domenica, settembre 10, 2006
Tra demonio e santita'
Oggi voglio parlare di sesso.
Intendiamoci, non del mio! Voglio solo capire se il parlare di sesso in continuazione, dalla tv, ai giornali, addirittura nei blog, è un sintomo dei tempi che cambiano, o della disperazione generale.
Non sono bigotta, e chi mi conosce, lo sa bene, ma inizio a credere che tutto questo disquisire sull'atto amoroso sia una specie di posa per dare l'impressione di essere trasgressivi.
Per dirla alla toscana "più se ne parla, meno se ne fa!".
Come mai una donna nuda, nella pubblicità o sui giornali tira?
Come mai programmi sul sesso non hanno problemi di ascolti?
A me personalmente, iniziano a stufare. Persone che raccontano i propri sogni erotici, le proprie esperienze di gruppo ed in solitaria..mi sembrano situazioni alquanto squallidine..
La cosa che però mi ha stupita di più è stato il fatto di leggere alcuni blog dove persone scrivono solo di situazioni sessuali, voglie, sogni sempre solo a base di sesso!
Logicamente, ognuno è liberissimo, nel suo spazio, di dire ciò che più piace, ma è quasi comico, almeno per me, leggere affermazioni da "panterone vogliose", dove il solo pensiero della giornata è: stasera ho voglia di un uomo.
Capisco i desideri, sono una single anch'io, ed anch'io amerei avere una persona con me, ma non mi metterei a scrivere di sogni erotici e voglie inconsulte!
Ma alla fine è davvero trasgressione andare a raccontare i fatti propri in pubblico? Siamo davvero "ragazze cattive" nell'urlare la voglia di un uomo?
E, per finire, un uomo ci trova interessanti, così esplicite e aperte?
Magari dovremmo imparare a tenere per noi la nostra parte più intima, o almeno provare a dividerla solo con pochi, forse anche per dargli più valore..non saprei..
La cosa della quale sono certa, però, è la mia totale e personale antipatia per quei blog "trasgressivi", se vogliamo chiamarli così. Quelli dove, tra una notizia e l'altra, scopriamo in che modo piace far sesso al blogger, oppure se ieri sera l'ha fatto con uno oppure un'altro! Sarò della vecchia guardia, ma credo che anche certi discorsi si possano fare con un minimo di eleganza e simpatia.
Perciò, da buona suor Sara chiedo consiglio a voi. Aiutatemi a capire se sono più invitanti le cocenti fiamme dell'inferno, oppure il teporino del purgatorio (il paradiso non lo metto nemmeno, non voglio mirare così in alto!).
 
posted by Sara Sidle at domenica, settembre 10, 2006 | Permalink |


18 Comments:


At 10 settembre, 2006, Blogger Avanguard

Secondo me è assai più intrigante alludere alle proprie voglie nell'ambito di un gioco intrigante fatto a due, piuttosto che esplicitarle in un blog. Lo trovo molto volgare, inutile e blog di quel genere io non li leggo. Non perchè sono bigotto (sono l'esatto opposto) ma perchè mi interessa la mia sfera sessuale non quella altrui. Trovo che parlarne sporchi un certo genere di magia che la sfera erotica e amorosa dovrebbe portare in sè.

 

At 10 settembre, 2006, Blogger Francesc@

Mi sa che i vari Sex and the City e telefilm del genere hanno "sdoganato" in qualche modo il parlare di sesso. A me personalmente interessa di più farlo che parlarne....(-;

 

At 10 settembre, 2006, Anonymous Pfd'ac

Sul blog non mi va neanche di raccontare cosa ho fatto la sera prima, figurati parlare di sesso! Però trovo che trasmissioni come quella di Camila su MTV (Loveline) siano utili soprattutto per i giovanissimi perché in qualche modo riprendono la pagina dedicata alla sessualità delle riviste, quella in cui si fanno anonimante le domande che non si ha mai il coraggio di fare. Quando si parla di sesso sembra la norma che lui e lei vengano insieme, che i movimenti siano quelli controluce e morbidi dei film americani e che si provino emozioni intense tutte le volte, mentre la realtà non è proprio così o almeno non sempre.
Riprendendo il tuo discorso sulle panterone, mi sa che è lo scotto che dobbiamo pagare per l'indipendenza-emancipazione (anche se non ho ancora capito del tutto da cosa) femminile.

