dal macellaio ti facevano mille feste. Non erano fiere di essere definite donne di strada. Oggi, e parlo sempre dell'esempio fatto al Signor Ponza, la donna che conosco dalla mia parrucchiera, batte in cima a casa mia, a volte quando rientro la sera mi saluta e ci fermiamo a parlare..E' tutto un'altro mondo. Da qui il mio discorso sull'arroganza e la non vergogna per un mestiere che non ha molto da vantarsi.

Antonio Vergara, come vedi ho tolto la foto incriminata, grazie.

Roberta, sapessi, invece, con quanta arroganza si pongono certe tipi di donne..Nei negozi, dalla parrucchiera, con i vicini. Il fatto di guadagnare tanto ed in breve tempo le fa sentire qualcuno. Anche senza badare in che modo vengono fatti i soldi.. Io sono per considerare la prostituzione reato.Una volta reso reato, appena trovate donne sfruttate, si può toglierle dalle grinfie degli sfruttatori e rese libere. Adesso invece, si può agire solo contro lo sfruttamento..

Carmen, se si parla di degrado, Montecatini Terme e la prostituzione vanno veramente a braccetto. Qui, ci campano tutti con queste donne. Albergatori, negozianti, affittuari..Ma credi, per essere una cittadina così piccola fa davvero schifo!Non penso che mai nessuno abbia avuto davvero interesse a togliere la prostituzione, ma penso che si stia raggiungendo dei limiti assai pericolosi..

 

At 15 giugno, 2007, Anonymous Anonimo

Parli di donne che dovrebbero "riazalrsi" a ruoli che le competono. Ma degli uomini? Sì, degli uomini che le cercano per un "momento" di gloria che dire? Le solite menzogne: fanno pena.
Se solo qualcuno dicesso loro quanto sia bello l'Amore forse su quella panchina e in quel giardino potrebbero giocare e ridere invece di violentare la vita.
Perdona lo sfogo.
stazionetermini.splinder.com

 

At 15 giugno, 2007, Anonymous IngliscGherl

ciao
non riesco ad esprimere giudizi sulla prostituzione perchè faccio fatica a condannarlo o a giustificarlo in un commento. la trovo un tema molto complesso.
ma credo che abitare in mezzo a quel tipo di 'via vai' deve essere veramente pesante.
a bologna sui viali, quindi vicino il centro, c'è ne. e tralasciando il problema stessa, diventa anche 'banalmente' pericoloso per gli automobilisti, quando hai qualche imbambolito che si frena ogni 15 metri per avvicinarsi alla marciapiede, senza frecce e sensa cognizione.
un problema piccolo in confronto al resto.

 

At 15 giugno, 2007, Anonymous Tomas

Aspetta Sara, io non giustificavo.
Dicevo che era una risposta troppo difficile da dare e che non ci vedevo tanti cambiamenti nel tempo su questi comportamenti....
quel che fa sembrare sia cambiato tutto, è questa ESPOSIZIONE che al tempo delle case chiusa non c'era....e che al tempo del basso flusso delle straniere si vedeva anche meno per strada....
con la caduta del muro di Berlino c'è stato un flusso enorme....
E questo è un modo in cui viene evidenziato quello che secondo me è rimasto immutato....
L' altro modo è il materialismo ormai dilagante nei media....

 

At 15 giugno, 2007, Anonymous francy

Non ho parole... Che schifo!
E' pieno, starpieno di donne e ragazze che si prostituiscono per il gusto dei soldi. Tra l' altro, avercele sottocasa (di giorno poi!), non fa che aumentare il senso di repulsione.
Però non so cosa darei (no, lei no) per aver visto la faccia di tuo padre quando ha aperto la porta a quello lì!!!

 

At 15 giugno, 2007, Blogger Anathea

Aggiungo questo: moltissime mie coetanee non vedono l'ora di uscire con gente nuova per poter fare nuove esperienze. Sembra di giocare al perfezionamento del backstage di un film porno. Pagate? Solo dalla loro mancanza di dignità.

Senza parole, sempre
Anathea

 

At 15 giugno, 2007, Blogger Gala

Tutto questo è veramente triste.
Sicuramente moltissime di quelle ragazze sono costrette, ma c'è anche chi non è vittima.
Comunque cosa dovremmo dire dell schiere di uomini che ogni notte permettono a questo "mercato" di prosperare???
Sarei curiosa di sapere cosa ha fatto tuo padre a quel "simpatico" signore che ha suonato alla vostra porta...

 

At 15 giugno, 2007, Blogger Francesc@

Putroppo in questo mondo non c'è più una morale.
Indubbiamente tante prostitute arrivano in italia pensando di trovare lavoro, famiglia etc. e si ritrovano sul marciapiede, ma non capisco come poi diventino così arroganti e presuntuose. L'unica scusante che posso trovargli è che sia un meccanismo di autodifesa. In fin dei conti finire a battere se ci pensi proprio bene bene è veramente avvilente, soprattutto se ci finisci perchè ti sei lasciata abbindolare da qualche magnaccia schifoso.
Per quanto riguarda gli uomini che vanno a puttane, beh, la cosa delle due braciole dell'ipercoop mi ha fatto scompisciare!

