lunedì, agosto 21, 2006
Come tante trottoline

Oggi sono curiosa.
Cosa cercano le donne dagli uomini e viceversa? Come ormai ho ripetuto più volte sono single, ma non so più se per scelta o per obbligo.
Quello che posso dirvi è che so l'uomo che vorrei accanto, ed a quel che sembra, è un'utopia.
Quando ero adolescente, ho avuto un po' di problemi con mio padre, perciò sono cresciuta senza una figura di spicco maschile. Forse è per questo che sto cercando una persona alla quale affidare la mia fiducia, me stessa. Capirete che l'impresa è ardua..
Poi, ascolto le mie amiche. Storie assurde, tra le fidanzate e le single, non so chi è condita peggio.
Ma allora, in realtà, cosa cerchiamo dall'altro sesso?
Vogliamo protezione, ma non vogliamo sentirci oppresse, cerchiamo l'uomo forte ma che non ci metta i piedi in testa.
E poi, matrimonio o convivenza?
Io opterei per la seconda.
E gli uomini, vogliono la ragazza dolce e remissiva, o decisa e indipendente?
Vi rendete conto che giungla di interrogativi ho tirato fuori!
Forse negli anni passati, scoprire i propri sentimenti era più facile, le donne volevano una famiglia, dei figli, e l'uomo era il capofamiglia. Ora cosa vogliamo? I figli ci impediscono la carriera, il marito deve lasciarci libere di vivere la nostra vita..
C'è da dire che trovare l'anima gemella non è facile, ma qualcuno ci riesce. Siamo in molti, e magari è tutta una questione di tempi. Siamo come tante trottoline che prima o poi sbatteranno l'uno con l'altra.
E allora sì, fuochi d'artificio!
 
posted by Sara Sidle at lunedì, agosto 21, 2006 | Permalink |


19 Comments:


At 21 agosto, 2006, Blogger Avanguard

Tante volte il problema sta proprio nel fatto di avere un modello di uomo o di donna nella testa. Un modello rischia di offuscarci la vista perchè spesso risponde al nostro cervello e non al nostro cuore. Perciò molte volte poi ci si trova in confusione, quando il nostro cuore ci porta verso qualcuno che non ci aspettavamo. In amore, secondo me, prima di tutto è importante sapere che cosa NON SI VUOLE. E' poi fondamentale aprire la mente, non cadere in facili "snobbismi emotivi" che colgono tutti prima o poi, allontanarsi il più possibile dallo sterepotipo. Anche la classica incomunicabilità tra uomo e donna è frutto di clichè. Spesso ci si muove secondo dettami che nemmeno ci appartengono. Perchè l'uomo devi fare così e la donna deve fare colà e non perchè lo sentiamo. Credo che il primo passo verso la ri-scoperta dell'amore sia proprio provare a "sentirsi" di più a livello individuale. Chi si sente, sentirà anche la propria (futura)donna/uomo, che secondo me è quel che conta più di tutto, per una donna, per un uomo e per una coppia.

 

At 21 agosto, 2006, Blogger Elessa

bella domanda...

 

At 21 agosto, 2006, Anonymous kira83

Mi sa che questa è una di quelle famose domande da un millione di dollari... se per caso arrivi ad una risposta illuminante informami, perchè pure io qualche dubbietto ce l'ho XD

 

At 21 agosto, 2006, Blogger Sara Sidle

Avanguard, le tue sono parole vere, ma non facili da mettere in atto. Per il fatto di "sentirsi" di più a livello individuale, sono d'accordo.
Per quel che riguarda stereotipi e modelli, come avrai letto nel mio post precedente, non sono una che ne ha molti..Il fatto è che con un po' di maturità, inizi a capire quello di cui hai bisogno. Da adolescente pensi più al lato estetico, col tempo, con l'arrivo dei problemi, dei momenti bui, cominci a volere qualcuno che ha il coraggio di rimanerti accanto in qualsiasi situazione, senza annoiarsi o cercare divertimento altrove. Ho un carattere forte, ma perchè quando ci sono state le "mazzate" le ho prese da sola, col solo appoggio di mia sorella.Le persone da me conosciute hanno visto in me un'ancora, cosa che anch'io cerco!Più che uomini mi sembravano figli! Non è facile, ma sono sempre più convinta che tutto si risolve col sentimento. Se c'è, QUELLO VERO, non hai bisogno di chiederti nulla.Tu, vuoi essere quello che cerca e lui altrettanto.Forse sarà una conclusione troppo semplicistica, ma chissà che non sia la più vera..

 

At 21 agosto, 2006, Blogger Avanguard

Sì, sì condivido la tua conclusione e tutto ciò che hai detto. Non mi riferivo a te quando parlavo di stereotipi ma parlavo in generale perchè è un errore in cui incorriamo tutti prima o poi. Ovviamente quando dico che si deve sapere ciò che non si vuole mi riferisco anche ad una maturità sentimentale che prima o poi giunge, cioè quella di cui parli tu. Più si va avanti, più si sente la necessità di essere avvolti dall'altra persona, perchè le difficoltà aumentano e perchè gli spazi di gioia vera diminuiscono. Tutto questo perchè si acquista consapevolezza. So benissimo che ciò che ho detto non è facile da mettere in pratica ma in un percorso di crescita individuale, per quanto sia difficile è doveroso, per noi stessi e per la persona che incontreremo :)

 

At 21 agosto, 2006, Anonymous Sara Sidle

Da una parte rimpiango gli amori adolescenziali, quelli della passione fulminante, dove non pensi a nulla e c'è solo l'altra persona. Ma da l'altro lato, penso che vivere l'amore con una certa maturità te lo fa apprezzare di più. Sapere di condividere qualcosa con consapevolezza, e sapere quello che stai facendo..è proprio vero, ogni età ha il suo amore.
Parlare con te è sempre un piacere!

