mercoledì, aprile 23, 2008
Se questo è amore

Montecatini, la mia città. Piena di puttane e delinquenti.
Ebbene, nel giro di pochi mesi sono avvenuti due omicidi.
Due donne.
Donne di night e prostitute, uccise senza pietà. La prima, ritrovata in una valigia nei pressi di un cassonetto, l’altra, notizia di pochi giorni fa, sgozzata in casa propria, non molto distante dalla mia strada.
Mi chiedo: ma cosa sta succedendo a questi uomini?
Definirli uomini mi sembra già un gran complimento, data la loro completa vigliaccheria verso il gentil sesso.
Lo so, il divario uomo donna è ormai una storia che va avanti da secoli, ma oggi, nel 2008, si sta raggiungendo dei livelli che fanno veramente paura.
Certo, noi femmine sempre più spesso abbiamo barattato il nostro corpo per soldi, abbiamo illuso, ci siamo svendute, tutto per quei dannati euro. Per potersi vestire con capi firmati, per andare nelle beauty farm, per campare.
Ho una avversione per le “puttane”, sia quelle cosiddette “perbene” sia quelle più volgari, ma ugualmente hanno il diritto di vivere al meglio la vita che si sono scelte. Dal canto mio, qualsiasi problema abbia incontrato sulla mia strada, non mi è mai venuto in mente di darla via per assicurarmi la soluzione più semplice. E si che di problemi economici ne ho avuti!
Eppure, giovani e vecchie hanno adottato la vendita del proprio corpo come modo più semplice per vivere una vita agiata. Certo, scelta personale, ma non per questo, a mio avviso, giustificabile.
La cosa che più mi disturba è il ruolo del maschio in tutta questa storia.
Abito in una città dove la bellissima di night detta legge. Dove famiglie si sono sfasciate e patrimoni dissipati per colpa della russa avvenente di turno. Eppure, ancora non si impara che quello non è amore ma interesse. Addirittura si uccide, sentendosi traditi da donne che mai hanno amato, ma solo contrattato il proprio corpo in cambio di qualche cosa.
Possibile essere arrivati a questo punto?
Pensiamo ad un semplice e “normale” rapporto come qualcosa di troppo impegnativo, mentre si preferisce incontrare una donna in un locale, magari compiacente, grazie a due o tre consumazioni.
Nessuno però, traccia il profilo di questi uomini così mediocri e vigliacchi che inquinano la nostra società, additandoli ed allontanandoli. Anzi, facciamo credere che tutto ciò sia un normalissimo metodo di vita. Maschi illusi da bellissime, che si abrogano il diritto di uccidere, ferire, tutto in nome di un amore tradito o magari mal interpretato.
Forse, come ho già detto tantissime volte, dovremmo fare un passo indietro. Capire che l’apparire, la bellezza, non sono il solo modo di vivere. Ma intanto due ragazze sono morte. Due vite spezzate da esseri ignobili, incapaci di vedere la realtà. Persone che, portavoce di una esistenza inutile e senza il minimo amor proprio, hanno deciso che uccidere una donna valeva lo sgarro di un amore tradito.
Ma quale amore che si definisce tale può finire così?
Uomini, vergognatevi e provate a pensare che per certi tipi di donne non siete certamente il principe azzurro, ma solo il brutto rospo da ingoiare per poter avere la tanto agognata vita da ricche.
Vale davvero la pena rovinare delle esistenze per tutto questo?
 
posted by Sara Sidle at mercoledì, aprile 23, 2008 | Permalink |


44 Comments:


At 23 aprile, 2008, Blogger caterinapin

Ho visto qualche tempo fa un servizio sulla prostituzione e sugli uomini che con le prostitute e sono rimasta allibita!
Io avevo sempre creduto che fossero uomini di mezza età se non più anziani oppure persone senza una moglie o con gravi problemi familiari e invece (sorpresa!) ci sono uomini di TUTTI i ceti sociali e di tutte le età!!!!
Chi ci va per curiosità, chi per sfizio, chi per vizio e chi per abitudine...
La maggior parte sono davvero "insospettabili"... mha!
Certo che se anche in piccola città come la tua ci devono essere due omicidi in così poco tempo, stiamo messi proprio male eh?
Ti abbraccio forte cara bacio
Cate ;)
http://www.lateoriadeigorghi.splinder.com/

 

At 23 aprile, 2008, Blogger L

La gente ormai non è abituata a sentirsi dire di no.

