giovedì, gennaio 24, 2008
Vade retro, giovinetta !

In questi giorni mi sono imbattuta nel trailer del film di Federico Moccia “Scusa ma ti chiamo amore”
Onestamente sono rimasta basita.
Mi sono chiesta: ma visto come crescono in fretta le ragazzine, sarà il caso di far credere loro che frequentare uno che ha il doppio della loro età è una cosa bellissima?
Ci preoccupiamo tanto della pedofilia, delle ragazze che sempre più spesso cadono in mani di uomini poco raccomandabili, spinte da miraggi di fama o solo voglia di sembrare grandi, e poi l’idea che una ragazzina di 17 anni si innamori di uno di 37 la facciamo sembrare una bellissima favola rosa.
Certo, può succedere, ma non tutte hanno la fortuna di trovare il bel Raul Bova, uomo dolce e innamorato.
A molte capita l’adulto scaltro, quello raggiratore, approfittatore, e chissà che altro.
Ricordo che anche nel film “Il tempo delle mele 2” la protagonista provava ad uscire con un ragazzo più grande, scontrandosi subito con la diversità dell’eta, tornando poi sui suoi passi preferendo il giovane Pierre Cosso.
Ecco, questo mi sembra il giusto approccio da tenere, se vogliamo accostare un’adolescente ad un adulto. Non ho visto il film, e magari mi stupirò, rendendomi conto che anche quella cima di Moccia la pensa come me, ma già la scelta del protagonista e la recensione che ho letto qui, non mi rassicurano un granchè.
Dobbiamo decidere cosa vogliamo per i ragazzi, non possiamo far loro credere che nell’età più difficile, “innamorarsi” di qualcuno che ha il doppio della propria età sia l’atteggiamento giusto. Non per moralità, ma perché non si possono vedere ragazze di 17 anni più sveglie di noi quasi 40 enni!
O almeno, non possiamo imbastire, sopra una situazione che dovrebbe essere improbabile, una bellissima favola rosa.
A volte nella testa di una diciassettenne l’idea di trovare un Bova de noantri può costare caro, e su questo, il genio di Moccia dovrebbe farci un pensierino, sia che il film finisca in maniera reale o da fumettone.La cosa buffa, è che l’hanno pure trasmesso in un liceo, e nessuno si è stupito o ha provato a pensare quali sogni potrebbe stuzzicare nelle giovani di oggi..
Non voglio passare per moralista, ma onestamente non concepisco il mettere bollini alla tv, dividere i libri in narrativa giovanile e non e poi far credere che il film in questione possa rappresentare una situazione di vita normalissima.
La cosa che più mi fa arrabbiare, è che Federico Moccia viene osannato come il regista di film per adolescenti!
Possibile che nessuno si renda conto di quanto questo tipo possa nuocere alle nuove generazioni.
E poi, porca miseria, già è difficile trovarsi un uomo decente, se poi ci si mettono anche le lolite a rompere le uova nel paniere, noi vecchie single che fine facciamo!!
Vade retro giovinetta!
 
posted by Sara Sidle at giovedì, gennaio 24, 2008 | Permalink |


33 Comments:


At 24 gennaio, 2008, Blogger jack

E' quello che ho sempre pensato io.
Ci sono troppi film adolescenziali in giro e non solo.A parte il fatto dell'età ci sono anche serie Tv molto trash (opinione personale) tipo Dawson's creek, molto adolescenziale...Ho fatto la prova a contare in una puntata(unica guardata) quante volte veniva pronunciata la parola sesso.Ecco,questa è un'altra parola chiave che "istiga" gli adolescenti ad anticipare i loro tempi di erez..ehm reazione.Insomma,se poi combinate anche ai film tipo questo che hai postato tu allora ne esce fuori un bel cocktail di "saggezza".A questo punto preferisco che continuino a guardare Harry Potter (anche se non sono riuscito a vederne due consecutivi a causa della merdaccia del primo film e mi son fermato lì) .Bah,sti adolescenti:)
Ciao Sara,un bacione.Jack

 