 

At 22 agosto, 2006, Blogger Avanguard

La stessa cosa vale anche per me Sara Sidle :)

 

At 22 agosto, 2006, Anonymous alicesu

in questo momento ho trovato l'uomo che mi piacerebbe: premuroso, dolce, sincero e via così. Peccato che non si sappia ancora cosa provi lui per me.
Alla fine io vorrei uno che sia compagno e padre nello stesso tempo..

 

At 22 agosto, 2006, Anonymous francy

Sicuramente la maggior parte degli uomini preferisce donne decise e indipendenti, sulle quali fare affidamento loro stessi.
Per quanto mi riguarda matrimonio o convivenza è uguale: anche se però, la cerimonia con l' abito bianco è un' emozione unica...

 

At 22 agosto, 2006, Anonymous Sara Sidle

Cara Alice, anch'io in fondo in fondo vorrei quello che chiedi tu, una persona che sia compagno, ma anche che mi sorregga, come dovrebbe fare un padre.Per il tuo amore, ancora all'oscuro,almeno l'hai trovato! Basta svelare l'arcano e magari chissà, è la tua trottolina..
Per il matrimonio o convivenza, propendo per la seconda, non sono la persona adatta per avere l'attenzione puntata contro il giorno del matrimonio, Francy,vergogna cronica!

 

At 22 agosto, 2006, Anonymous Anonimo

io mi sono innamorata di Loris e non saprei dire il perchè...cosa cercavo e cosa mi affascina. So solo che lo amo così....bacione Betta

 

At 22 agosto, 2006, Anonymous Pfd'ac

L'idea di trovare un padre mi piace poco, anche se l'uomo deve saper dare protezione. Un compagno che mi capisca, per me che ho la sindrome del pesce fuor d'acqua, sarebbe già tanto.

 

At 22 agosto, 2006, Blogger gds75

le donne di tanto in tanto dovrebbero ascoltare "cara ti amo" di elio e le storie tese, un punto di vista dannatamente e cinicamente maschilista, ma che sottolinea con sagace ironia le fissazioni brutte delle donne e quelle ancora peggiori degli uomini.
Cosa aspettarsi da un potenziale partner?
niente!
così sarebbe magnifico avere quello che si ha... ma siamo solo esseri umani non sappiamo vivere senza aspettative e sovrastrutture

 

At 22 agosto, 2006, Anonymous sandro

crescendo si diventa piu esigenti forse. ed è un bene, almeno non si corre il rischio di accontentarsi per paura di restare soli. l'idea del modello, come dice avanguard è pericolasa, ci offusca e non ci fa vedere che ma gari la persona giusta ci è accanto.
io in genere cerco una donna che mi sappia tener testa e che mi sappia far

 

At 22 agosto, 2006, Blogger Miss Dickinson

"Cara ti amo" è sacrosanta, mi dispiace dirlo, ma noi donne siamo proprio così.
Io non cerco niente di particolare,già trovare un uomo con il quale parlare, sarebbe un lusso.
Oggi come oggi, trovo che comunicare venga considerato un po' un optional, eppure secondo me, buona parte del rapporto parte proprio da lì.

 

At 22 agosto, 2006, Blogger AlbicoccoalCuraro

io, da precario fisso, devo sperare che si innamori di me paris hilton, così non ho problemi a chiedere mutui...

 

At 23 agosto, 2006, Anonymous Guizzo

Credo che le risposte ai tuoi interrogativi non te le possano dare gli altri. Ognuno è fatto a modo proprio e cerca un qualcosa di differente. Scusa la banalità, però è così....

 

At 23 agosto, 2006, Anonymous stella-marina

Cara Sara, io sono sposata da 7 anni, convivo da 10 e sto insieme da 13 alla stessa persona e devo dire felicemente. E di ostacoli ne abbiamo avuti... ma non tra noi. Lui viveva a 200 km di distanza e aveva un buon lavoro, lo ha cambiato ed è venuto a vivere con me, abbiamo sperimentato la convivenza e poi abbiamo deciso di sposarci (anche perchè la legge tutela poco altrimenti).
E' stata la scelta più giusta della mia vita. Mi lascia vivere la mia vita, fare le mie scelte e no non mi tarpa le ali e lo stesso faccio io con lui. Quando c'è un problema si discute e si trova la soluzione che vada bene sia a me che a lui. Non sempre è facile, ma ci si riesce. Fortunata? Beh, si perchè ci siamo incontrati all'estero e costruire una relazione a distanza quando non ci si conosce bene non sempre è semplice, ma se sai che la vita senza di lui sarebbe in bianco e nero e con lui ha tutti i colori del mondo, ti impegni e ce la metti tutta e anche se si devono fare dei sacrifici si fanno volentieri.
Nessuno ti regala nulla, stare bene con un'altra persona è qualcosa che ti impegna, ma non è un'impresa impossibile, anche perchè ti viene d'istinto quando ne vale la pena... :)
Ti auguro la stessa fortuna...

 

At 23 agosto, 2006, Anonymous Anonimo

Buonissima giornata! Bacione Betta