domenica, febbraio 17, 2008
Il Bani, il Ciaschi e la Lina
Ormai non finirò mai di dirlo, ho 37 anni, ma se mi guardo in giro mi accorgo che sono veeeeeecchia.
Ebbene si, lo scopro tutte le volte che mi capita sott’occhio un biglietto invito per qualche discoteca.
Che c’è di tanto strano, replicheranno gli assidui frequentatori delle discoteche o meglio ancora, gli addetti ai lavori (e qui Gds dirà certamente la sua!).
Niente, ma la vostra Sara è reduce da una adolescenza vissuta in una mega discoteca della mia zona, tale Concorde (già in questo la Miss ha dato del suo), dove tutto era bellissimo e, a ripensarlo ora, normalissimo.
Ma partiamo dall’inizio.
Se leggo un invito di adesso, mi trovo di fronte a un gran casino. Prima cosa, non usa più parlare italiano?
Per dire che mi danno un bottiglia di vino mi buttano là un “bottle of wine”; che iniziano ad una certa ora si fanno raffinati e mi inventano “Start from 21”; mentre per avvis
are che ci sarà la selezione all’entrata mi propinano un “door selection”.
Ma queste cose chi le ha inventate? E’ più ganzo dire tutto in inglese? Ci diamo un tono molto più da “famolo strano“?
Ma fatemi il piacere! A casa mia si dice “parlate come mangiate!
Continuiamo con le stranezze, sempre a mio parere, logicamente, che trovo nelle discoteche di oggi.
Qualcuno mi spieghi perché si deve dire “Dj resident”, o cos’è l’”art director”, o ancora il “ fashion voice” e “ talking voice”, o perché c‘è bisogno del “guest dj“. Ma tutta questa gente, in una serata, che ci sta a fare??
Mi viene da ridere se penso a quando andavo alla mitica discoteca Concorde, e all’entrata era esibito un cartellino dove la direzione si riservava il diritto di fare entrare chi voleva. Ebbene, mai nessuno veniva mandato indietro, anche perché all’entrata ci trovavi il Ciaschi, un omino che già allora sembrava anziano.
Un signore del genere associato a quegli energumeni che oggi vanno tanto di moda fa davvero sorridere.
E il famoso Dj resident?
Al Concorde c’era l’a
matissimo Massimo Dj Bani, un bonazzo al quale tutte ambivamo. C’era solo lui (le piste erano 6 e ogni pista aveva un solo dj), metteva dischi e parlava, ma senza nessuno a fargli da supporto. In più, per dare quel tocco di esotico, avevamo anche Donatello alle luci.
Niente male eh?
Eppure ci divertivamo e sentivamo della bella musica anche senza una miriade di personaggi che sgambettano e chiacchierano in consolle.
Certo, chi vive oggi la discoteca mi dirà che sono antica come la carta pergamena, e forse ha pure ragione, ma davvero di questi tempi non ci si divertirebbe con un solo Dj e un tipo che sta alle luci? Senza tanti frizzi e lazzi?
Rimango attaccata ai miei ricordi, alla signora Lina nei bagni, al Ciaschi alla porta, a Ringo il dj della pista piccola e al bel Massimo Bani. Non invidio chi va a ballare oggi, ma questo è tutto un altro discorso.
Comunque, datemi retta, smettetela di voler fare per forza gli strani, ogni tanto, usate anche qualche parola in italiano..fatelo per me!
Come diceva il jingle:
“Benvenuti alla discoteca Concorde, il comandante vi augura buon viaggio!”

 
posted by Sara Sidle at domenica, febbraio 17, 2008 | Permalink |


35 Comments:


At 18 febbraio, 2008, Blogger Mat

non è che hai tutti i torti sarina...
io vado per i 30...andavo in discoteca quando ne avevo 16...e ci sono andato ogni weekend fino ai 22...

poi mi sono rotto...e non ci sono andato per 3 anni....

poi ho ripreso ad andare ogni weekend....

ora è da 2 anni che ci vado praticamente solo d'estate...