At 24 gennaio, 2008, Blogger jack

E' quello che ho sempre pensato io.
Ci sono troppi film adolescenziali in giro e non solo.A parte il fatto dell'età ci sono anche serie Tv molto trash (opinione personale) tipo Dawson's creek, molto adolescenziale...Ho fatto la prova a contare in una puntata(unica guardata) quante volte veniva pronunciata la parola sesso.Ecco,questa è un'altra parola chiave che "istiga" gli adolescenti ad anticipare i loro tempi di erez..ehm reazione.Insomma,se poi combinate anche ai film tipo questo che hai postato tu allora ne esce fuori un bel cocktail di "saggezza".A questo punto preferisco che continuino a guardare Harry Potter (anche se non sono riuscito a vederne due consecutivi a causa della merdaccia del primo film e mi son fermato lì) .Bah,sti adolescenti:)
Ciao Sara,un bacione.Jack

 

At 24 gennaio, 2008, Blogger Isabel Green

beh la signorina protagonista mi sembra decisamente in linea con le ragazzine di oggi...e non uso il nome che sto pensando perchè mi sembra fin troppo chiaro e non sto parlando per invidia perchè conosco ragazze bellissime che rimangono tali senza assumere certi atteggiamenti...

 

At 25 gennaio, 2008, Blogger pensierorosa

Non sono una fan di Moccia..anzi tutt'altro!!
Il libro comunque l'ho letto e andrò anche a vedere il film con delle amiche. (sono ciìuriosa di vederlo)
Ti dirò che a me la storia è piaciuta (no comment sullo "stile" letteriario) e non c'è nulla di morboso in come è raccontata.
E' la ragazzina che tampina lui e non viceversa, anzi è proprio molto insistente e alla fine lui capitola...

Certo visto dall'esterno non è un bell'esempio, ma leggendo il libro è sembrato tutto molto naturale!!

Però visti i lucchetti sul ponte Milvio.....i tuoi dubbi sono leciti ed è possibile che adesso le liceali si mettano a provocare incidenti con uomini attraenti sulla quarantina...

 

At 25 gennaio, 2008, Blogger Moticanus

Io spero solo che le giovani generazioni, cresciute e pasciute a pane, moccia e de sica, possano un giorno redimersi e capire il valore della vita, la cultura che va ricercata nei film e possa svegliarsi in loro il senso critico che mi pare i genitori non gli abbiano insegnato.

W il cinema italiano??!!?? Non ci si chieda poi se in ambito internazionale per sentirci importanti si debba fare necessariamente riferimento a De Sica padre, Mastroianni e Loren. Non si può vivere sempre di rendita!!

 

At 25 gennaio, 2008, Anonymous Betta

In questo periodo resto molto perplessa vedendo una compagna di classe di mia sorella (15 anni) frequentare un mio ex compagno di calsse (27) come se fosse tutto normale. Mah...evidentemente cambiano anche le generazioni e io resto perplessa.
bacionissimo
Betta

 

At 25 gennaio, 2008, Blogger Virgilio Rospigliosi

L'importante è che sia già sviluppata per il resto va bene anche di 17 anni.
Sto scherzando ehehe!!
Stupire e attirare l'attenzione, è questo lo scopo del film. Certamente non è educativo per niente ma la saga del Moccia si vede che rende.
Io non ne ho visti nemmeno uno della saga, mi è bastata la storia dei lucchetti per farmi passare la voglia. Un bacione

 

At 25 gennaio, 2008, Blogger Mat

se tutti facessero le proprie esperienze all'età giusta non avremmo, forse, tutti stì problemi di coppia o casi come questo..

p.s. moccia in effetti nn ha scelto un tema socialmente utile...

 

At 25 gennaio, 2008, Blogger gds75

certo da nabokof a moccia...
quanto è grave il declino della nostra società!!!!

 

At 25 gennaio, 2008, Blogger Sara Sidle

Jack,purtroppo, almeno io, non riesco più a capire cosa vogliamo dai giovani. Gli rompiamo le palle per la loro troppa libertà, autonomia, voglia di crescere e poi gli propiniamo film coglioni come quello di Moccia. Ma alla fine cos'è, oggi, l'esempio che NON dovremmo dare ai ragazzi? Io non l'ho ancora capito..