Il problema è tutto qui, secondo me.

Ciao.
L.

 

At 23 aprile, 2008, Blogger LAURA

La donna vista come oggetto da possedere quando si vuole e subito. Molti uomini la vedono proprio così e questo è di una tristezza e aridità assoluta e inconcepibile. Ancora parecchi passi dobbiamo fare per raggiungere, se non proprio la parità, almeno una considerazione maggiore e più accettabile. In tutti i campi.

 

At 23 aprile, 2008, Blogger ValeTata

Sono disgustata dal comportamento orrendo che tengono certi esseri viventi, non sono uomini ma vere e proprie m...accie... il rispetto x gli altri è fondamentale in ogni cosa e se cmq una donna scegli di esercitare il "vecchio mestiere", affari suoi e non merita di morire... e sempre se una donna decide di venderla senza darlo tanto a vedere solo x farsi mantenere, lì c'è la stupidità dell'uomo che non ascolta i sentimenti e il cuore ma solo l'attrazione fisica...
che mondo triste pieno di opportunismo...
notte, Vale

 

At 24 aprile, 2008, Blogger Mibemolle

gli uomini, si sa, hanno il cervello posizionato esattamente tra il frenulo e la cappella (che stile che ho!) e, viste le dimesioni dell'alloggio, non è neppure un cervello molto grande.
Quanto alle donne, troie ci si nasce. é una forma mentis. se non ci sei nata non ti riuscirà mai farlo, piuttosto vomiti..e altre ti passeranno bellamente davanti in tutte le coe della vita perche son troie, nate troie, con vita da medesime. senza manco vergognarsi un pochino, macchè, anzi gloriandosene pure....è così. tira piu un pelo fi figa coppia di buoi.

e ora dipo tutta questa sequela di parolacce vado a letto, che la situazione mi deprime tanto tanto tanto... forse sarebbe meglio esserci nata....per quanto riguarda gli omicidi credo che siano piu' un regolamento di conti, gente che voleva uscire dal "protettorato", che s'era stufata o che non guadagnava piu' abbastanza....non credo che le abbiano uccise "in quanto donne" senno' vuol dire chea montecatini c'e' un serial killer...
scusate la volgarità e la lughezza, ma certi topic proprio tirano fuori tutta la misoginia che c'e' in me...

 

At 24 aprile, 2008, Blogger Sara Sidle

Caterina, è quello il triste. Sapessi quanti giovani perdono la testa per queste bellissime dell'est. Qui da noi, poi, è una strage. Addirittura ragazzi di 24 anni che la sera invece di andare in discoteca vanno al night..triste.La cosa peggiore è che queste passioni, spesso si trasformano in manie pericolose..

L, se fosse davvero per la ragione che accenni vorrebbe dire che la media di intelligenza umana sta sfiorando il ridicolo..E poi, perchè non dovremmo più essere abituati a sentirci dire no?Diciamocela chiara, siamo tutti matti.

Laura, concordo, ma una donna che si svende è impossibile che poi voglia cercare la parità dei sessi. Comunque la peggior figuraccia, per me, la fa l'uomo. Esseri inebetiti da bellissime, pronti a pagare cifre stratosferiche per portarsele a letto una sera.Ma l'uomo ce l'ha ancora un minimo di orgoglio?Possibile che non si senta svilito pensando che queste donne dicono le stesse parole a tutti, fanno sesso con tutti ma senza amare mai nessuno?Credono davvero di essere unici?E' forse quando si rendono conto del contarrio che parte la testa ed uccidono qualcuna?