è verissimo che sono cambiate molte cose e che sono spuntate moltissime figure (inutili)...prima c'erano i buttafuori gentilissimi (ora sono straconvinti quanto stronzi), prima c'era 1 grand eorganizzatore, ora ci sono 20 organizzatori, 200 galoppini, art director, ecc ecc..
mah...

sarina, mi sa che stiamo mettendo le scarpe eleganti nella scarpiera per indossare le pantofole.. ;)

 

At 18 febbraio, 2008, Blogger Sara Sidle

Mat, ma no che siamo sempre dei ragazzini!!Diciamo che magari qualche anno fa riuscivamo a divertirci con meno artifici, eravamo più alla buona!Mettiamola cosi', ci metteremo anche le pantofole, ma pur sempre elegantissime!:)

 

At 18 febbraio, 2008, Blogger Mat

esatto! e poi occuperemo la nostra postazione sul divano! ma sempre molto profumati e molto molto fashion ;)

 

At 18 febbraio, 2008, Anonymous Anonimo

Io di anni ne ho quasi 27 e credimi che mi sento vecchia anch'io quando vado in certe discoteche (cosa che capita rarissimamente). Infinite ragazzine...mah! Un bacione Betta

 

At 18 febbraio, 2008, Anonymous signor ponza

Io poi quelli che infilano una parola inglese ogni due in italiano quando parlano proprio non li sopporto.

 

At 18 febbraio, 2008, Blogger Tomas

ok...let go !
bye bye
kisses
;-)

 

At 18 febbraio, 2008, Anonymous Monicanta

Io sono una nostalgica della vecchia dance anni 70 .. e comunque sono per i live, non amo ascoltare i DJ che mettoni dischi col volume al massimo... le discoteche non mi avranno mai!
ps: e poi ricorda: non siamo noi che siamo vecchie.. sono loro che sono pischelli.

 

At 18 febbraio, 2008, Blogger Mimmo

diciamo che più COOL...perche senno risulterebbero OUT agli occhi FASHON dei clienti.


o no?

 

At 18 febbraio, 2008, Blogger Alicesu

io di anni ne ho 25 ed odio le stesse cose che odi tu :-D
e in discoteca non sono mai andata... mi sa che se fossi nata un po' prima, invece, mi sarebbe piaciuta un casino!

 

At 18 febbraio, 2008, Blogger stellastale

a me la disco non è mai piaciuta molto... non ci andavo e non ci vado
sono proprio out???

 

At 18 febbraio, 2008, Blogger pensierorosa

io onestamente non sono contraria alla selezione all'ingresso...

Fino a un paio di anni fa andavo tutti i venerdì sera a ballare in un disco pub

Dopo un paio di sere in cui io e le mie amiche siamo state importunate (in modo molto pesante) da vari gruppi di ragazzi stranieri ubriachi abbiamo smesso di andarci e sò che il locale ha perso man mano tutta la "bella" clientela...
La voce gira velocemente!!

Adesso (dopo 2 qnni) ho sentito che stanno provando a rilanciarlo mettendo appunto la selezione all'ingresso!!!

 

At 18 febbraio, 2008, Blogger Sara Sidle

Mat, senza dubbio!Lo stile rimane sempre!:)

Betta, e te hai sempre 26 anni, io ne ho 37, sarei la nonna del gruppo!:)

Signor Ponza, se si guarda gli inviti hanno davvero una parola su due in inglese. E non capisco nemmeno perchè!Forse l'italiano è troppo volgare..;)

Tomas, hai capito il senso!!^_______^

Monicanta, le discoteche fanno bene ad esserci, ogni giovane se le deve godere, quel che non mi piace è che oggi non c'è più il divertimento caciottaro e alla buona di anni fa, o almeno non dovunque.Oggi abbiamo le ragazze immagine un sacco di gente che chiacchiera e mette i dischi..Insomma un caos per fare le stesse cose che nell'80 facevano in 2!!:)

Mimmo, ma che per caso scrivi inviti per le discoteche????
^________^

Alice, credo anch'io che la discoteca anni 80 ti sarebbe piaciuta. Di sicuro chi va oggi in discoteca non lo invidio neanche un po', ma forse la mia è solo nostalgia canaglia!

Stellastale, io nei miei anni d'oro mi ci sono tanto divertita, ci ho trovato il mio primo vero fidanzato ed ho conosciuto due delle mie migliori amiche. Non posso altro che ricordare quegli anni con tanto affetto, ma la discoteca di allora mi sembra lontana anni luce da quella di adesso..

Pensierorosa, se parliamo di non far entrare persone che possono creare disordini, lo capisco, ma tu sai che spesso la selezione avviene per motivi estetici o addirittura solo di simpatia.Lo trovo davvero assurdo, la discoteca dovrebbe essere un posto per divertirsi, tutti, indipendentemente dal capo d'abbigliamento indossato. Un tempo ci si faceva meno caso, e continuo a ripetere che era certamente meglio.