Isabel, effettivamente qualche ragazza di oggi è davvero troppo sveglia.Io guardo sempre "Chi l'ha visto" e sapessi quante ragazzine convinte di essere già grandi scappano con persone poco raccomandabili, molto più grandi e di pochi scrupoli.Forse quello che dovremmo fare è cercare di far tornare una giovane di 17 anni ad avere l'aspetto e la vita di una di 17 anni! Utopia?

Pensierorosa, anch'io voglio vedere il film, e può darsi che possa sembrare una cosa naturale, la storia raccontata. Ma una ragazza di 17 anni che vuole uno di quasi 40, per me non è il massimo. Che poi Bova e la trama addolciscano questo dato di fatto mi fa piacere, ma ripeto, nella vita non ci sono tanti Raul Bova e non sempre sono storie a lieto fine. Una di quella età, ogni tanto, facciamola innamorare di un coetaneo!

Moticanus, certo è che se il film lo propongono nei licei, la vedo dura...Moccia è solo un furbetto che magna sulla pelle di questi adolescenti buttando là pellicole tipo libretti rosa confezionati con attori belli e di grido. Mica scemo!

Betta, a parer mio è quello il grave, il fatto che sembri una cosa tanto normale! Può succedere, per l'amor di Dio, ma non facciamolo sembrare la cosa più ovvia del mondo..

Virgilio, io e te sui giovani potremmo scrivere un trattato no?^____-
Per quel che mi riguarda, il signor Moccia è parecchio furbo, e mi dispiace che su tutti i giornali e tv, venga decantato come il regista dei giovani..

Mat, è vero. Lo ripeto, a tutti è piaciuto quello più grande, e l'avventura o cotta può accadere, ma cerchiamo di indirizzare i ragazzi verso gente della sua età..sarebbe tutto molto più bello!

Gds, hai ragione, ma fosse solo colpa di Moccia! Lo andrei a prendere a sassate con le mie mani!!:)

 

At 25 gennaio, 2008, Anonymous francy

Bello il nuovo blog-look!!!!!! Molto più fresco e primaverile! Complimenti!!

Io darei una gamba per limonare anche solo per finta con Raul Bova!!!

Comunque mi auguro che Moccia abbia presto un rilassamento dei visceri con conseguente ulcera duodenale perforante e incurabile. Così, giusto perchè sono buona e giusto per farti capire quanto lo stimo....

 

At 25 gennaio, 2008, Blogger Suysan

Non ho visto il film e dopo tre metri sopra il cielo non credo che lo vedrò,hai perfettamente ragione non è un bell'esempio per le adolescenti...e poi i quarantenni non sono mica tutti come Raul Bova....

 

At 26 gennaio, 2008, Blogger Sara Sidle

Francy, grazie del complimento, era tanto che volevo cambiare. Per Bova, mi metterei in fila anch'io per la vendita dell'arto!A parer mio, malgrado i pettegolezzi sulla sua omosesualità lo vedo proprio un bel maschione!!:)Su Moccia, insieme a tutto quello che hai detto, buttiamoci là anche una bella diarrea, che non si sa mai..

Suysan,anche "Tre metri sopra il cielo", con quel bullo (ma discreto devo ammettere) di Scamarcio era davvero un film poverino. Comunque "Scusa ma ti chiamo amore" lo voglio vedere, altrimenti parlarne male non ha senso no?^_____-

 

At 26 gennaio, 2008, Anonymous verodepo86

mi fai morire dalle risate, hai uo stile nello scrivere chiaro ed efficace, e come nn dirti hai completamente ragione!!!

 

At 26 gennaio, 2008, Anonymous roberta

Sai, anch'io ho letto la recensione, ma non ci avevo fatto troppo caso...hai comunque ragione, non e' per invidia, non e' per bigottismo, ma mi ricordo che a 17, se stavo con uno di 19/20 anni gia' sentivo la differenza (io al liceo, e loro all'universita'? impensabile, come del resto il contrario: io 17 anni e lui 15? mi sentivo pedofila). Adesso sono sposata con uno di 11 anni piu' di me, ma ho piu' di 30 anni e la differenza si sente molto meno.
Qui in America hanno fatto film del genere (I film di lifetime, quelli per tv tragici)ma sempre in chiave; tu hai 37 anni e ti innamori di una 17enne? pedofilo, arrestato, costretto a registrarsi come maniaco sessuale... Da un opposto all'altro.
L'unica cosa e' solo prendere il film per quello che e' e sperare che le ragazzine non si buttino tra le braccia del primo 37enne che capiti...ultimissimo commento: non fanno piu' i film adolescenziali di una volta ( ah, il tempo delle mele...).
PS=buon weekend anche a te, io sono a casa malata!