Vale, purtroppo è vero.A Montecatini, vendere se stesse è diventato il lavoro che va per la maggiore. Ora, sono pienamente d'accordo che ognuno col proprio corpo fa ciò che vuole, però, parlando tra noi donne,coglioni i maschi, ma anche noi spesso facciamo un po' schifo..Vale anche nel nostro caso:ma il rispetto di noi stesse dove l'abbiamo messo?Siamo davvero disposte a tutto per riuscire ad avere una vita agiata?Mah..

Mibemolle, il tuo commento spiega alla perfezione la situazione uomo-donna.Specialmente quando precisi dove è situato il cervello maschile!:D
Riguardo gli omicidi, purtroppo non è come dici. La ragazza trovata morta nella valigia è stata uccisa da uno che frequentava da poche settimane conosciuto al night. Questo matto aveva iniziato ad essere possessivo nei confronti della ragazza per poi sfociare in questa violenza inaudita. Per l'altro fatto di cronaca avvenuto pochi giorni fa,ancora non si sa nulla, ma si indaga tra i clienti della brasiliana. Come vedi, gli assassini sono persone "normalissime", e questo è quello che fa più paura.

 

At 24 aprile, 2008, Anonymous Robin

Beh, oddio, credo che la maggior parte della prostituzione "da strada" sia coatta.
O almeno, per quel che vedo dalle mie parti, non so quale sia la situazione specifica della tua città.
Io sarei favorevolissimo per la legalizzazione della prostituzione, così da porterla controllare ed organizzare come avviene poi in Olanda. Davvero, credo che sarebbe un mondo migliore, così.

Per il resto, il nocciolo del problema credo sia la superficialità con cui viviamo le nostre esistenze. E il fatto che questa superficialità ci ha fatto il lavaggio del cervello, rendendo un sacco di vite assolutamente trascurabili.
See ya!

 

At 24 aprile, 2008, Blogger Isabel Green

ammazza che posticino ;)

 

At 24 aprile, 2008, Blogger pensierorosa

è un mestiere che nemmeno io non mi sognerei mai di fare... ma evidentemente per alcune è la soluzione più facile per fare una bella vita!

una cosa che mi sono sempre chiesta è che razza di autistima possa mai avere un uomo che va a prostitute??

 

At 24 aprile, 2008, Anonymous Monicanta

A me questo mondo fà davvero paura...

 

At 24 aprile, 2008, Anonymous Monicanta

A me questo mondo fà davvero paura...

 

At 24 aprile, 2008, Blogger Nella

Si Sara è vero il mondo è diventato squallido.
Purtroppo, anche qui la realtà di russe e polacche non è delle più rosee, si sono sfasciate famiglie fantastiche per colpi di testa di uomoni stupidi che non ragionano con il cervello ma con il c...., il bello è che tornano indietro dopo qualche mese con la coda tra le gambe, perchè finiti i soldi le belle signore li piantano in cerca di un altro pollo da spennare.
L'anno scorso ci fu un boom di divorzi dovuto a questo, e le suddette signore offese dal gran parlare, andarono al giornale locale lamentandosi delle offese riportate dallo stesso.
Dissero che la colpa era delle mogli se i loro mariti le lasciavano, perchè pensavano ai figli, alla casa ecc.. mentre loro sono sempre impeccabili e disponibili...
Il giornalista non chiese però, perchè quando finivano i soldi li mettessero alla porta....