 

At 10 settembre, 2006, Anonymous alicesu

Anche a me non piace il sesso ostentato. Per me quella è una sfera personalissima.. E non riesco a condividerla con il mondo.
Secondo me questo parlarne comunque denota semplicemente frustrazione. Assolutamente.
Anche perchè poi ho avuto prova che chi parla troppo.. poco riesce a combinare. combinazione?

 

At 11 settembre, 2006, Blogger Sara Sidle

Avanguard, per l'essere più intrigante, sono pienamente d'accordo.Ti posso assicurare che leggere certi blog,a me fa ridere, ma nello stesso tempo mi distrugge!
Francesca,Sex and the city, un po' ci ha rovinate. Le quattro ragazze, a volte mi davano un che un po' di zoc..C'è da dire, però che alla fine tutte, malgrado la grande modernità, cercavano l'amore, come le donne più tradizionali..Riguardo al farlo..sono completamente sulla tua stessa linea!
Pfd'ac,per i programmi come Loveline, concordo, ma a volte quando ci sono le telefonate, dove chiedono se devono farsi leccare i piedi, perchè il ragazzo l'ha chiesto, oppure se possono andare a letto col fidanzato..beh, credo siano domandine abbastanza personali, alle quali nessun dottore può rispondere.
Alice,per il discorso più se ne parla, meno se ne fa, l'ho detto anch'io sul post.Forse ora vogliamo passare per trasgressivi parlando delle nostre performance sessuali..Ho letto un blog in particolare che fa veramente ridere..Non tollero le panterone sempre vogliose..Pensa che avevo delle amiche che se non lo facevano per una settimana dicevano che gli venivano i crampi!!Siamo alla follia pura!!

 

At 11 settembre, 2006, Anonymous Anonimo

a me i blog dove si parla sempre e solo di sesso annoiano. Mi piacciono i blog dove si impara a conscere l'altra persone, dove c'è un confronto. Dove gli argomenti sono vari.E dove magari si allude al sesso o se ne parla anche, ma ogni tanto e in moso simpatico.
I blog monotematici dopo un po' non li leggo neanche.
Bacione
Betta

 

At 11 settembre, 2006, Anonymous alicesu

conosco anche io di quelle persone.
però secondo me è solamente una posa. e una posa parecchio volgare.

 

At 11 settembre, 2006, Anonymous sandro

parlare di sesso nel blog?
boh se si parla in maniera generale mi sta bene. il raccontare la propria vita sessuale invece è diverso e di solito mi astengo dal commentare!
di sicuro non racconto mai i fatti miei

 

At 11 settembre, 2006, Blogger Rosario

si può parlare di sesso ma non bisogna esagerare nè essere volgari. Lo trovo un argomento come un altro perchè fa parte della vita a patto che non si superi il limite del buon costume.
Molti questo limite immaginario lo superano ed allora diventano disgustosi.
Un saluto!!

 

At 11 settembre, 2006, Blogger Elessa

ma sai qui si entra in un campo che è economico e profiquo, fin quando per avere successo ci si deve vendere ci sarà chi compra il prodotto per avere quel tipo di successo, poi s'accorge, naturalmente, che non ottiene il successo sperato con un paio di mutandine e allora ne compra altre...insomma siamo dei cretini!
Certo che son d'accordo con te...tutte ste tette al vento non possono fare che male...

 

At 11 settembre, 2006, Anonymous Polveridiluna

però tirano..eh se tirano, prova a mettere nel blog una foto di un culo e vedrai quanti commenti! Sinceramente a forza di veder tette e culi dappertutto mi son venuti a noia anche i miei!