 

At 26 gennaio, 2008, Blogger Moky

Il problema per me e' che in generale queste "ragazzine" hanno una fretta di crescere che e' determinata probabilmente dagli esempi che vengono propinati in tv, al cinema, nelle riviste.. e non e' solo un problema italiano. Ma succedeva gia' tempo addietro, mi ricordo tanto tanto tempo fa, quando andavo al liceo con le treccine e venivo presa in giro, poi tornando a casa e passavo davanti alla mia vecchia scuola media e vedevo le ragazzine delle medie tutte truccate, con minigonne... non c'e' niente di male, ma non quando hai 11 anni, perche' poi da li' e' tutta una discesa... come madre di 2 bambine, il mio desiderio e' che rimangano bambine il piu' a lungo possibile e cerco di essere onesta con loro e gli spiego che essere adulte, diventare donne, non e' facile, comporta responsabilita' e scelte difficili... che non si puo' piu' tornare indietro... non conosco ne' il libro ne' il film di cui parli, pero' spero che sia onesto abbastanza da sottolineare che, a parte l'infatuazione e l'attrazione iniziale, il futuro di una coppia del genere non e' roseo e che le difficolta' che incontreranno saranno sicuramente triplicate rispetto a quelle che incontrano coppie dove la differenza d'eta' non ci fa dire WOW!

 

At 27 gennaio, 2008, Blogger caterinapin

Non sei moralista, stai puntualizzando qualcosa di ovvio, che pare però non essere minimamente notato da chi si dovrebbe occupare di queste cose...
A parte il fatto che certe adolescenti ne sanno più di me e te messe insieme (e questo è un gran male perché si perdono la loro giovinezza bruciando spaventosamente le tappe),mi pare anche che fra i 30/40enni ci siano già abbastanza Peter Pan senza dover andare a scomodare certe storie per far venire i rpuriti a questi Don Giovanni da strapazzo con la fantasia di portarsi a letto una ragazzina!
Ne conosco un sacco che lo dicono apertamente, sostengono che una ragazza sia in grado di poter avere storie di sesso dal momento dello sviluppo!!!
Come se questo bastasse per fare della ragazzina in questione, una persona matura e in grado di capire le conseguenze di ogni azione che commette!
Ti do ragione in pieno Sara!!!!!!!
Un abbraccio cara
Cate ;)

http://lateoriadeigorghi.splinder.com/

 

At 28 gennaio, 2008, Blogger Avanguard

Moccia è un pericolo pubblico. Dicono che sappia raccontare le emozioni dei giovani, in realtà le ha plasmate creando una controcultura emotiva pazzesca e davvero molto pericolosa. E questa è solo l'ennesima sciempiaggine che invece di limitarsi alla sfera sentimentale va a toccare un argomento ancora più delicato come hai sottolineato. Delicato e pericoloso. E nessuno pare porsi il problema, ovviamente.

 

At 28 gennaio, 2008, Blogger Tomas

aaaaah...era per questo che volevi allontanare le giovinette !
;-)

 

At 28 gennaio, 2008, Blogger Francesc@

Che poi, scusa... ci sono io disponibile e Bova va a impelagarsi con una ragazzina del liceo? Ma dai.... non è credibile!!!! (-;

 

At 28 gennaio, 2008, Anonymous ohmygosh

io sono sconvolta al pensiero che questo "film" (vabbè pellicola è più adatto) sia campione d'incassi del week end!!!! schifo schifo schifo
Sara:quando ti capita di passare da me c'è un premio per te e sorella!