 

At 18 febbraio, 2008, Blogger orchideablu

Sai com'è, oggi parlare inglese fa molto IN...gudnait darlin..bai bai :-DDDDD

 

At 19 febbraio, 2008, Blogger LAURA

Al giorno d'oggi parlare inglese è chic, anche al lavoro molti su 5 parole ne usano 4 in inglese, come "meeting", "introduction" quando potrebbero dire tranquillamente introduione, "wrap up" per dire "faccio un sunto del mio discorso",...la maggior parte non so neppure cosa significano!

 

At 19 febbraio, 2008, Blogger Virgilio Rospigliosi

Bellissimo tuffo nel mitico Concorde. Lì altra cosa importante, si parlava e si conosceva la gente. Ora vanno per sballarsi ma comunicazione zero. E poi, giustamente basta con questo inglese dappertutto soprattutto quando non serve. Ci sciacquamo la bocca con queste parole inglesi, noi italiani, e magari non sappiamo neanche letteralmente cosa vogliono dire, E andiamo all'estero e non si capisce una parola!! Ma via....Viva il Bani, la pista piccina e il pomiciatoio!!!

 

At 19 febbraio, 2008, Anonymous francy

La discoteca non fa per me: ci vado al massimo una volta l' anno e mi annoio da morire. Ma la cosa pegiore è andare in bagno e fare quasi un' ora di fila perchè ci sono signorine che entrano in 2 o 3 alla volta e non sempre per fare pipì. Il più delle volte è perchè sono intente a sniffare.. :(

 

At 19 febbraio, 2008, Blogger jack

Tutto vero!!!! ...tranne il fatto che sei vecchia :)
Ma senti,che dici di andare insieme in discoteca e gliene diciamo quattro???eheheh ciao,a presto.Baci
Jack

 

At 19 febbraio, 2008, Anonymous Visioneonirica

Non ci credo...
Non era un posto dove andavo, ma faceva parte cmq del bagaglio dei miei we di medie ed inizio liceo!
Troppi ricordi di ore passate nel bagno della scuola a fumare e raccontarci i we...

 

At 19 febbraio, 2008, Blogger Avanguard

Ho modo ogni tanto di frequentare locali come quello o di imbattermi magari in situazioni di quel tipo anche solo dall'esterno e non posso che concordare e non è che tu sia vecchia è proprio che nelle discoteche e nei locali oggi conta più la forma dei contenuti ovvero musica e divertimento. E i frequentatatori assidui ne sono la prova vivente, soprattutto quelli teen per dirla a modo loro :-P

 

At 19 febbraio, 2008, Blogger gds75

secondo me la situazione è esattamente la stessa, sono solo cambiati i vestiti e modi di dire.
nel tuo passato c'è la frequentazione di posto nel quale eri una abituè e dove quindi non c'erano problemi.
ma stai tranquilla che se all'epoca ci fosse stata una serata per "paninari" e ti fossi prensentta come una "metallara" la direzione si sarebbe riservata il diritto d'ingresso....

 

At 19 febbraio, 2008, Blogger Sara Sidle

Orchideablu,effettivamente spiccare la lingua straniera piace.O almeno da quel che vedo attira molto!:)

Laura, mi piacerebbe sapere come mai abbiamo voluto prendere termini stranieri per sostiruire parole che descrivevano benissimo l'atto di per se..Poi ci chiamano esterofili!

Virgilio, ma dov'era il pomiciatoio? Da Ringo? Questa mi è sfuggita, perchè se avevo da pomiciare io andavo sulle poltroncine dalla parte del liscio o su nel piano bar...sai, amo la tranquillita!!^_________^

Francy, anch'io facevo la fila, ma non sniffavo!E ammetto che anche noi amiche andavamo in bagno a coppie.Ricordo un giorno, tornate dal mare, ustionate. La Miss va al bagno con amica. L'amica l'aiuta a tirarsi giù i pantaloni senza sfiorarle le gambe cotte a puntino (sai, anche con ustione di terzo grado si andava al Concorde!). Entra un'estranea e vede la scena equivoca e comica.. Figura di merda!!!!
^__________^

Visioneonirica, chi è di queste parti e dei miei tempi non può che ricordare con affetto i week end al Concorde! A meno che non fosse della fazione opposta, ossia Don carlos..