We still look on my blog
Smack

 

At 24 aprile, 2008, Blogger Suysan

Purtroppo il maschio è un essere che si lascia faclmente abbindolare da donneche abbiano un minimo di cervello....le russe, le rumene, approfittano di questa situazione e con due moine conquistano padri di famiglia che hanno come unico pregio il fatto di poterle mantenere

 

At 24 aprile, 2008, Blogger Donna Cannone

Buona sera.
Ci sono vari punti che non condivido. Partiamo dalla fine: non credo sia l'illusione di bellezza e amore che manda la maggior parte dei clienti a prostitute. E non credo che tutte quelle che esercitano questo mestiere "lo abbiano scelto". Dietro ci sono storie di violenza, sopraffazione, droga, miseria e schiavitù, spesso di donne sole, straniere, clandestine.
Bisognerebbe avere dei dati per fare un distinguo e cercare di capire il fenomeno.
Poi, l'altra faccia della medaglia, ancor più taciuta, è che il maschio italiano è ai primi posti nella classifica del turismo sessuale in giro per il mondo.
Mi sembra molto riduttivo dire che "la gente ormai non è abituata a sentirsi d no": nel bene e nel male, l'animale umano è un tantinello più complesso e composito!
Infine, questi episodi si verificano da sempre, ma i mass media odierni, e la loro manipolazione, volutamente li amplificano, ed esercitano il terrore sociale.

Saluti,

 

At 24 aprile, 2008, Blogger fabio r.

pienamente d'accordo Mrs Grissom! sebbene sia Omo (come direbbe simona) non mi sono mai sognato di assecondare lo sfruttamento della prostituzione e al contario penso sia una crudeltà verso la natura umana.. altro che mestiere più vecchio bla bla bla..
C'è un amre di ipocrisia nei maschi.

 

At 24 aprile, 2008, Blogger ANIA

A mio avviso il degrato oramai è al limite della tolleranza. Interi quartieri a Milano sono afflitti da questa piaga e la brava gente che vi abita cerca solo la via di fuga svendendo la propria abitazione per traslocare altrove. Io la soluzione l'avrei... Io non punirei le donne ma i clienti. Se le pene fossero certe e screditanti per i clienti allora la richiesta si abbassa e l'offerta tende a dininuire.

 

At 24 aprile, 2008, Blogger Mat

la triste realtà è che siamo sempre più incivili e meno rispettosi, sempre più istintivi e cattivi.

stiamo tornando bestie (nel senso cattivo del termine, senza nulla togliere agli animali)...

ciao sara, un bacione :)

 

At 24 aprile, 2008, Anonymous viola21

a prima botta avrei detto che L ha ragione.
poi mi sono chiesta perchè...
esiste tanta possessività soprattutto quando la preda è sfuggente. e più sfugge più la si vuole, anche a costo di ucciderla se scappa.
poi quella marea di donne schiave stupide di uomini monotoni e noiosi sono sopportate con indifferenza e fastidio.

sarè che mondo di merda! se mi permetti l'eufemismo!

 

At 24 aprile, 2008, Blogger Sara Sidle

Robin, per quel che riguarda la mia citta', posso assicurarti che oltre alla prostituzione da strada, vanno forte le ragazze dei night. Certo, il mestiere è perlopiù lo stesso, ma magari con una parvenza più signorile. Riguardo la legalizzazione potrei essere d'accordo, con tanto di tasse e controlli severi. Ma non credo che molte signorine che lavorano in proprio ci starebbero a dimezzare le entrate per rientrare nella legalità..Riguardo la superficialità, può essere vero ma aggiungerei anche una bella disistima di noi stessi, uomini e donne.

Isabel, bella la mia città turistica eh?;)

Monicanta, pure a me. Lo ripeto, mi sembra che stiamo diventando tutti matti..

Nella, le nostre città non è che hanno fatto un gemellaggio?Qui a Montecatini, le belle straniere la fanno da padrone. Pensa, sia il sindaco che l'assessore sono rimasti affascinati e incastrati dalle suddette bellezze..Figurati che ci hanno portati per bocca anche da Costanzo in tv!

Suysan, ma allora gli uomini non dovrebbero essere in grado di intendere e volere!Credo che oggi sia più facile mettere 100 euro su un tavolo e sapere che questa per quella mezz'ora ti adora, piuttosto che rischiare un due di picche o mettersi in gioco con una ragazza qualunque.Io, l'ho sempre detto, tra prostitute e clienti, do le responsabilità al 50 e 50.