 

At 11 settembre, 2006, Anonymous francy

Concordo con te. Purtroppo il sesso sembra essere la sola cosa interessante, che attira e a cui valga la pena prestare attenzione.... Secondo me è un ennesimo segno di quanto la nostra società stia scadendo.

 

At 11 settembre, 2006, Blogger Lonely Mary

io trovo soprattutto scoraggiante (e soprattutto per noi donne) l'ostentazione del sesso in tv (che poi si traduce sempre in ostentazione del corpo femminile, inteso perl'appunto come corpo (cioè senza cervello)).
Se poi alla tv 9 canali su 10 parlano di (o mostrano) sesso, la nostra fortuna è che abbiamo il telecomando, su cui c'è l'unico tasto davvero utile, quello rosso, su cui c'è scritto OFF :))
ciao
Marina

 

At 12 settembre, 2006, Blogger gds75

i discorsi credo vadano divisi.
una cosa è l'ostentazione delle fattezze maschili e soprattutto feminili, che a quanto pare paghino sempre nella pubblicità, anche se mi devono sempre spiegare perchè una donna nuda nella doccia dovrebbe rappresentare il silicone (viva rocco siffredi e le sue ironie sulle patate).
Altra cosa è parlare di sesso. credo che l'interesse a questo argomento sia inversamente proprozionale all'eta.
Ricordo che a 15 anni trovavo i porno il massimo dell'arrapante (visto che di sesso vero non se ne faceva) oggi li trovo veramente noiosi (anche quando i periodi portano astinenza forzata :-)).
d'altra parte sono d'accordo parlarne troppo vuol dire farne poco....

 

At 12 settembre, 2006, Anonymous Guizzo

Cara Sara, credo che la cosa migliore sia andare all'inferno, ma sempre con una certa eleganza.

Credo che, più di Sex and the City, i veri danni li abbiano fatti Maurizio Costanzo e suo marito. Non riescono a parlare d'altro.

 

At 12 settembre, 2006, Anonymous roberta

Anch'io mi sono chiesta la stessa cosa: tutto gira intorno al sesso.
neanch'io sono una puritana, o mi scandalizzo a sentirne parlare, o a vedere scene piu' o meno esplicite. ma mi mette tristezza che il concetto di fondo espresso e': non riesco a stare bene con me stessa/o e quindi ho bisogno dell'altro per essere un po' interessante.
qui si e' scatenato un fenomeno dilagante, del sesso orale come "bacio della buonanotte", ovviamente solo da parte delle ragazze ai ragazzi. ormai e' normale, in una societa' puritana com'e' l'america (intesa come USA), il sesso quello "vero" non si puo' fare, e allora ci si nasconde dietro a quello "finto", in fondo un bacio "li'" che cos'e'? mi ha messo addosso tanta tristezza nel sentirne parlare, perche' questo e' cio' che fa considerare le ragazze "cool", un po' come era anni e anni fa fumarsi una sigaretta. Non incolpo la TV o i giornali, perche' loro sanno che quello e' un modo per vendere. Ma incolpo chi fa inutili prediche invece che educare alla dignita' di se'.

 

At 12 settembre, 2006, Anonymous Antares Blu

Ekkime di ritorno!
Non molto tempo fa mi sono imbattuta in un blog dove la proprietaria parlava delle proprie esperienze sessuali, e invitava gli altri a parlarne nei commenti a mò di community....Ho riso per non so quanto!
Penso che il sesso sia il modo più intimo e intenso per conoscersi e conoscere, quindi perchè urlarlo ai quattro venti invece di viverlo con la giusta velata sensualità da donare a pochi? (la donna misteriosa intriga da sempre l'uomo, o no?)
Alla fine poi questi blog mi sembrano a pelle come delle bambole gonfibili...e non credo che in fin dei conti un uomo voglia davvero una bambola gonfiabile che non esprime sensualità...

 

At 15 settembre, 2006, Blogger Sara Sidle

A vedere tutte le vostre risposte, penso ancor di più che certi blog, facciano male alla salute.
Ma allora, perchè hanno sempre tante commenti??
Misteri della vita..