Avanguard, i giovani fanno bene a divertirsi, anche se poi si divertiranno davvero..

Credimi, ai miei tempi non usavano le serate a tema. Mi sono ritrovata a Firenze ad andare in una discoteca dark, mentre io ero normalissima ma affascinata dall'ambiente. Ebbene, nessuna stranezza all'entrata, anzi nessuno all'entrata a fare da buttafuori. In quegli anni non usavano proprio. Però concordo che i ragazzi che vanno oggi in discoteca si divertiranno come me allora, ripeto, forse la mia è solo tanta nostalgia!:)

 

At 19 febbraio, 2008, Blogger Sara Sidle

L'ultimo commento che inizia con "Credimi" è per Gds!!

 

At 19 febbraio, 2008, Blogger Virgilio Rospigliosi

Il pomiciatoio? Non lo frequentavo spesso, comunque era dove poi hanno messo il Piano Bar, ma prima era veramente buio e si mormora che si facesse di tutto la sopra!!

 

At 21 febbraio, 2008, Blogger Moky

Sara, quando cominci a dire cose tipo "Cosa sta succedendo nel mondo disco?" oppure "ai miei tempi c'era solo..." allora sai con certezza di stare invecchiando!!! Io confronto a te sono una "old bag" (io posso scrivere in inglese, visto che, a parte quando scrivo sul mio bloggherello, lo parlo24/7!!), quindi ti capisco perfettamente!! Hugs!

 

At 26 febbraio, 2008, Anonymous Anonimo

..ti voglio un gran bene solo per il fatto che mi fai rivenire a mente la mia gioventu'...partivo tutte le domeniche da livorno per essere al concord (il bani stava di fronte casa mia) adesso riesco solo a vederlo sporadicamente quando viene a trovare i suoi genitori...ho una vagonata di cassette fatte da lui al concord e non ti nascondo che ogni volta che l'ascolto mi vengono i brividi!!! spezzo una lancia in tuo favore quando parli di nostalgia...ma parlerei anche di appartenenza..qualcosa che era nostro..di quell'epoca,e solo chi ha vissuto quel periodo puo' capire...un saluto a tutti..ciao..alessio 38 anni

 

At 16 marzo, 2008, Anonymous Anonimo

viva il concorde grande massimo bani,il migliore ancora oggi ,suon ancora a montecatini terme ,ma tu eri una pink lady.....il comndante vi augura buon viaggio

 

At 11 aprile, 2008, Blogger mambo

Ciao sn mambo.....
ti invito a visitare il sito
quandolamusicaespettacolo.com

Facciamo serate con il comandante Massimo Bani.

Eravamo al full lo scorso anno ma tu dove eri?
stiamo preparando per l'estivo contattami... Ciao ... e si viaggia!

 

At 03 luglio, 2008, Anonymous alessandro

**Benvenuti al Concorde,da parte di Massimo dj Bani e dello staff,buon divertimento****
Salve amici finalmente sono riuscito a trovare notizie di DJ Bani.dopo tante ricerche so a chi chiedere sue notizie.Non ho mai avuto il piacere di conoscerlo di persona,visto che anche io negli anni 80 ho cominciato a fare il dj.Mi proposero di propagandare le sue produzioni su cassette,fatte rigorosamente dal vivo al Concorde.Ascoltandone un paio mi affascinò il suo modo di miscelare(così si deceva a quel tempo) oggi mixare,ma soprattutto il presentere i dischi in un modo particolare.Da li comincio con Lui una collaborazione,ricevevo le sue uscite periodiche tramite posta su master rigorosamente in Metal(le famose TDK metal)ancora oggi ne posseggo i master,tranne alcune andate perse per via di furto auto.Dal 1996 no ho pià motizie,non so se ancora fa il dj,se lavora a produzioni musicali,che tipo di vita svolge adesso.Io ancora faccio quel meraviglioso hobby un po a rilento.Ho letto di un blogger che lo vede quando va a trovare i genitori.Se avete notizie potete
contattarmi su questo blog o alla mail wass_@libero.it
Per Sara visto che frequentavi Il Concorde esiste ancora? se puoi darmi anche tu notizie di Bani?
grazie a tutti eeee...

Benvenuti al concorde il comandante via augura buon viaggio....