Donna cannone, è logico che in certi casi non si deve generalizzare. Io parlo della situazione nella mia città e se allargo il tiro è normale che non comprendo tutta la categoria. Di certo la tua affermazione mi sembra molto populista. Lo sfruttamento esiste, ma esiste anche chi si prostituisce perchè vuole guadagnare soldi in poco tempo e con poca fatica. Dovremmo smettere, quando si parla di prostituzione,di pensare che tutte quelle che lo fanno sono sfruttate o poverine. Mi dispiace per i buonisti, ma non è assolutamente così. Dati o meno alla mano, io vivo in una città dove rumene, russe, slave e quant'altre, si fanno uomini di tutte le età, sposati liberi vecchi e giovani, per farsi comprare vestiti nel più caro negozio del centro, vanno dal parrucchiere ogni giorno, le vedi scendere da almeno 5 o più macchine al giorno con uomini diversi, ma sempre col regalino in mano. Perciò smettiamola di pensare che esistono solo le povere ragazze sfruttate.Riguardo il fatto che sono cose da sempre esistite, ti posso riprendere il caso del mio paese. 10 o anche meno anni fa, Montecatini non era in questo stato. Non ci ammazzavano prostitute con la facilità con cui si va a cena fuori, e le prostitute erano rilegate in zone periferiche e non osannate e rispettate come oggi. E poi permettimi, ma quale terrore sociale!Queste ragazze vengono davvero ammazzate, queste donne rovinano davvero famiglie, la prostituzione ha raggiunto livelli da far paura. Scusa, ma tu dove abiti, nell'eden? Buon per te.;)

Fabio, mi raccomando, comportati bene, io della scientifica ti controllo!!^______^A parte le battute è vero, la prostituzione è una crudeltà verso la natura umana.

Ania, purtroppo è vero che la prostituzione è il mestiere più vecchio del mondo. Credo che anche con le multe ai clienti non si risolverebbe il problema.Forse provare a legalizzarla, rendendo i guadagni molto più bassi e controllando le donne, anche per lo sfruttamento, potrebbe essere una idea. Ma, riferendomi a quelle che lo fanno di propria scelta, penso che la colpa, e non smetterò mai di ripeterlo, sia di entrambi i sessi. Parliamoci chiaro, anche noi donne dobbiamo prenderci le nostre responsabilità.

Mat, hai ragione, istintivi e cattivi. Proprio oggi pensavo, ma quello che ha ucciso la brasiliana (sembra che indaghino su un operaio e un impiegato)come fa a passare le sue giornate facendo finta di nulla?Parlando con le persone, leggendo sui giornali il modo in cui è morta sta povera ragazza..Altro che bestie, in confronto a loro siamo il diavolo!

 

At 24 aprile, 2008, Blogger Sara Sidle

Viola, permettiti pure!Mi sembra che il ruolo dell'uomo si stia svilendo sempre di più..Certo, specifico che sto generalizzando, altrimenti qualcuno potrebbe offendersi.Tutti i miei post stanno molto sul generale, pensavo che si capisse.Non mi riferisco a te, Viola.;)

 

At 24 aprile, 2008, Blogger jack

Penso che certe cose non accadono neanche nei film horror.Riguardo al problema della prostituzione credo che sia un problema che c'è sempre stato.Purtroppo c'è sempre chi ci rimette.Penso comunque che la colpa sia di tutto un sistema ma alla fine non si può evitare.Ognuno deve assumersi le responsabilità e le conseguenze dei gesti che compie.Ciao Sara,un bacione;)

 

At 25 aprile, 2008, Blogger francy

Condivido sia il tuo pensiero che quello degli altri commenti. Però penso anche che sia stia perdendo la dimensione del rispetto: rispetto della vita, rispetto della dignità, rispetto di se stessi, rispetto della famiglia...

 

At 25 aprile, 2008, Blogger gds75

bhe la prostituzione è sempre stata definita con la frase "il mestiere più antico del mondo" quindi è probabile che sotto questo aspetto la società non ha fatto questa fine ma in realtà è sempre stata così.