 

At 28 gennaio, 2008, Blogger Mimmo

ahahahahahahhahah...la tua ultimissima considerazione la dice lunga sulla natura del tuo post! :)))

scherzo, ovviamente!
...sono d'accordo con te. I giovani d'oggi non se la passano bene...e la società che stiamo offrendo alle nuove leve è molto ambigua ed incerta...figuriamoci se facciamo passare queste storielline incassa soldi come la...normalità.

mha!

ps: sei stata nominata-premiata! ;)

 

At 28 gennaio, 2008, Anonymous Robin

Ma sai, nemmeno io sono un grande fan della censura e dei bollini. Credo che alla fine possiamo anche far vedere tutto a tutti, basta che nessuno sia lasciato solo. Che, poi, è quello che avviene ed è ciò che fa danno.
Sul film/libro non giudico, perchè esula così tanto dai miei interessi che ne ho una conoscenza assolutamente superficiale.
Ma da come ne parli tu, non è che l'ultimo esempio della nostra ipocrisia e che fa il paio con le minorenni buttate sulle passerelle di miss Italia e compagnia.
See ya!

 

At 28 gennaio, 2008, Anonymous Monicanta

Infatti.. secondo me Raul Bova starebbe sicuramente meglio accanto a una come me.. che ho quasi 32 anni... mi offro volontaria! Mi sacrifico!

 

At 28 gennaio, 2008, Blogger Richie

Federico Moccia ultimamente fa il furbetto... nel senso che si è stufato di sperimentare e ha scelto la via più facile. successi costruiti a tavolino, sulla stupidità dell'utente medio. Un po' come il Lolita di Adrian Lyne da cui hai tratto la foto con Jeremy Irons: non si puù trattare il romanzo di Nabokov come se fosse 9 settimane e 1/2! Molto meglio la rilettura di Kubrick.
Che Bova sia bravo (molto bravo) non ci piove, ma che per fare qualche cosa di diverso (visto che lgi propongono solo ruoli da sbirro) sia costretto a fare ste minchiatelle non è bello!

 

At 28 gennaio, 2008, Blogger orchideablu

La recensione non è un gran che ma le sale nella mia città sono sempre full da una settimana...
Voglio dire.. a chi non piacerebbe il Bova della situazione?
Comunque è proprio così, cara Sara,ragazzine che si interessano a uomini che potrebbero essere il loro padre e viceversa.Voglia di bruciare le tappe e sentirsi grandi da una parte e voglia di non assumersi le responsabilità dall'altra.In fin dei conti una ragazzina è meno impegnativa di una donna di pari età...CHE MONDO!!!
Ciao :-)

 

At 28 gennaio, 2008, Anonymous verodepo86

grazie a te, per i tuoi bellissimi post...buona notte un bacio ^____^

 

At 29 gennaio, 2008, Blogger Prescia

io detesto moccia, i suoi libri e i suoi film...quindo per me è come sparare sulla croce rossa...ma lapenso come te e penso che questa volta abbia davvero esagerato....
in primis per il messaggio che trasmette che è sbagliato...
secondo per le cazzate che scrive...che sono davvero tremende...
ma come fa a vendere così tanto?????

 

At 29 gennaio, 2008, Anonymous Anonimo

ma non bastava che scrivesse. pure i film gli fanno fare!
meno male che qua non arrivera mai nulla di moccia.
sandro

 

At 29 gennaio, 2008, Blogger BIC GIRLS

Ti quoto in pieno, ne parlavo l'altro giorno con mia mamma.
Sarà che i miei genitori sono coetanei, io e mio marito anche e non riesco proprio a pensare ad una storia così un uomo di molti anni più vecchio soprattutto se lei è minorenne...

 

At 29 gennaio, 2008, Blogger IlGuizzo

Comunque le ragazzine di oggi mi sembrano molto ma molto più scafate di molti trentasettenni....

 

At 29 gennaio, 2008, Blogger Colombina

Lo penso anche io, e da un po' ormai..
Per di più insegno in una scuola media, non sembrano più bambine già a 11 anni. Vengono a scuola in mini gonna stivali e super truccate.. Non oso immaginare come si vestano per uscire il sabato sera..

 

At 30 gennaio, 2008, Blogger Isabel Green

ciao sono passata per farmi un pò di campagna elettorale.sono stata nominata agli z-blog award.corri a votarmi!sul sito http://www.sw4n.net/ ci sono tutte le istruzioni per il voto!mi raccomando c'è tempo solo fino al 1 febbraio fino alle ore 23:59!!!baci