martedì, gennaio 08, 2008
Luci della ribalta
Proprio stasera mentre girottolavo per le reti arriva la chiamata di mia mamma che ci avverte di guardare la Rai 1.
"Ma non è la benzinaia, quella con Frizzi!" urla la Mariuccia tutta infervorata.
Ci sintonizziamo subito sulla rete e lì, con una espressione enigmatica e misteriosa vediamo lei, Sandra Stefanelli.
E' davvero una benzinaia ed ha il distributore distante qualche metro da casa mia.
Stava lì, ferma, con la cinepresa inchiodata addosso, al programma "I soliti ignoti-identità nascoste", arrivata al personaggio finale da indovinare per far vincere alla concorrente, ben settantamilaeuro!
Guardandola, con l'espressione sicura e gia svezzata alle telecamere mi sono chiesta cosa avrei fatto io in quella situazione. E come facesse ad avere tutta quella sfrontatezza!
Sono subito scoppiata a ridere, pensandomi di fronte al Frizzolone, con il mio viso celato da una indifferenza finta e costruita, e con davanti, nel pubblico Miss e la Betty.
No, sarebbe una missione impossibile.
Immagino le mie guanciotte che si gonfiano e il riso pronto a esplodere, la mia espressione demente in prima visione sulla Rai, sarebbe un evento meglio del discorso del Presidente a reti unificate.
Niente paura, non mi vedrete mai in tv, nemmeno per qualche caso di cronaca nera che ora vanno per la maggiore. Ma è proprio questo che mi incuriosisce, siamo davvero tutti attori?
Ma solo io penso inimmaginabile il fatto di farmi vedere dietro quel tanto agugnato schermo? Eppure arrivare alla tv è diventato il sogno di tutti, vuoi per i reality, i quiz, stare solo tra il pubblico. E sono tutti bravi! Quando ho visto la mia vicina sono rimasta sorpresa perchè ho sempre avuto la speranza che quelle persone così sicure di se, sveglie, e disinibite, fossero tutte comparse spacciate per gente comune. E invece mi sbagliavo.
Penso a me, sono una che se si emoziona fa pipì tre volte in un ora, se fossi in video, come farei? Dovrei fare le faccette, smorzare il mio toscano e arrotare le "c" e le "r", somigliando, a mio parere, alla brutta copia di Panariello quando vuol parlare in italiano senza accenti.
Come vi invidio, amanti del piccolo schermo, pronti alla battuta fissando la telecamera, e magari disposti anche a fare sesso in prima serata. Insegnatemi qualcosa, perchè mi sa che coi tempi che corrono, per pagare il mutuo o vai in tv oppure fai la mignotta.
Vorrei optare per la prima, perchè se per il video non sono portata, figuratevi per il marciapiede!












 
posted by Sara Sidle at martedì, gennaio 08, 2008 | Permalink |


31 Comments:


At 09 gennaio, 2008, Anonymous viola21

proprio come te io non direi mezza parola... che dico? io litigo con gli amici se mi fanno le foto O.o

 

At 09 gennaio, 2008, Blogger Isabel Green

si la tv non fa per me. cmq adoro i soliti ignoti! ;)

 

At 09 gennaio, 2008, Anonymous Betta

Io sono combattuta, perchè da un lato vorrei andare a programmi come "Chi vuol essere Milionario" o "La ruota della fortuna"...salvo poi vergognarmi come una ladra! Bacionissimo Betta

 

At 09 gennaio, 2008, Blogger Tomas

ma mi son perso una cosa, forse...
nel programma che io non ho visto, lei veniva "spacciata" per benzinaia o mentivano sul suo lavoro ?

 

At 09 gennaio, 2008, Anonymous signor ponza

Però sappi che per andare in tv (in rai) devi essere o di sinistra o mignotta (cit.).

 

At 09 gennaio, 2008, Blogger LAURA

Io non li invidierei tanto, è gente che ha bisogno di apparire ed essere al centro dell'attenzione...

 

At 09 gennaio, 2008, Blogger Gala

Io non avrei il coraggio di andare in tv, considerando anche il fatto che sono la persona meno fotogenica che conosco -__-

 

At 09 gennaio, 2008, Blogger gds75

ci sono un tot di persone che per mestiere fanno l'attore/attrice senza averne il minimo talento, figurati se non siamo tutti un po attori :-)

 

At 09 gennaio, 2008, Blogger pensierorosa

anche io come te non riesco ad immaginarmi in video...
e pure io non so come farei a tenere a bada la pipì...

 

At 09 gennaio, 2008, Blogger Mat

se capitasse di andare in onda sulla rete nazionale chiederei la direttA!
direi tante di quelle minchiate...
ecco, se poi mi capitasse come presentatore un frizzi, un un papi, o quel toscano lampadato di cui nn ricordo il nome darei il meglio...

 

At 09 gennaio, 2008, OpenID antoniovergara

pensavo di trovare pure la foto della benz :-)

 

At 09 gennaio, 2008, Blogger Moticanus

vedere un conoscente in onda su una rete nazionale è sempre particolare. ma poi l'hanno indovinato?