 

At 16 giugno, 2007, Anonymous simbax

divertente il tuo post, ma non penso che quelle ragazze facciano quel mestiere per vivere nel lusso. se fossero della tua città e di una famiglia con possibilità capirei, ma sono rumere senza prospettive e incazzate da una vita di merda che si è prospettata loro.
poi comprendo le tue ragioni. prima di darla via per mangiare si può tentare qualsiasi altra via, anche le pulizie. ma molte di queste ragazze sono vittime della prostituzione e probabilmente talmente svuotate ogni valore che vedono sesso come una ottima fonte di reddito.

quanto ai clienti. 50 euro di penetrazione carnale per 5 minuti per molti uomini sono il paradiso..questa è la realtà!
c'è uno scadimento generale dei valori nella nostra società.
sai quanti giovani con macchinone vedo nella mia città che si fermano nel viale delle puttane senza nessun ritegno???tanti.

 

At 17 giugno, 2007, Anonymous Paola Hewson

Sembra che non si possa fare più a meno del sesso, ma siamo diventati tutti una massa di ninfomani? E' una cosa che non tollero, gli uomini, anche sposati,che pagano per una scopata mi fanno schifo, ma fatevi una sega! E per le donne che si prostituiscono per loro volere andate a lavorare se avete bisogno di soldi!

 

At 17 giugno, 2007, Blogger LAURA

D'accordissimo con te, è uno vero schifo. Secondo me l'unica soluzione è quella di riaprire le case chiuse. Almeno si sarebbe in grado di controllare meglio il fenomeno.

 

At 18 giugno, 2007, Blogger Avanguard

Anche gli uomini comunque non sono da meno oggi come oggi quindi estenderei la questione al genere umano più che a quello femminile :-)

 

At 18 giugno, 2007, Anonymous Anonimo

Bisognerebbe distinguere tra le schiave e quelle che lo fanno per scelta. Il primo caso è intollerabile in un paese civile del nel duemila. Il secondo dovrebbe essere regolamentato e non consumato per la strada.

Una volta avevi proposto di postare una nostra immagine da piccoli. Ti ho accontentata...
IlGuizzo

 

At 19 giugno, 2007, Anonymous Pepe

beh, come darti torto...anche se è un mestiere che esiste da quando esiste il mondo. E' una cosa che deve partire dalle donne perché tra i maschietti, ahimè, i clienti si troveranno sempre!...bel blog, complimenti!

P.S.: una curiosità: ma poi tuo padre che ha fatto? ;-)

 

At 19 giugno, 2007, Blogger Sara Sidle

Stazionetermini, anch'io credo che la responsabilità sia paritaria tra uomo e donna. Quello che mi fa incazzare è che il corpo lo vende la donna.E' lei (sempre secondo i casi) che decide di andare a letto con chiunque gli dia dei soldi. E che dire dell'arroganza che impongono alle persone che vivono una vita "normale" (permettetemi il termine). Schiamazzi, maleducazione, sporcizia, e faccia tosta. perchè una come me dovrebbe sottostare a certi atteggiamenti? Perchè quella NON tutelata sono io?
Perchè se la notte non mi fanno dormire nessun ente preposto può fare qualcosa per me che il giorno dopo devo andare a lavorare? La colpa è certamente di tutti e due i sessi, ma lo stile di vita lo sceglie solo ed esclusivamente la donna..

Ingliscgherl, vivere nella mia zona è diventato impossibile. Prima era un angolo di paradiso, ma dall'arrivo delle suddette signorine, e dei rispettivi bischeri di clienti, tutto è cambiato, molto cambiato.

Tomas, è certo che con l'arrivo di ragazze straniere il mercato si è ripopolato, ma credi, oggi sono veramente troppe. Sembra quasi che arrivate ai giorni nostri l'unico modo per vivere con un minimo di agiatezza sia fare la puttana. Forse qualcuno dovrebbe far tornare le cose al proprio posto. Io che lavoro per 5 lire dovrei essere tutelata, chi la da via per 100 euro (e credi, la domenicana sotto casa mia prendeva 70 euro, a sera ne faceva sempre più di 10..fai i conti..), forse un po' più tartassata. O no?

Francy, è davvero dura, specialmente la notte. Per la faccia di mio babbo...beh, immagina. Alla frase "è qui che ci si diverte", le sue testuali parole sono state "levati dai coglioni pezzo di cretino, sennò ti faccio divertire io!".La faccia è stata di conseguenza!

Anathea, è proprio la mancanza di dignità per noi donne che ci ha rovinate.Hanno fatto tanto negli anni passati per renderci libere ed invece siamo ancora più schiave di prima!

Gala, e sapessi quanti giovani vanno con queste donne!Poveri maschi se hanno bisogno di pagare per andare con una donna..