 

At 03 luglio, 2008, Anonymous alessandro

sempre io scusate ho scritto male la mail.
questa è quella esatta
wass_@libero.it

 

At 30 novembre, 2008, Anonymous Anonimo

sono capitato per caso in questo blog ed ho letto con nostalgia questo post....il Concord, la mia prima discoteca, premesso che ora ho 31 anni ed a 14 aqnni ho messo piede per la prima volta al Concord, ho bruciato un po le tappe, sono stato a ballare prima il sabato sera e poi la domenica pomeriggio grazie ad amici, gia auto muniti, dei quali i miei si fidavano cecamente e poi la domenica pomeriggio ancora al concord (in vespa pero' :-)...)... concord, casina rossa, pianeta, yo-yo e dopo?? il niente....per me la discoteca è finita alla fine degli anni 90, con tanta nostalgia ma con tanti ricordi marcati che mi fanno sorridere gli occhi al solo pensiero


qualcuno ha ricordato il mitico dj Bani, ma alcune musicassette sono ancora reperibili? chiunque avesse informazione puo' contattarmi a questo indirizzo fireblade77@hotmail.it

Un saluto a tutti

 

At 06 dicembre, 2008, Blogger Funkyman

Ciao
Ho messo piede al concorde nel 1979fino al 1984,un ricordo indimenticabile ed indelebile-
ho assistito al debutto dell immenso DJ Bani-Io so' che dopo essersi sposato vive ad Arezzo(queste notizie sono di alcuni anni fa',ed non da me verificate)e suona in una discoteca,,,,non ricordo il nome-
Io ho alcune cassette originali,tra le quali la N°1,cioe' la prima in assoluto,purtroppo non suonano piu' bene anzi malissimo:-((
Che tempi,,,non ho parole
ciao a tutti

 

At 18 dicembre, 2008, Anonymous Anonimo

Ciao, sono Riccardo, classe 1963...
sono arrivato fino a qua mentre stavo ricercando dei concerti da andare a vedere...
Cerco a caso su un sito e vedo che ci sono concerti dei " Neon "
C'era un brano dei Neon che al tempo mi piaceva molto e piaceva molto anche al dj Bani che lo passava ogni volta, ogni serata... " sono in arrivo i Neon " diceva... Lui aveva anche detto che erano un gruppo fiorentino.
Con queste informazioni li ho cercati anni fa su internet, ma senza successo e adesso... Si sono riuniti e fanno concerti!
Allora vado ad ascoltare su youtube e sul loro sito, ma il brano che passava il Bani non riesco ancora a trovarlo... Così, da google cercando del Bani arrivo a leggere le parole di Sara e i vostri commenti...
Che bello internet !!! :-))
Che bel giro nei ricordi :-))
In conclusione, se qualcuno ha notizie su dove suona Massimo dj Bani, mi farebbe piacere esserne informato.
Saluti a tutti
Riccardo ser.ricks@alice.it

 

At 16 agosto, 2009, Anonymous Gius

le discoteche di oggi forse dovrebbero essere chiuse tutte...sono diventate un ritrovo per impasticcarsi e sballarsi... ce da dire cmq che sono cambiati i tempi e i modi di divertirsi.. noi forse eravamo un po alla "buona" e ci divertivamo con poco...
cmq sono un grafico e di volantini ne faccio per le discoteche...tutti rigorosamente "cool" in inglese... e quai a chiamarli volantini..si chiamano Flyers

 

At 15 novembre, 2009, Blogger samuele

ciao a tutti ho 35 anni e ho inziato ad ndare a ballare al concorde nel 1989... nella mitica pista junior ovvero chiamata comunemente la GABBIA. la pista del mitico massimo dj BANI...e quando inziava la serata tutti attendevamo la frase di apertura della pista del bani con la punta del concorde sopra la testa del bani che si sollevava e la frase di apertura era: WELCOM TO THE IMPOSSIBLE...e la serata aveva inizio. mitico bani mni manchi...sarò affezionato al passato ma che ricordi il concorde...e un saluto lo rivolgo anche a dj RINGO

 

At 24 febbraio, 2010, Anonymous gianluca

ciao sono gianluca da civitavechia sono venuto adesso a conoscenza del concorde ho visto le immagini è bella
vi dico che sono un fans della musica anni 90 e della progressiva (disco storia) volevo sapere qualcosa di più
del mitico concorde io so che c'era il mitico speakers marco bresciani che ti faceva sognare.
aiutatemi a sapere ma esiste ancora?
che musica fanno sempre dance e progressiva anni 90
la nostra voglia è di sognare ancora con quella musica
ciao da gianluca 23 anni :)