 

At 09 gennaio, 2008, Anonymous Roberta

pensa che quando mi sono trovata per caso nel bel mezzo del reality( ti ricordi? ne avevo pure scritto)e nessuno mi ha intervistata, al solo vedere la telecamera avvicinarsi mi venivano le palpitazioni...anche se mi piacerebbe essere invitata da Oprah nel suo talk show...

 

At 09 gennaio, 2008, Anonymous francy

Anche a me viene la pisciarola quando mi agito e la tv non mi sarebbe certo d' aiuto! No no, preferisco starmene in disparte: niente celebrità, fosse anche per 5 minuti!

 

At 09 gennaio, 2008, Blogger Suysan

Io se stessi in tv farei scena muta......stare sul divano e indovinare tutte le frasi della ruota della fortuna o del milionario è molto piu facile che stare davanti alle telecamere...
No....non sono nata per essere una diva, non fa per me

 

At 09 gennaio, 2008, Blogger stellastale

In realtà tutti... senza rendercene conto.. nella vita quotidiana assumiamo atteggiamenti come fossimo davanti alla telecamera: come quando si pare una porta o si alza lo sguardo dalla scrivania o sidicono certe frasi.. cresciuti a film e 'sceneggiati' americani certa roba ci è entrata dentro senza neanche ce ne accorgessimo. un po' l'ho sempre pensato, un po' mi ci ha fatto pensare il libro che stoleggendo (non avevo capito niente di de silva... assai divertente, lo consiglio!!!)
magari nella vita recito pure io, ma l'idea di una telecamera mi terrorizza... odio tutte le mie foto, figurarsi!!!

 

At 09 gennaio, 2008, Blogger caterinapin

Tv ci son stata solo da adolescente ospite di una trasmissione sportiva dato che ero una campioncina (non ti dico di che perché mi vergogno se poi rintracci la trasmissione nelle teche Rai) però me la sono cavata benino tutto sommato...
Ora credo sarei più imbarazzata, un conto è recitare e conto essere lì come sè stessi!
Ti abbraccio cara
Cate ;)
http://www.lateoriadeigorghi.splinder.com/

 

At 10 gennaio, 2008, Blogger orchideablu

SEI STATA NOMINATA...:-)))) Ciao, buona giornata :-)

 

At 10 gennaio, 2008, Anonymous Monicantal'ottimista

Beh dai le possibilità non sono solo andare in Tv o fare la mignotta... ti puoi vendere pure un rene! :P

 

At 10 gennaio, 2008, Anonymous alicesu

oddio. A me solo l'idea di andare in tv fa ribrezzo..

 

At 10 gennaio, 2008, Blogger Prescia

ma allora sono personaggi veri??????
ho poca fiducia nella tv....
;)

 

At 10 gennaio, 2008, Blogger Francesc@

E io che pensavo che i personaggi fossero tutti attori...

 

At 10 gennaio, 2008, Blogger Richie

Non guardo mai quel genere di programmi. Non so nemmeno come come funziona.
Tra le due cose (andare in tv o prostituirsi) penso non ci sia differenza (parlo di programmi stupidi come di "uomini e donne"): si tratta comunque di vendere se stessi. Quindi ritengo più dignitoso battere, se fossi una donna piuttosto che andare in tv accolgo in casa mia uomini a pagamento...

 

At 11 gennaio, 2008, Blogger Virgilio Rospigliosi

Noooo!! La benzinaia

E io che lo guardo quasi tutte le sere me lo sono perso. Avevo il calcetto, vedi.

A me mi ci scapperebbe da ridere però se mi chiamassero non avrei problemi. Ma tanto non ti chiamano mica. Ho provato a fare domanda per l'eredità (mi ero innamorato di Angela) ma non mi hanno mai chiamato.

Ciao

 

At 11 gennaio, 2008, Blogger jack

Questo commento è stato eliminato dall'autore.

 

At 11 gennaio, 2008, Blogger jack

Un'alternativa per abbinare la Tv al marciapiede potrebbe essere quella di chiamare la trasmissione così: I soliti mignoti. :D:D:D
Cmq,scherzi a parte,non tutti amiamo apparire in TV solo per il gusto di esibizionismo o di facile guadagno a comparsa.Poi c'è da dire che il mignottismo aumenta con le possibilità di fare successo anche se non è da tutte.La gente onesta e dignitosa c'è sempre anche se fa una carriera più lenta...ma almeno meritata.
Baci.Jack

 

At 11 gennaio, 2008, Blogger Riff

Interessante il tuo blog,ben composto.

 

At 14 gennaio, 2008, Blogger Mimmo

...io invece ho una tale facciadiculo che non mi faccio problemi.
pensa quella volta che mi ritrovai in diretta a domenicain abbracciato tra la mia pupilla Pausini e Pippo Baudo. ;)

 

At 14 gennaio, 2008, Blogger IlGuizzo

io in tv ci sono andato 2 volte ma non ho mai avuto il coraggio di riguardarmi!
Comunque fare la mignotta per andare in tv è lo sport nazionale...

 

At 15 gennaio, 2008, Anonymous Anonimo

io credo che non riuscirei a dire neanche il mio nome. l´unica sarebbe arrivare un po sbronzo davanti alle telecamere. ma poi sbaglierei comunque il mio nome

 

At 15 gennaio, 2008, Anonymous Anonimo

il commento era mio
sandro