Francesc@, anch'io credo al meccanismo di autodifesa, ma non lo giustifico. La notte sotto casa del mio vicino batte una che ho conosciuto dalla parrucchiera (l'ho raccontato al Sig. Ponza), ebbene, a notte fonda parla con voce altissima coi clienti e con un'altra prostituta che batte con lei. il mio vicino è costretto più di una volta ad affacciarsi per dire di fare più piano. Le risposte sono sempre in malo modo e volgari. Ed il signore in questione è pure una persona anziana. Io onestamente mi sono scocciata di giustificare persone che forse hanno scelto una via più facile per vivere la vita (s epoi si può chiamare facile..)

Simbax, io parlo di cose che ho visto e vissuto. Avevo accanto casa due pensioni che ospitavano donne venute dall'est. Arrivano con una scarpa e una ciabatta, dimesse, mal vestite. Dopo un mese di night o di strada te le vedi trasformate. Profumi costosi, abiti firmati, ori..Insomma signore. Ora, mi chiedo:se vieni per far soldi e poi tornare a casa da ricca, nel giro di un anno, coi prezzi in circolazione e per la vita dei paesi dell'est sei milionaria. Perchè non risparmiare e poi smettere? Perchè sperperare serate di lavoro per un vestito di Cavalli? Credimi se ti dico che oggi sempre più donne fanno il mestiere più vecchio del mondo per il solo scopo di far soldi. Almeno questo è quello che circola a Montecatini..o che io ho visto..

Paola, è vero, tutto deve per forza girare intorno al sesso. Sai quante volte, anni fa, quando in questa strada c'erano due pensioni che ospitavano puttane,io portavo il cane dopo cena alle 8 e le macchine si fermavano per chiedere quanto prendevo??Davvero uno schifo!Riguardo al tuo commento perfettamente d'accordo con te.

Laura, le case chiuse potrebbero essere una soluzione. In ogni caso ritornare a rendere la prostituzione reato. Almeno se la sera chiamo i carabinieri o vigili per dire che sotto casa mia c'è casino perchè una batte non mi sentirò rispondere"Signorina ci dispiace, ma abbiamo le mani legate non possiamo fare nulla..".
Come al solito, siamo in balia di tutti!

Avanguard, è vero. Però ammetterai che la prostituzione femminile, in generale sta raggiungendo limiti assurdi. Riguardo i maschi..una triste corniche ad una squallida foto..

Guizzo, la distinzione è importante. Ma se diamo reato solo allo sfruttamento, quante ne togliamo dalla strada? Quante ammettono di essere sfruttate di sua spontanea volonta? Se invece la prostituzione in generale fosse reato, una volta tolte dalla strada si capirebbe meglio chi è sfruttata e chi no.Il discorso sarebbe lungo e complesso, ed io non sono brava nello spiegarmi...Comunque da piccolo eri proprio carino...come da grande, naturalmente!!:)

Pepe, grazie di essere passato. E' vero, la responsabilità, per me, è più di noi donne..,ma pensare che anche tanti giovani vanno con prostitute e magari ci finiscono stipendi è davvero tristissimo...sarà per questo che non trovo un fidanzato???^___^
Che debba intraprendere una nuova attività lavorativa????^________^

 

At 20 giugno, 2007, Anonymous netstar

non ho mai capito il senso di andare con le prostitute... Spesso la gente si sente sola, è sola, d'accordo: però è un totale svilirsi, sia per il cliente che per la prostituta.

 

At 20 giugno, 2007, Anonymous alicesu

a me le prostitute non disturbano.
Disturbano quelli che ci vanno.
In fondo è un lavoro come un altro e se lo legalizzassero, risolveremmo un sacco di problemi.
Ma quelli che pagano per il sesso, proprio non li capisco. E si, mi fanno anche un po' schifo.

 

At 20 giugno, 2007, Anonymous Sun

Ma che fine hai fatto??
non dirmi che sei in fase assenteismo da post come Kira^^???

 

At 21 giugno, 2007, Anonymous Signo

Cara Saretta,
questo è un problema serio e mai risolto!
Forse neppure i nostri politici hanno poi così tanta volontà di volerlo risolvere!!!
Secondo me, l'unica soluzione resta ancora quella delle "case" regolarmente riconosciute : si elimina schifezza dalla strada e, probabilmente, si può sul serio contrastare lo sfruttamento da marciapiede.
A quel punto, chi non è in regola (cliente o prostituta che sia) finirebbe dentro senza appello.
Lo so, è una soluzione tampone, ma del resto non è facedo diventare un crimine la prostituzione che eliminiamo i clienti!!!
Come è per la pena di morte : non è tenendola in vigore che si limitano gli omicidi!!!Ma quest'ultima è un'altra questione...
Cara Saretta, ti ringrazio per il messaggio che mi hai lasciato sul blog, sei gentilissima e davvero carina, come sempre! Grazie infinite!
Buona serata, bacioni!

SIGNO

 

At 22 giugno, 2007, Anonymous viola21

non vedevo la foto, poi ho letto nei commenti che l'hai tolta...

un bacino piccoletta ^^

 

At 21 febbraio, 2009, Anonymous Anonimo

Mi dici dove sta quella prostituta in foto? Vorrei venire a farmela... ha un culetto delizioso...

 

At 15 ottobre, 2011, Blogger Sara Sidle

Caro anonimo devi essere messo davvero malino..porello..