 

At 25 aprile, 2008, Blogger Virgilio Rospigliosi

Bella figura che sta facendo Montecatini... Pensare che una volta quando dicevi che eri di Montecatini la gente ti prendeva per snob. Adesso se sei in giro è meglio dire "sono di Pistoia o di Monsummano" perchè se dici Montecatini la risposta è "dove ci sono le "ballere".
Con tutto ciò dispiace tanto per queste poverette che con il sogno dei soldi facili hanno fatto questa brutta fine.

Un bacione

 

At 26 aprile, 2008, Blogger Avanguard

Tutto a mio avviso si riduce ad una certa superficialità che se applicata allo stile di vita, porta a questo. Si tende sempre a prendere la via più facile. E più facile è stringere un legame con una straniera in cerca di fortuna che non fa domande, che non propone un percorso di crescita comune e così via. E la strada più facile, quasi sempre porta all'infelicità ed in alcuni a casi, a quanto pare, anche all'orrore.

 

At 27 aprile, 2008, Blogger Just Walter

Ciao Sara! E'sempre un piacere ritrovarti e leggerti. Purtroppo le faccende di cui scrivi nel post sono tristi nonchè difficili da concepire. Almeno per me lo sono. Non sto qui a scrivere di chi sia secondo me la colpa, ma mi viene da dire ancora una volta che la razza umana è una razza degenerata e che vivere mi sembra ogni giorno di più una sopravvivenza. Mi fa paura vivere in un mondo come il nostro e sovente mi chiedo su che fine faremo tutti. Spero mi perdonerai per questi miei toni tra il catastrofico e la predica di piazza ma è davvero ciò che provo dentro. Buona serata

 

At 28 aprile, 2008, Blogger Richie

se l'uomo non fosse disposto a pagare pur aver il controllo di una donna (o meglio del suo corpo) non esisterebbero le prostitute...
non giudico le prostitute, ma detesto chi le sfrutta.

Che figura ci facciamo sempre noi uomini!

 

At 28 aprile, 2008, Anonymous Anonimo

Non sapevo niente di questi casi di omicidio, però mi ha scosso molto leggerlo. Ti abbraccio forte carissima Betta

 

At 28 aprile, 2008, Blogger Mimmo

ci stiamo brutalizzando ovunque...te l'assicuro...

un abbraccio forte forte ;)

 

At 29 aprile, 2008, Anonymous Robin

Sara,


il punto, sostanzialmente, è che se si crea un mercato vero e proprio, poi è il cliente a decidere.
Cercando di mettermi nei panni di un potenziale cliente, penso che tra l'andare con una prostituta da strada o che comunque riceve in proprio, quindi senza alcuna garanzia ed anzi rischiando sia in termini di salute che in termini penali, io sceglierei la prostituta "in regola".
Probabilmente alla fine si potrebbe fare un po' lo stesso discorso che si fa per il lavoro in nero, anche se in questo caso bisogna tenere conto della particolarità del lavoro in questione.
Io credo che la legalizzazione, anche se non risolverebbe il problema che poni tu in toto e subito, darebbe una mazzata alla lunga letale alla prostituzione come la conosciamo al giorno d'oggi.

Per quanto riguarda stima e disistima invece sono d'accordo. Secondo me il problema sostanziale è che abbiamo il cervello inquinato da un bombardamento mediatico riguardo certi canoni estetici e di status che ci hanno devastato, anche grazie alla cattiva educazione che molti di noi, ahimè, ricevono e che non permette di avere adeguate difese contro ciò.

 

At 29 aprile, 2008, Blogger piccolè

Ciao Sara, sarò schietta e sincera come al solito: non me ne frega un CAZZO!!!!Vogliono i soldi facili ad ogni costo, rischiano, cazzi loro! Io ho paura a camminare sola per strada, e tu sai dove abito, purtroppo i rischi ci sono per tutte, figuriamoci andarsele a cercare! Meglio loro che una qualunque ragazza onesta, e via i falsi perbenismi!E comunque non si sono spaventate, le strade e i locali sono ancora pieni,...finchè gli dura!...sono sempre piu' cattiva,...un bacione!

 

At 29 aprile, 2008, Blogger piccolè

Ciao Sara, sarò schietta e sincera come al solito: non me ne frega un CAZZO!!!!Vogliono i soldi facili ad ogni costo, rischiano, cazzi loro! Io ho paura a camminare sola per strada, e tu sai dove abito, purtroppo i rischi ci sono per tutte, figuriamoci andarsele a cercare! Meglio loro che una qualunque ragazza onesta, e via i falsi perbenismi!E comunque non si sono spaventate, le strade e i locali sono ancora pieni,...finchè gli dura!...sono sempre piu' cattiva,...un bacione!

 

At 30 aprile, 2008, Blogger Colombina

Mi fa schifo solo pensarlo, molti uomini non hanno le palle per relazioni serie e si buttano tra le braccia di queste, altri hanno tutto dalla vita, ma si annoiano..

 

At 30 aprile, 2008, Blogger Moky

scusa se il commento non avra' molto senso, ma e' tardi e sto crollando...anyway, hai toccato una decina di argomenti tutti importanti. wow. ripassero' domani quando il mio cervello sara' sveglio... per il momento voglio solo dire che anche la prostituzione e' regolata dalla legge "supply and demand", esiste perche' e' richiesta...

 

At 30 aprile, 2008, Anonymous Anonimo

LEGGETEVI QUESTO BLOG DALL'INIZIO...FORSE VI SI APRIRANNO NUOVI ORIZZONTI SULLA QUESTIONE...http://elizabethmcgraw.splinder.com/

 

At 30 aprile, 2008, Blogger scricciolo

Intanto complimenti per il blog...io sono ospite nella tua Toscana da ormai 10 anni, vivo e lavoro a Pisa e devo ammettere che ho visto peggioare la città negli ultimi anni in modo preoccupante....mah!!!

 

At 01 maggio, 2008, Blogger Nella

Ciao Sara buon 1° maggio

Smack

 

At 02 maggio, 2008, Blogger fabio r.

off topic:
perche ieri sera te ne sei andata????
ed il povero grissom?? lo lasci solo??

nooooo!!! dai ripensaci, torna! sta casa (o sto laboratorio)aspietta a te!

 

At 07 maggio, 2008, Blogger caterinapin

Ciao Sara, passo per un salutino al volo, sono sempre impegnatissima ultimamente...
Bacio
Cate ;)
http://www.lateoriadeigorghi.splinder.com/

 

At 07 maggio, 2008, Blogger Nella

Ciao Sara come stai ??

Spero vada tutto per il meglio ...

Baci

 

At 19 maggio, 2008, Blogger ANIA

Cara Sara, ti ho nominata per un MeMe un po' particolare sulla Musica, non è una pizza come gli altri che girano è solo per conoscere meglio le persone anche dai gusti musicali. Se ti interessa passa da me. Ciao Ania

 

At 30 maggio, 2008, Anonymous Anonimo

Considerato che per te le prostitute sono spazzatura, perchè ti scaldi tanto?

 

At 30 maggio, 2008, Blogger Sara Sidle

Anonimo mio, ma il post l'hai letto o pensavi ad altro?Dico solo che prima di andare a fare la prostituta preferirei andare a fare il peggio mestiere, e che per le donne è veramente una dimostrazione di pochissima autostima. Non è certo un mestiere che mi piace e approvo. Non so se sei maschio o femmina, in ogni modo leggi meglio prima di fare affermazioni così forti. Ciao

 

At 07 giugno, 2008, Blogger Carmine Volpe

hai ragione, però se posso forse più che essere uccise per motivi di passione e di voglia di umiliazione, c'entra la malavita che ha strani codici di comportamento per noi difficilmente leggibili. Non generalizzate sugli uomini che vanno con le prostitute, è vero i viziosi ci sono, ma alcuni lo fanno solo per solitudine